Lega A - La Reyer ruggisce contro Cantù

23.01.2017 07:51 di Marco Garbin  articolo letto 431 volte
Lega A - La Reyer ruggisce contro Cantù

Il volto nuovo della Red October non intimidisce per molto la Reyer, che contro le lombarde continua a fare la voce grossa.

Dopo il minuto di silenzio in memoria di Roberto Casson, tifoso orogranata prematuramente scomparso, gli ospiti sfruttano bene i varchi lasciati liberi da una Reyer che deve ancora interpretare gli schemi avversari.  Dowdell e Johnson fanno male e De Raffaele spende subito un time out per riorganizzare i suoi. Non ottiene il risultato sperato e la Reyer continua ad essere poco produttiva ed imprecisa al tiro. Fra i canturini in campo anche i nuovi acquisti Cournooh (al suo debutto) e Calathes. Il giocatore dal doppio passaporto greco-americano segna la tripla del più 8 di vantaggio degli ospiti, che scenderanno a più 7 alla fine del parziale.

Al rientro in campo la Reyer fa vedere il suo vero volto: Ejim piazza un break che pareggia i conti, i punti di Haynes servono per mantenere il margine contro le sfuriate del mai domo Johnson e Peric (MVP) allunga portando i suoi sul 43:38 all'intervallo lungo.

Il capitano croato mette a ferro e fuoco i canturini anche nel terzo parziale con 12 punti personali che contribuiscono in larga parte a creare il solco di 20 punti di distacco con cui i veneziani gestiscono agevolmente anche l'ultimo parziale.

Finisce 93:72 grazie alla magica serata di Peric (27p) supportato dagli ottimi Haynes (18p) ed Ejim (15p), tutti e tre protagonisti nel trascinare i padroni di casa nei momenti difficili.

La Red October, nonostante le eccellenti prestazioni di Johnson (18p), Dowdell (14p) e Calathes (13) paga le troppe novità: l'inserimento dei nuovi giocatori e l'apprendimento degli schemi del nuovo coach Bolshakov necessitano di tempo per essere assimilati.

Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93:72 (16:23) (27:15) (27:13) (23:21)