Lega A - MIA Cantù a Caserta in cerca di conferme positive

11.03.2017 12:22 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 214 volte
Lega A - MIA Cantù a Caserta in cerca di conferme positive

Trasferta a Caserta per la MIA Cantù che affronterà domani alle ore 18.15 al PalaMaggiò (diretta televisiva su Milanow, canale 191 del digitale terrestre) la Pasta Reggia con l’obiettivo di conquistare la seconda vittoria consecutiva e di allontanarsi ulteriormente dall’ultimo posto in classifica.              

GLI AVVERSARI - La Juve del confermato coach Sandro Dell’Agnello ha vissuto una stagione a due facce: dopo una partenza davvero positiva con 6 successi nelle prime 8 giornate i campani sono incappati in una striscia di 10 sconfitte nelle successive 13 gare e si trovano al momento al dodicesimo posto in classifica a quota 18 punti, a sole due lunghezze di vantaggio dai bianco- blu. Nell’anticipo di sabato scorso i bianco- neri si sono arresi in trasferta alla Dolomiti Energia Trento per 76 a 66 nonostante la grande prestazione di Mitchell Watt, che ha chiuso la partita con 24 punti e 13 rimbalzi.

Il quintetto - Caserta ha modificato in maniera importante il roster rispetto al match di andata sostituendo l’esterno Darryl Jackson con il kosovaro Dardan Berisha e i due lunghi della panchina Aleksander Czyz e Nika Metreveli con gli esperti Yakhouba Diawara e Linton Johnson. Molto probabilmente inoltre coach Dell’Agnello dovrà fare a meno domani dello statunitense Joshua Bostic, fermo per una lesione muscolare al bicipite femorale della gamba destra.

Il play titolare della Juve è lo statunitense, di passaporto dominicano, Edgar Sosa, che non solo è il secondo capocannoniere della Serie A con 19,2 punti di media a sfida, ma è anche quarto nella classifica degli assist del campionato con 6 assist di media a gara. Al suo fianco, vista l’assenza di Bostic, giocano il kosovaro, di cittadinanza polacca, Dardan Berisha, arrivato alla Pasta Reggia a metà del mese di febbraio dopo aver iniziato la stagione in Polonia, al KKS Pro-Basket Kutno, e la confermata ala svedese, ex Virtus Bologna, Viktor Gaddefors.

Sotto le plance i campani schierano la coppia di statunitensi composta dall’ala Raphiael Putney, protagonista di un’annata sicuramente positiva con 11,6 punti e 6,6 rimbalzi di media a partita, e dal centro Mitchell Watt, che si sta affermando come uno dei migliori lunghi della nostra lega visto che è il quinto rimbalzista, il terzo stoppatore e il quinto per valutazione della Serie A (rispettivamente con 8,1 rimbalzi, 1,8 stoppate e 19 di valutazione media a match) e realizza inoltre 15,2 punti di media a sfida.

La panchina - Coach Dell’Agnello conta su una panchina di buon livello. Play di riserva è il pugliese Marco Giuri, che offre un contributo prezioso alla sua formazione con 5,7 punti e 3,1 assist di media a gara. Le rotazioni degli esterni sono assicurate dall’esperto Daniele Cinciarini, molto pericoloso offensivamente con 10,1 punti di media a partita con un ottimo 42,6% dall’arco, e dall’ala Dario Cefarelli, che dovrebbe tornare in campo domani dopo lo stop di un mese per un intervento al menisco del ginocchio sinistro.

Sostituiscono i lunghi il francese Yakhouba Diawara che, ingaggiato dalla Juve a metà gennaio, si è subito fatto valere con 9,3 punti e 4,8 rimbalzi di media a match, e l’americano, di passaporto italiano, Linton Johnson, arrivato anche lui a Caserta alla fine del mese di gennaio dopo aver iniziato la stagione alla Givova Scafati, in Serie A2.

LA SITUAZIONE DELLA MIA - Nelle fila della MIA sarà regolarmente a referto, ma quasi certamente non scenderà in campo, l’esterno statunitense Tremmell Darden, che ha già saltato il match di settimana scorsa contro la Grissin Bon Reggio Emilia per una piccola lesione muscolare ai gemelli della gamba destra. Partirà alla volta di Caserta, anche se non sarà nelle migliori condizioni per un forte stato influenzale, Alex Acker, così come sarà della gara pur se non al meglio Francesco Quaglia, che nell’allenamento odierno ha riportato una contusione al setto nasale già fratturato nella partita di lunedì contro gli emiliani. Il dodicesimo giocatore del roster sarà il giovane, classe 1998, Riccardo Ballabio.

I PRECEDENTI - Quella di domani sarà la 56esima sfida tra la Pallacanestro Cantù e la Juve Caserta, con un bilancio complessivo favorevole alla MIA che si è imposta in 33 dei 55 incontri disputati.

Il trend è differente se consideriamo solamente le gare giocate in Campania dove i bianco- neri hanno vinto 15 confronti contro gli 11 dei bianco- blu.

Il massimo punteggio complessivo è stato fatto registrare nei playoff scudetto della stagione 1985/1986. La Mobilgirgi Caserta espugnò il Palasport Pianella sconfiggendo l’Arexons di Carlo Recalcati con il risultato di 114 a 110.

Lo scarto maggiore a favore della formazione campana risale alla Coppa Italia dell’anno 1983/ 84, quando la Indesit batté la Jolly Colombani per 93 a 77.

Molto più recente invece il maggior divario per la Pallacanestro Cantù. L’allora NGC Medical di coach Luca Dalmonte ha infatti sconfitto nel 2008/2009 l’Eldo Caserta di ben 28 punti, con il punteggio di 99 a 71.

La Pasta Reggia si è aggiudicata la gara di andata, disputata lo scorso 13 novembre al PalaBancoDesio, di una sola lunghezza, per 83 a 82, nonostante i 23 punti di Fran Pilepic e i 18 di Dominic Waters.

GLI EX - Domani scenderà in campo solamente un ex nella sfida tra Pasta Reggia Caserta e MIA Cantù. Salvatore Parrillo è cresciuto nel vivaio bianco- nero e ha esordito in Serie A proprio con la maglia della Juve nella stagione 2008- 2009. L’esterno è rimasto in Campania, allenato da Stefano Sacripanti, per altri due anni prima di trasferirsi in Serie B a Ferentino.

Nelle fila dei bianco- blu c’è un altro ex che però non sarà della partita. Uros Slokar ha finito la scorsa stagione con la Pasta Reggia dando un contributo importante alla conquista della salvezza da parte di Caserta con 6,7 punti e 3,6 rimbalzi di media a match.