A Playoff - Milano domina poi spreca, ma nel finale agguanta Gara 2

 di Giorgio Bosco  articolo letto 1267 volte

Secondo capitolo di questa serie che va in archivio tra Olimpia Milano e Red October Cantù con i ragazzi di coach Pianigiani che mettono le mani su Gara 2 vincendo 87 a 75. Prova solida dell'Olimpia che domina per tutto il corso della partita toccando anche il +25 di vantaggio (50-25) a metà seconda frazione. Nel terzo periodo però Cantù ritrova il bandolo della matassa grazie a Burns, Culpepper e Thomas toccando il minimo svantaggio sul 61 a 55. Nel finale Milano si affida a Tarczewski, Micov, Bertans e Kuzminskas. Match point per le Scarpette Rosse che avranno la possibilità di staccare il pass per le semifinali già giovedi' per Gara 3 al Pala Desio.

 

Cronaca 

Si comincia! Cambio nello starting five per la Red October che schiererà Smith, Culpepper, Chappell, Burns e Thomas (non Ellis come in Gara 1). Discorso diverso per l'Olimpia che conferma il quintetto di Gara 1 con Cinciarini, Micov, Kuzminskas, Goudelock e Tarczewski. Il primo ad andare a referto è l'ex Micov che realizza in penetrazione prima che Chappell e Thomas da tre punti scrivano il vantaggio brianzolo sul 4 a 6. Cinciarini si iscrive alla partita e impatta sul 6 a 6, ma Thomas con un 2+1 da una parte e Kuzminskas, Tarczewski e ancora Micov dall'altra aggiornano lo score sul 12 a 9. Match subito molto pimpante, Kuzminskas fa esplodere il Forum da tre punti mentre Burns corregge un errore di Smith fissando il punteggio sul 15 pari. Brutto finale di primo quarto per Cantù, Culppeper fa 0 su 2 dalla lunetta e Milano non perdona con Jerrells e Micov che allungano sul 24 a 17 al 10'. L'avvio di secondo quarto è ancora di marca Olimpia che raggiunge la doppia cifra (27-17) di vantaggio grazie al 3 su 3 dalla lunetta di Bertans. Burns sblocca i suoi da oltre i 6,75, ma un altro parziale di 8 a 2 dell'Olimpia fa volare i padroni di casa sul 35 a 23. Continua il momento negativo per la compagine brianzola. Sodini prova a fermare l'emorragia dei suoi chiamando il minuto di sospensione prima del 2+1 di Gudaitis (40-25). Tarda ad arrivare la risposta della Red October, altro 10 a 0 per i meneghini che toccano il + 25 (50-25) al 16'. Culpepper brucia due volte la retina da oltre i 6,75 m con Smith e Burns che provano una timida rimonta approfittando del fallo tecnico fischiato a Micov riaccorciando sul 53 a 35. Sono due errori al tiro di Culpepper e Goudelock a mandare le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 54 a 39. Al 20' sono già 13 i punti per Bertans mentre è da sottolineare la strepitosa doppia doppia di Burns (14+10) dopo appena 18' minuti di gioco. 

 

Culpepper muove subito la retina mentre Milano pare per la prima volta in difficoltà dal punto di vista offensivo. Burns mette a segno il suo quindicesimo e sedicesimo punto, ma dopo 3' si sblocca anche l'Olimpia con l'1 su 2 di Gudaitis dalla lunetta. Ancora dalla lunetta va a referto la compagine meneghina con il 2 su 2 di Kuzminskas che vale il 57 a 43. Problemi di falli per entrambe le squadre, Burns da una parte e Kuzminskas dall'altra sono costretti a sedersi anzitempo in panchina con 4 penalità sulle spalle. La palla inizia a pesare e Milano continua a sbagliare. Dall'altra Cantù è cinica e in un amen confeziona un 7 a 2 di parziale con Ellis e Thomas che costringono coach Pianigiani a chiamare timeout. Tarczewski ancora dalla lunetta fa +11, ma i brianzoli sono in gas e tornano a contatto con Thomas e Culpepper per il -6 (61 a 55). Milano sembra con le spalle al muro, ma trova un reazione d'orgoglio con le schiacciate di Pascolo e Tarczewski che riallungano sul +10 (65-55). Ci pensa Bertans da oltre l'arco a chiudere la terza frazione sul 68 a 55. Sono due punti a testa di un positivissimo Tarczewski e di Culpepper ad aprire gli ultimi 10' con il divario tra le due squadre che rimane invariato. Continua lo show del folletto di Sodini che realizza un personalissimo 4 a 0 di parziale che costringe Pianigiani a chiamare timeout sul punteggio di 70 a 61. Dal minuto di sospensione entra un'altra Olimpia, ancora protagonista Tarczewski e la tripla di Micov. Milano fa le prove generali per il ko. Il risultato dice 75 a 61 a 6' dalla fine. Cantù ci prova sino all'ultimo, ma Kuzminskas prima e i liberi di Micov mettono il punto esclamativo su Gara 2. Finisce 87 a 75.

 

 

Olimpia Milano- Red October Cantù 87- 75

Parziali: 24-17, 30-22, 14-16, 19-20

Totali: 24-17, 54-39, 68-55, 87-75

 

Tabellini Milano: Tarczewski 12, Cinciarini 6, Goudelock 2, Abass, Bertans 16, Gudaitis, Jerrells 9, Micov 13, Cusin, Pascolo 6, Vecerina, Kuzminskas. All. Pianigiani 

 

Tabellini Cantù: Burns 18, Culpepper 24, Thomas 18, Smith 5, Chappell 5, Ellis 4, Maspero, Tassone, Parrillo, Cournooh. All. Sodini