Lega A - Germani Brescia, testa al campionato: "Concentrati solo sulla sfida con Pesaro'

20.01.2017 19:33 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 106 volte
Lega A - Germani Brescia, testa al campionato: "Concentrati solo sulla sfida con Pesaro'

"Mettiamo da parte le Final Eight e concentriamoci sulla partita contro Pesaro: iniziare il girone di ritorno nel migliore dei modi sarebbe fondamentale". È questo il pensiero principale emerso durante la conferenza stampa di presentazione della partita che la Germani Basket Brescia disputerà contro la Consultinvest Pesaro, in programma domenica prossima alle ore 18.15 al PalaGeorge di Montichiari. La conferenza stampa si è svolta presso la sede di Mazza srl, uno dei nuovi partner della Leonessa, alla presenza del presidente Graziella Bragaglio, del coach Andrea Diana, dei giocatori Christian Burns e Franko Bushati e di Giovanni Mazza, titolare dell’azienda. "Abbiamo appena presentato le tante opportunità legate alla qualificazione alla Final Eight, un grande traguardo che però non deve distogliere l’attenzione dal campionato - il pensiero del presidente Graziella Bragaglio -. Dobbiamo convogliare tutte le nostre energie verso questa prima gara del girone di ritorno, che è una sfida importante, resa ancora più speciale dal rapporto che abbiamo con Ario Costa. Grazie a lui nel 2009 abbiamo dato avvio a questa scommessa, che mi sento di poter dire di aver vinto alla grande". "Al PalaGeorge avremo un grande entusiasmo, testimoniato anche dagli esiti della campagna abbonamenti del girone di ritorno - prosegue il presidente della Leonessa -. Continuiamo a catalizzare l’attenzione di un pubblico che forse non sapevamo di avere e il nostro appeal cresce di settimana in settimana. Per far bene abbiamo bisogno dell’entusiasmo da parte di tutti: aziende, sponsor e Istituzioni, che di partita in partita dimostrano di esserci sempre vicini". "Ci approcciamo a questa partita consapevoli che il Pesaro è una squadra ostica, di grande valore, che oltretutto viene da un ottimo periodo di forma - le parole di coach Andrea Diana - Giochiamo in casa e per questa ragione cercheremo di imporre il nostro ritmo, provando a giocare una pallacanestro dinamica e veloce. Cercheremo di mettere in campo tutta la nostra energia, di prendere tutta la carica che ci infondono i nostri tifosi e riportarla sul campo, provando a ripetere l’ottima prestazione che abbiamo realizzato nell’ultima sfida casalinga con Pistoia". "In fase difensiva abbiamo ancora margini di miglioramento - prosegue Diana -, anche se nella seconda parte del girone d’andata la difesa a zona ha portato ottimi risultati. Dobbiamo alzare ancora di più l’energia nella metà campo difensiva, aumentando il livello di sfida personale e al tempo stesso migliorando le nostre collaborazioni. In attacco siamo una squadra che sta bene insieme, con giocatori a cui piace passarsi la palla. Del resto la nostra filosofia è sempre la stessa: giocare di squadra senza avere un terminale offensivo che risolva da solo le situazioni". "Contro Pesaro dobbiamo mettere in pratica il nostro piano partita, giocando con grande energia e velocità - spiega Christian Burns, ala statunitense della Germani -. Abbiamo il compito di limitare i loro lunghi, che sono molto pericolosi. Siamo concentrati su questa gara, tutto il resto non conta: la nostra filosofia resta quella di affrontare una gara alla volta. La mia partenza dalla panchina? Non sono abituato, ma non conta. L’importante è farsi trovare sempre pronti e fare al meglio il proprio lavoro". "La partita con Pesaro è fondamentale per non complicarci la vita, perché all’inizio del girone di ritorno ci aspettano delle partite davvero complicate - afferma Franko Bushati, guardia della Leonessa -. Dobbiamo ricordarci che affrontiamo un campionato difficile e che sbagliando 2-3 partite c’è il rischio di rimanere invischiati nelle zone basse della classifica. Abbiamo affrontato Pesaro nella prima giornata, un appuntamento nel quale non si sa mai che cosa aspettarsi da se stessi e dagli altri. Oggi siamo una squadra molto diversa da quella di ottobre: domenica abbiamo il dovere di vincere, perché le prime 5-6 giornate del girone di ritorno saranno complicate e a maggior ragione la partita contro Pesaro diventa fondamentale". "Il mio ruolo? Riesco a farmi trovare pronto, mentalmente e fisicamente, credo che molti abbiano sempre puntato su di me anche perché ci metto poco a entrare in partita - conclude la guardia albanese -. Tutti i giocatori si allenano e hanno voglia di giocare il più possibile, però ognuno ha il suo ruolo e finché starò qui a Brescia continuerò a fare al meglio il mio lavoro. Il vecchio gruppo? Dal punto di vista personale vedere tanti compagni andare via è dura, perché si tratta di ragazzi che hanno lasciato qualcosa a tutti, anche al di là di quello che hanno fatto in campo. Quello che è stato fatto lo scorso anno è qualcosa di magico e poteva farlo solo un gruppo con grandi valori umani. Loro comunque ora stanno bene, vivono in belle città, giocano e sono contenti: dispiace che non siano più con noi, ma fa parte del nostro lavoro".