Lega A - Diritti audiovisivi, nota della Lega Basket

21.03.2017 18:14 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 315 volte
Lega A - Diritti audiovisivi, nota della Lega Basket

Prendendo spunto anche dall’articolo uscito sulla edizione odierna di Tuttosport a firma Piero Guerrini con riferimento alla Assemblea di Lega che si è svolta nella giornata di ieri, lunedì 20 marzo, la Lega Basket precisa che non vi è stato alcun intervento o presa di posizione da parte del management di Lega, del Presidente Egidio Bianchi e del direttore generale Federico Zurleni, con l’obiettivo di influenzare o orientare le scelte dei club sulle decisioni da assumere in merito alla commercializzazione dei diritti audiovisivi delle prossime stagioni. Tale atteggiamento di neutralità del management della Lega su questo tema non è limitato al momento delle Assemblee ma è costante e coerente con le regolamentazioni interne. Nel pieno rispetto del nuovo Statuto, l'Assemblea di Lega è infatti l’unica depositaria delle decisioni e delle scelte su questo argomento: proprio per permettere all’Assemblea di assolvere al proprio mandato e di prendere liberamente la migliore decisione possibile, è stato affidato ad un advisor indipendente ed esterno uno studio dettagliato dei vari scenari italiani ed internazionali non solo nel basket ma anche in altri sport.

Cosa aveva scritto Piero Guerrini su Tuttosport? Ve ne diamo conto: "I club ieri In assemblea hanno affrontato altrl temi (come la riforma da presentare in futuro in Fip, per cui hanno ottenuto ancora 7 stranieri nel 2017/18). Ma si sono riaggiornati sul tema dei diritti tv. La Rai è disponibile come adesso, lo è pure Sky che investirebbe di più, eppure pare che in riunione sia stato comunicato il contrario ai club. Il Direttore Generale Zurleni premerebbe per spostare attenzione e investimenti sulla web tv e l'autoproduzione. Giusto, ma pare anche che ci sia scetticismo (non dei club) ma su Sky e questo approccio è davvero Incomprensibile, per la qualità del prodotto e perché avere migliore audience è un miraggio".