Lega A - Il preview dell'Olimpia Milano per la sfida contro Avellino

18.11.2017 16:31 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 374 volte
Lega A - Il preview dell'Olimpia Milano per la sfida contro Avellino

In un calendario stile NBA, l’Olimpia gioca la terza gara in cinque giorni, la seconda in casa, contro la Sidigas Avellino, avversaria frequente delle ultime stagioni, anche finalista di una Coppa Italia e di una Supercoppa, ambedue vinte da Milano. L’Olimpia sarà senza Andrew Goudelock, infortunato, ovviamente Patric Young, mentre rientrano Awudu Abass e Simone Fontecchio. Avellino conta molto sul talento di Jason Rich, quinto realizzatore di Serie A, le doti atletiche di Hamady N’Diaye, pericolosissimo a rimbalzo d’attacco, e la lucidità di Marty Leunen, vero playmaker aggiunto. Ariel Filloy avrà gran parte della responsabilità della regia in assenza di Bruno Fitipaldo. Dalla panchina normalmente “esce” il difensore Thomas Scrubb che con Lorenzo D’Ercole può amplificare il peso della difesa. Milano-Avellino Game Notes

 MILANO-AVELLINO: I PRECEDENTI

39 i precedenti tra queste due squadre, l’Olimpia comanda 26-13. L’attuale Sidigas ha ottenuto i risultati migliori in Coppa Italia eliminando l’Olimpia nei quarti di finale due volte, nel 2010 (coach dell’Olimpia era Piero Bucchi) ad Avellino e nel 2011 a Torino (coach dell’Olimpia era Dan Peterson), nella gara in cui l’ex milanese Marques Green distribuì 20 assist, record italiano di sempre. Nei quarti del 2015 l’Olimpia ha prevalso ma solo di due punti con canestro al buzzer di MarShon Brooks. Nella finale del 2016 l’Olimpia ha vinto 82-76 con 17 punti di Rakim Sanders, 15 di Jamel McLean e 14 di Milan Macvan. E infine nella Supercoppa del 2016, l’Olimpia ha vinto 90-72 con 25 punti di Kruno Simon. Due anni fa la vittoria della Sidigas a Milano, 81-80, tripla di Maarty Leunen allo scadere. La stagione passata in campionato fu 1-1. Le due squadre non si sono mai incontrate nei playoffs.

MILANO-AVELLINO: LA CONNECTION

Lo scorso anno Marco Cusin ha giocato 32 gare con la maglia di Avellino segnando 4.6 punti per gara in 18.2 minuti di utilizzo. Ha anche catturato 4.9 rimbalzi a partita e tirato dal campo con il 53.6%. E’ un ex al contrario invece Ariel Filloy. La sua unica stagione milanese intera è stata la 2011/12 quando giocò 16 gare con 42 punti segnati. Ebbe apparizioni in panchina e 4 minuti in campo anche nelle due stagioni precedenti. Marty Leunen ha giocato a Cantù con lo stesso Cusin e anche Awudu Abass, Vladimir Micov e Andrea Cinciarini. In passato hanno vestito la maglia di entrambe le squadre Marques Green, Joe Ragland e Alex Acker tra gli altri. Il coach di Avellino, Sacripanti, ha vinto un oro europeo Under 20 con la Nazionale della quale faceva parte proprio Abass che poi ha allenato anche a Cantù. Simone Pianigiani è stato l’allenatore di Lorenzo D’Ercole a Siena. Filloy, Cusin, Abass e Cinciarini erano tutti in Nazionale agli ultimi Europei. Benjamin Ortner ha trascorso con l’Olimpia tutta la prestagione ma senza giocare gare ufficiale.

CHI SONO GLI ARBITRI

La partita tra Milano e Avellino sarà diretta da Saverio Lanzarini, Massimiliano Filippini e Dario Morelli.

NOTE OLIMPIA IN CAMPIONATO

GUDAITIS 1 – I 17 rimbalzi di Arturas Gudaitis a Cremona sono il massimo per un giocatore dell’Olimpia dal 17 aprile 2005 quando James Singleton al Palalido ne catturò 18 contro Pesaro. Nei 12 anni successivi questa è la quarta volta che un giocatore di Milano tocca i 17. Prima di Gudaitis l’avevano fatto Joseph Blair (2005/06 a Capo d’Orlando), Travis Watson (2007/08 a Scafati) e da ultimo Mason Rocca nel 2009/10 a Biella anche lui segnando come Gudaitis 17 punti. In Supercoppa Gudaitis aveva catturato 10 rimbalzi nella semifinale con Trento e 12 punti nella finale con Venezia ma il 17+17 di Cremona rappresenta la sua prima doppia doppia all’Olimpia. Il record ufficiale di rimbalzi in una gara di campionato in maglia Olimpia appartiene a Cozell McQueen e Antonio Davis con 23.

GUDAITIS 2 – Con 16.3 rimbalzi per 40 minuti giocati, Gudaitis è il miglior rimbalzista del campionato per minuto giocato. Gudaitis è anche il quinto rimbalzista offensivo con 3.1 per gara; con il 66.7% è terzo nel tiro da due punti e con +9.4 è terzo nel /minus medio.

CINCIA IN DOPPIA – Contro Brindisi, Andrea Cinciarini ha segnato 13 punti. Si tratta della sua prova in doppia cifra numero 11 in campionato a Milano. In queste gare, il record di squadra è 8-3.

GUDAITIS 3 – I 31 di valutazione di Arturas Gudaitis a Cremona sono stati il massimo nell’esordio in campionato per un giocatore dell’Olimpia dal 2009 quando Morris Finley fece 34 a Varese. Gudaitis è quarto in Serie A per valutazione con 22.0 di media. Dal 1987/88, da quando sono disponibili le statistiche gara per gara, si tratta della 14° volta in cui un giocatore dell’Olimpia tocca o supera i 30 di valutazione nella prima partita della stagione. Il record appartiene ad Antonello Riva con 40, contro Firenze, nel 1989. Gudaitis con 19.7 per gara è terzo in Serie A nella valutazione media.

GUDAITIS 4 – I 16 punti e 11 rimbalzi di Gudaitis contro Bologna sono stati la sua seconda prova in doppia doppia nel campionato italiano dopo il 17+17 dell’esordio a Cremona.

PASCOLO – Le 5 palle rubate contro Bologna sono il suo nuovo record carriera. Pascolo non aveva mai recuperato più di quattro palloni in una singola gara in Serie A.

GOUDELOCK – Con +10.3 per ogni partita giocata, Andrew Goudelock è il miglior giocatore del campionato italiano per /minus medio.

DIFESA – Dopo sette giornate di campionato la difesa dell’Olimpia è quella che concede meno punti, 68.1 per gara. Alla base del rendimento c’è la forza della squadra nel difendere dentro l’arco da dove si segna solo con il 45.0%.