Lega A - L'avvio di Torino è strepitoso, Brescia ci prova ma cade al Ruffini

07.01.2018 19:02 di Pietro Battaglia  articolo letto 416 volte
Lega A - L'avvio di Torino è strepitoso, Brescia ci prova ma cade al Ruffini

Torino batte Brescia e conquista la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Nonostante l'assenza di Mbakwe e i problemi fisici di Garrett e Patterson i gialloblu riescono a scappare nella prima parte della sfida per poi controllare l'assalto ospite nel finale.

La partita

Ruffini gremito che regala spettacolo anche sugli spalti.

Banchi schiera Garrett, Iannuzzi, Okeke, Patterson e Vujacic. Diana risponde con Hunt, Moss, Sacchetti edi due Vitali.

Hunt porta subito avanti la Leonessa 0-2 e 3-4, ma l'Auxilium dai 6,75 m non sbaglia mai: 9-6. Poi Patterson in contropiede e Okeke volando sopra al ferro fanno esplodere il Ruffini sul 13-6. Diana ferma tutto. Berscia torna a -5, tuttavia Torino continua a premere. È il momento di Iannuzzi che sigla il 24-12. Luca Vitali e Landry provano a reagire, ma tre voltre da tre i gialloblu colpiscono: chiude Jones sulla sirena: 32-16 dopo 10 minuti!

Nel secondo periodo entra Mazzola e si prende la scena fino al 38-18. Poi la Germani sulle ali di Moss e Landry risale decisa: 42-29. Gli ospiti si schierano a zona e i padroni di casa ne approfittano per rimpolpare il vantaggio: 51-33. Hunt però inizia a crescere e all'intervallo lo score è sul 56-40.

Immediato  +18 piemontese in apertura di ripresa, ma i lombardi ricuciono fino al 61-48 sul quale Banchi chiama time out. La Fiat però continua a litigare col ferro e la Germani non sta a guardare: Landry e Hunt siglano il 61-53. I gialloblu poi riprendono  a segnare e plana sul 70-56. I biancoblu però con Moss e Bushati si rifanno nuovamente sotto (70-61), anche se il finale di periodo è tutto piemontese: 76-63 al trentesimo.

Si segna poco nei primi minuti dell'ultimo quarti, Vitali e Moore provano a mettere paura ai 4000 del Ruffini (-9), ma Patterson controlla: 82-69 a 5:44 dalla fine. Ci pensano Sacchetti e ancora Moore a provare a chiudere il gap (82-76), ma Garrer da 8 m fa esplodere il pubblico di casa: 88-79. Moss segna l'ennesima tripla a un minuto e mezzo dal gong, ma Brescia non scollina più i 6 punti di passivo. Torino allora vince 95-86.

Il Ruffini festeggia la qualificazione alla Coppa Italia della Fiat che sale a soli due punti dalla Germani, che continua invece il piccolo momento di flessione.

TORINO: Patterson 22 (7/8 da due, 2/3 da tre) e 6 assist, Vujacic 15 (2/3 da tre) e 7 assist, Garrett 14, Iannuzzi 12+5rb, Mazzola 10.

BRESCIA: Moss 22 (5/9 da tre), 5rb e 7 ast, Landry 16, Moore 12, Hunt 11, M.Vitali 10, Sacchetti 7+10rb