Lega A - Città di Caserta, Avellino trova l'allungo vincente su Brindisi

16.09.2017 20:15 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 702 volte
Lega A - Città di Caserta, Avellino trova l'allungo vincente su Brindisi

(di Giovanni Bocciero). La prima semifinale dell’8° Trofeo Irtet vede impegnate la Scandone Avellino e la New Basket Brindisi. Con entrambi i team che contano diverse assenze, gli irpini si schierano con Fitipaldo, Rich, Wells, Leunen e Zerini, mentre i pugliesi rispondono con Barber, Mesicek, Tepic, Cardillo e Lalanne. L’inizio di gara è scandito dai brindisini, che si portano subito sul 7-2. La risposta di Avellino non si fa attendere, e con diverse azioni dove la palla gira bene arriva a segnare. La tripla di Fitipaldo sancisce il parziale di 6-0 ed il conseguente sorpasso. Lalanne si fa spazio nel pitturato e schiaccia prendendosi gli applausi del pubblico, mentre nell’azione successiva il Pala Angioni-Caliendo sibila un nuovo boato per la stoppata di Rich ai danni di Barber. Il primo quarto si conclude con Avellino avanti 13-12 ma le squadre faticano a trovare la via del canestro, anche perché i meccanismi vanno ancora oleati bene.

La seconda frazione di gioco si apre con la schiacciata di Oleka. È decisamente vicino canestro che Brindisi dà più fastidio, con la penetrazione di Barber e l’appoggio di Lalanne. Eppure è una tripla dell’ex casertano accolto da un gran applauso Giuri, che i pugliesi allungano sul 21-15 al 13’ costringendo Avellino al timeout. Sacripanti può essere comunque contento per come attaccano i suoi, che prendono il tiro migliore possibile anche se la mira va ancora aggiustata. Il tecnico reduce dagli Europei può essere meno contento della fase difensiva, visto che Lalanne prende un altro rimbalzo offensivo e inchioda a due mani. Nonostante ciò, con la tripla di Leunen e quella di Fitipaldo poi gli irpini passano di nuovo avanti e poi provano a scappare sul 31-27 al 17’. Gli ultimi giri d’orologio sono contraddistinti da tanta confusione, e così si va al riposo lungo sul 31-30.

Ad inizio ripresa la Scandone tocca il più 7, ma così come costruisce il parziale lo subisce visto che scollinata metà frazione Brindisi impatta a quota 42. Ci pensa Rich con un canestro dalla media distanza a riportare col naso avanti gli irpini. Questo fa arrabbiare coach Sandro Dell’Agnello che chiama il minuto di sospensione. La partita è equilibrata e resta tale, tanto che i pugliesi grazie alla tripla di Cardillo compiono nuovamente il sorpasso (48-47). Tempo due azioni ed è Wells che realizza in un battito di ciglia due canestri consecutivi che valgono il nuovo capovolgimento nel punteggio. Wells is on fire, e mette a segno anche la tripla che vale il 55-50 a meno di un minuto dalla conclusione. Avellino brucia il fischio della sirena con la tripla di Scrubb che fissa il punteggio sul 58-50.

Inizia l’ultimo periodo di gioco e come prevedibile, la Scandone prova a scappare. Raggiunge subito il più 11 ma Brindisi cerca di rispondere dalla lunetta. La tripla di tabella di D’Ercole allarga ancor di più la forbice, e poi ci pensa Rich a toccare il nuovo massimo vantaggio per Avellino sul 69-55 al 35’. Brindisi sembra alle corde, con poche idee e ancor meno il gioco, e così è necessario il timeout. I pugliesi ritornano in campo e arrivano al ferro con Lalanne, autore di un’altra schiacciata prepotente. Ma dall’altra parte la Sidigas colpisce ancora dall’arco. La partita di fatto non ha più nulla da raccontare, ma ci pensa anche Cady Lalanne a strappare gli applausi del palazzetto mettendo a segno la quarta schiacciata della sua partita, questa volta servito in transizione. Avellino vince 74-63 e strappa il pass per la finale di domani (ore 20:00) contro la vincente tra Virtus Bologna e Sakayara.

BRINDISI – AVELLINO 63-74

Parziali: (12-13; 30-31; 50-58; 63-74)

NBB: Mesicek 4, Tepic 6, Oleka 8, Cardillo 9, Sirakov, Giuri 5, Lalanne 20, Barber 8, Malaventura 3 All.: Dell’Agnello
SIDIGAS: Wells 14, Rich 14, D’Ercole 9, Scrubb 9, Leunen 3, Zerini 4, Parlato 3, Fitipaldo 18 , Bianco, Abrescia, Petronella. All.:Sacripanti

Arbitri: Weidman – Guarino – Napolitano