A2 - Risoluzione contratto fra la Pallacanestro Trapani e Stefano Bossi

11.07.2018 11:28 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 472 volte
A2 - Risoluzione contratto fra la Pallacanestro Trapani e Stefano Bossi

La 2B Control Trapani comunica di aver risolto il contratto con il playmaker Stefano Bossi. Ritornato a Trapani dopo i due anni di prestito a Trieste, nella scorsa stagione Bossi ha collezionato 33 presenze tra campionato, Coppa Italia e playoff realizzando 6 punti di media a partita.

Al giocatore vanno i più sinceri ringraziamenti per il lavoro svolto e l’augurio di un radioso futuro.

 

Stefano Bossi ha salutato tutti con una lettera:

Sono trascorsi 5 anni dalla mia prima stagione con la Pallacanestro Trapani (seppur con una parentesi di 2 anni a Trieste) e posso dire di essermi sentito sempre a casa. Società, tifosi, città e amici del posto non mi hanno mai fatto mancare niente. Non posso che essere grato a tutti per tutto questo.

L’anno scorso, quando decisi di tornare a Trapani non mi sarei mai aspettato di dover andare altrove dopo una stagione ma nello sport le variabili sono infinite, quindi qualche giorno fa, dopo un confronto con la società e i miei agenti, abbiamo preso questa decisione per il bene reciproco.

Mi dispiace lasciare quella che a tutti gli effetti è stata una seconda casa, compresi tutti i legami che ho stretto nel corso degli anni con tifosi, amici extra-basket, compagni e dirigenti.

Il grazie più sincero va alla famiglia Basciano. Il presidente in primis ma soprattutto Nicola, il quale dal primo momento è stato sempre disponibile e professionale.

Un grazie sincero a tutti i tifosi ed ai trapanesi granata che con costanza hanno sempre sostenuto la squadra.

Un grazie ad Andrea Renzi. So che non ama le cose pubbliche in questo stile ma per me è stato e sarà come un fratello per tutto quello che abbiamo passato in questi anni.

Infine un grazie e un abbraccio a tutte quelle persone che spesso lavorano nelle retrovie e non vengono citati: Luca, Dario, Marco, Anna, Ciccio, Gaspare, Michele, Franco, Baldo e Peppe. Grazie per tutto quello che abbiamo passato in questi anni”.