Lega A - La pesante vittoria della Segafredo Bologna a Brescia

18.03.2018 20:16 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 620 volte
Lega A - La pesante vittoria della Segafredo Bologna a Brescia

Non si scompone per le assenze di Klaudio Ndoja e Stefano Gentile la Segafredo Bologna ben messa in campo da coach Alessandro Ramagli, si compatta in difesa e si prende d’autorità una pesante vittoria in casa della bestia nera Brescia, giocando una partita quasi perfetta e riprendendola in mano nel momento di consueto appannamento. Ma era +10 a 2' dalla sirena conclusiva, e sono stati sufficienti un recupero chiave di Slaugther e due liberi di Aradori per non mettere in pericolo un risultato davvero meritato. Dalla parte dei padroni di casa, che non hanno schierato David Moss in campo, grande prestazione dei due fratelli Vitali ma per il resto pesante fatica dei giocatori della Leonessa ad attaccare la difesa bianconera, che potrebbe diventare un marchio di fabbrica senza ulteriori interventi sul mercato.

La cronaca via bolognabasket.it:

due lob di Lafayette nella prima azione. In generale ritmo alto, tanti canestri e ottimi Gentile e Aradori per la Vu, che dietro cambia sistematicamente per evitare il pick n’roll. Brescia regge con un grande impatto di Michele Vitali. Poi i ritmi calano un po’, e il primo parziale si chiude sul 24-23 Brescia, e 12 punti per Alessandro Gentile.
Secondo quarto: Pajola lucra falli contro Traini, Sacchetti fa due orrori consecutivi e fioccano le palle perse di qua e di là. I bianconeri toccano un paio di volte il +4 (29-33) con Lafayette e Gentile. La Leonessa però non molla di un millimetro, grazie agli assist di Luca Vitali per il fratello Michele e per Hunt. Finale di tempo abbastanza confuso e caldo, e storie tese tra Lafayette e Sacchetti prima, e intervento non richisto di Hunt poi.
Si riprende, e subito Lafayette prende un colpo da Moore, ma rientrerà poco dopo. Slaughter sale di colpi, davanti e dietro, e riporta avanti i suoi. La difesa Segafredo ora è noltevole, e l’attacco bresciano si pianta. Umeh, tripla di Lafayette e ancora Slaughter per il parziale di 12-0 (49-59). Poi Sacchetti per il 51-59 di fine terzo quarto, con Pajola che recupera e si prende – sbagliando – l’ultimo tiro.
Ultimo quarto: Pajola pressa qualsiasi avversario e fa ammattire Traini prima e Luca Vitali poi. Per due minuti nessuno segna. Michele Vitali mette una tripla, di là Pajola mette un libero e Slaughter un altro. Luca Vitali mette la tripla del -4, poi per un’eternità non segna nessuno, con botte da orbi difensive. Slaughter mette un libero a 4’ (57-62), e poi Ale Gentile mette il primo canestro su azione bianconero dell’ultimo quarto, la pesantissima tripla del +8 (57-65). Ultimi tre minuti: Landry mette un libero (il primo della serata di Brescia dopo 9 errori), ma di là Lafayette mette la tripla della staffa dopo il rimbalzo offensivo di Slaughter. O almeno così sembra. +10, finita? Pare di no. Michele Vitali mette una tripla rocambolesca, poi Slaugher fa fallo in attacco, e Michele Vitali segna ancora da tre: 64-68 a 1’12. La Virtus fa in rottura prolungata, a Lafayette vengono fischiati passi. Slaughter però fa un recupero pesantissimo, anche se non porta al canestro. Moore segna a 7 secondi, rimessa difficoltosa per la Virtus ma comunque Aradori riceve e subisce fallo a 5”. Due su due, 66-70 e finisce qui.

GERMANI BASKET BRESCIA – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 66-70 (24-23, 41-41; 51-59)
BRESCIA: Moore 6; Hunt 12p+10r; Mastellari NE; Vitali L. 11; Landry 8; Ortner 2; Veronesi NE; Traini 0; Vitali M. 22; Sacchetti 5. All. Diana
VIRTUS: Gentile A. 19: Jurkatamm NE; Umeh 5; Pajola 1; Baldi Rossi 6p+10r; Ndoja NE; Lafayette 11; Aradori 13; Gentile S. NE; Lawson 0; Slaughter 15p+10r. All. Ramagli

 

19 punti, 7 rimbalzi e questa tripla, fondamentale per la vittoria della sua
Grande prova di Alessandro |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)