Lega A - Difendere il primato: l'imperativo dell'Olimpia Milano contro la Dinamo Sassari

03.03.2018 13:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 564 volte
Lega A - Difendere il primato: l'imperativo dell'Olimpia Milano contro la Dinamo Sassari

La domenica del derby di calcio a Milano sarà anticipata da una sfida sentitissima al Mediolanum Forum (ore 17.15: clicca qui per i biglietti), quella tra l’Olimpia e la Dinamo Sassari. In Italia, l’Olimpia è la squadra che ha vinto di più (cinque trofei negli ultimi tre anni, nessuno ne ha vinto più di uno) ma Sassari ne ha vinti quattro nel biennio precedente. E’ una rivalità recente: la Dinamo è approdata in serie A per la prima volta nel 2010 e da allora ha sempre giocato i playoffs, una striscia aperta di sette partecipazioni che include lo scudetto del 2014 e tre sfide all’Olimpia con un bilancio favorevole a Milano di 2-1 nelle serie, 10-6 nelle singole partite. In più le due squadre si sono affrontate in tre finali di coppe nazionali, l’ultima nel 2017 a Rimini con vittoria dell’Olimpia.

LA SFIDA

Sassari è 10-9 in campionato, settima in classifica, una posizione migliore rispetto alla fine del girone di andata in cui finì nella seconda metà della graduatoria perdendo la possibilità di giocare le Final Eight a Firenze. E’ la squadra con il terzo attacco del campionato, seconda per numero di assist e per numero di rimbalzi, che gioca ad alto numero di possessi. L’Olimpia è prima per numero di punti subiti in Italia, è la terza migliore a rimbalzo e l’unica che conceda meno di 70 punti a partita nelle gare in trasferta. L’Olimpia difende il primato che vanta in coabitazione con Venezia e Avellino, tutte squadre uscite malconce dalle Final Eight. Sassari, che non le ha giocate, arriva alla sfida del Forum con tre settimane piene senza impegni agonistici. L’Olimpia sarà senza Jordan Theodore, che procede nel recupero dall’infortunio alla caviglia sinistra, mentre Coach Pianigiani sceglierà dopo l’allenamento di domenica mattina l’altro straniero costretto dal regolamento a rimanere fuori.

CHI SONO GLI ARBITRI

La partita tra Milano e Sassari sarà diretta da Manuel Mazzoni, Beniamino Attard e Mauro Belfiore.

 SASSARI-MILANO: I PRECEDENTI

Sono 40 i precedenti tra queste due squadre ma comprendendo la Coppa Italia e la Supercoppa. Il bilancio è 26-14 a favore dell’Olimpia. Contando solo il campionato il totale è fatto di 31 gare e il bilancio è 21-11 a favore dell’Olimpia. L’Olimpia è 12-4 a Sassari contando i playoffs mentre è 9-7 sul proprio campo. Sassari ha battuto l’Olimpia nella finale di Supercoppa 2014: è stata la sua prima vittoria su Milano sul proprio campo. Queste due squadre si sono incontrate nei quarti di finale dei playoff del 2011, coach dell’Olimpia era Dan Peterson: Sassari vinse gara 1 al Forum ma poi l’Olimpia spazzò via le restanti tre partite imponendosi due volte in Sardegna. Nel 2013/14 l’Olimpia ha battuto Sassari due volte su due in regular season ma ha perso il quarto di finale di Coppa Italia 82-80. Nella semifinale dei playoff sempre 2014, vinta 4-2, l’EA7 ha vinto le tre gare in trasferta e solo una volta in casa. Alessandro Gentile riuscì nell’impresa di segnare almeno 20 punti in tre partite consecutive. Milano avrebbe poi vinto lo scudetto. Nel 2015, Sassari vinse contro Milano la finale di Coppa Italia a Desio e poi vinse la semifinale scudetto 4-3. La scorsa stagione, Milano ha vinto tutte le sfide, in campionato e sul neutro di Rimini la finale di Coppa Italia (con Ricky Hickman MVP). Sassari ha interrotto la striscia vincendo la gara di andata in Sardegna. (Sotto Davide Pascolo nella partita di andata).

SASSARI-MILANO: LA CONNECTION

Rok Stipcevic ha giocato a Milano la prima parte della stagione 2012/13 poi venne ceduto a Pesaro ed è alla terza stagione a Sassari. Giacomo Devecchi, cugino di Danilo Gallinari, è un prodotto delle giovanili Olimpia dove fu allenato da Mario Fioretti, uno dei tre assistenti di Coach Simone Pianigiani. Andrea Picarelli è un prodotto delle giovanili Olimpia, con uno scudetto Under 17 vinto nel 2013. Storicamente l’ex più importante è stato Rakim Sanders, MVP di due finali scudetto, nel 2015 con Sassari e nel 2016 con Milano. (Sotto Rok Stipcevic quando giocava a Milano proprio contro Sassari)