Lega A - Finals, Buscaglia "La fretta rischiava di rovinarci tutto"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1667 volte
Lega A - Finals, Buscaglia "La fretta rischiava di rovinarci tutto"

Commento a caldo dopo gara 1 anche per il coach della Dolomiti energia Trento Maurizio Buscaglia al microfono di Skysport: "Siamo andati nell'intervallo con l'idea che stavamo facendo la nostra buona partita e che dovevamo mantenere la pressione difensiva. Nel secondo tempo, anche prima del finale, ci siamo accorti che stavamo concedendo troppi secondi tiri e che i rimbalzi in attacco, al di là dei punti segnati, erano fonte di energia per Venezia. Seconda cosa dobbiamo avere più controllo del campo aperto, passandoci la palla: quello che è mancato nell'ultimo quarto. Sappiamo che è una finale, che giochiamo contro una squadra forte però dobbiamo avere più cura della palla. Capisco la stanchezza però la Reyer nel finale attaccava sempre, abbiamo avuto troppa fretta nel giocare l'uno contro uno, dobbiamo mettere a posto questa cosa per riuscire a reggere i 40'.

Crespi ha detto meglio non aver vinto di 20 punti per non correre il rischio di un rilassamento della squadra? Mi ha letto nel pensiero (sorride, ndr). A parte le battute è una cosa su cui si deve costruire la seconda partita. Si deve far ragionare la squadra su come le distanze, soprattutto contro una difesa aggressiva, vanno avvicinate. Chi è libero vede, chi è sotto pressione meno, soprattutto se palleggia. Potevamo andare con i due playmaker, una cosa che possiamo fare, ma oggi per i falli non è successo: una questione di spaziature per cui possiamo metterla a posto. La difesa? C'è fiducia nell'uno contro uno, c'è fiducia nei compagni e la condivisione delle regole difensive da parte di tutti. Siamo consapevoli di dove subiamo e dove possiamo subire, di dove possiamo andare a rischiare e di dove non dobbiamo farlo".