Lega A - Avellino, un partner per Fesenko, ma senza fretta

 di Massimo Roca  articolo letto 793 volte
Fonte: Il Mattino
Lega A - Avellino, un partner per Fesenko, ma senza fretta

Dopo aver mollato subito la presa sulla triade Ragland-Green-Logan, coach Sacripanti ha invece deciso di tenersi stretto i suoi lunghi. Una scelta controcorrente sotto il segno delle tre “f”. Dopo il fido Leunen ed il fiorentino Zerini, ecco il “fidanzato” Fesenko. Il corteggiamento all’ucraino ha portato i suoi frutti. Il centro ucraino sarà sicuramente beniamino del Pala Del Mauro nella prossima stagione. Bisognerà però capire quanto il nuovo sistema riuscirà ad esaltarne le potenzialità e quanto lo stesso pivot ex Utah Jazz riuscirà ad avere costanza di rendimento e di forma. Si vocifera che nell’articolato contratto che lo lega alla Sidigas siano previsti tanti bonus, ma anche qualche malus legato al peso forma. In questi giorni si è parlato molto di una divergenza di vedute nella scelta tra Sacripanti ed Alberani. Senza mettere il dito tra moglie e marito, ora c’è da completare il corredo, scegliendo il giusto complemento alle caratteristiche dell’ucraino, più di quanto lo sia stato lo stesso Cusin nella stagione appena trascorsa. L’identikit è ben noto. E’ quello che portava ad elementi del calibro di Mbakwe e Shane Lawal che la Scandone ritroverà come avversari (contro Torino e Bologna rispettivamente). Una tipologia non facilmente reperibile, come sostiene Alberani, rispetto ai centri “alla Fesenko”. Alle prime scelte sfumate bisogna aggiungere anche l’ex Pesaro Jarrod Jones. L’ “ungherese” è reduce da una stagione da 19,2 punti di media e 22,6 di valutazione (primo in campionato) e continua ad avere quotazioni fuori portata per le casse della Sidigas. I fari erano tutti puntati su Norvel Pelle, centro di passaporto antiguano. Ieri scadeva la possibilità del giocatore di uscire dal contratto con Varese. L’agente italiano del cestista è rimasto in vana attesa di una chiamata da Avellino. Il cestista era nella lista di gradimento del diesse Alberani, ma pare non lo fosse in quella di coach Sacripanti. Ma al di là delle disquisizioni tecniche il problema con cui si trova a convivere Alberani è anche di carattere economico. L’accordo con Fesenko pare abbia prosciugato la parte rimanente del budget. Probabilmente ci sarà bisogno di un “rinforzino”, per dirla alla conte Mascetti, per poter mantenere un profilo medio alto anche in termini di esperienza. Avellino potrebbe restare alla finestra in attesa di sviluppi interni (leggasi extrabudget) o esterni. Sull’argomento Nicola Alberani è chiaro: “Non credo che ci saranno problemi di risorse per la nostra ultima scelta. Restiamo alla finestra in attesa di scegliere la soluzione più confacente alle nostre necessità. Mancano due mesi all’inizio del campionato e non abbiamo fretta. Cerchiamo il giocatore migliore possibile che abbia quelle qualità atletiche e di dinamicità di cui abbiamo parlato più volte”. Diversi i nomi accostati alla Scandone in questi giorni: il rookie Moses Kingsley di passaporto nigeriano, appena uscito dall’Università dell’Arkansas (12,1 punti, 7,7 rimbalzi in 28 minuti di media) e diretto in Belgio, il congolese Omari Gudul, lo scorso anno in Bulgaria al Beroe (11,8 punti e 6,2 rimbalzi in 25,1 minuti di media) anche lui prossimo ad accasarsi. Altri profili offerti sono Ivan Marinkovic lo scorso anno allo Zadar Zara e Shevon Thompson reduce da una stagione in D-League agli Erie Bayhawks così come Prince Ibeh, 23-enne centro britannico ai Long Island Nets, ed anch'esso diretto nella nuova G-League. Sono tutti elementi che non entusiasmano: “Proviamo a mettere in squadra un giocatore di livello più alto. Speriamo di riuscirci” commenta seraficamente Alberani. Si attende intanto l’ufficializzazione drll’accordo con Lorenzo D’Ercole. Il play pistoiese completerà la pattuglia degli italiani insieme ad Ariel Filloy. L’italo-argentino si sta giocando chance importanti per essere nei 12 che saranno agli Europei agli ordini di Ettore Messina. Andrea Zerini, invece, ha dovuto dare forfait anticipatamente. Gli altri due saranno Salvatore Parlato e Lorenzo Esposito. Quest’ultimo sarà anche colonna portante della nuova under 20 che si annuncia di buona qualità. Oggi dovrebbe essere comunicato il calendario completo del precampionato biancoverde.