Trentino Basket Cup - La Turchia di Ataman si riscatta e conquista la terza posizione: battuta la Repubblica Ceca

18.06.2016 19:47 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 616 volte
Fonte: Aquila Basket
Trentino Basket Cup - La Turchia di Ataman si riscatta e conquista la terza posizione: battuta la Repubblica Ceca

Scottata dalla sconfitta allo sprint dalla Cina, la Turchia trova pronto riscatto nella finale del terzo posto della Trentino Basket Cup battendo per 92-65 la Repubblica Ceca, trovando punti praticamente dall'intero roster (13 giocatori sui 14 eccezionalmente mandati a referto) in una gara sostanzialmente senza storia, in cui le assenze di Satoransky e Vesely da una parte paiono pesare assai più di quelle di Bobby Dixon e Senan Guler dall'altra.   
La cronaca: la Turchia, lanciata da un gioco da tre punti di Sipahi e da una delle rare iniziative di Asik, scappa via sul 7-2. La Repubblica Ceca, motivata ad evitare di subire un'altra ripassata come quella incassata dall'Italia, si affida alle soluzioni di Auda (10-11), ma i 9 punti del prodotto di Seton Hall non sono sufficienti a controbattere al talento di Cedi Osman. Con 7 punti dell'esterno dell'Efes il primo periodo va in archivio sul 22-16 turco. Nel secondo quarto Goksenin Koksal (8 punti con 2/2 da 3) e Melih Mahmutoglu (6 con 2/3 nelle triple) sfruttano a dovere gli spazi lasciati sul perimetro dai raddoppi cechi sul post basso di Erden e Asik. 

All'intervallo lungo il punteggio è 45-37, con il solo Lukas Palyza (11 punti tutti segnati nel terzo periodo) a tenere botta alla superiorità tecnica e fisica del team allenato da Ergin Ataman. 

Al rientro dagli spogliatoi, le percentuali di tiro degli anatolici non accennano a calare. Affidandosi alla lucidità e alla precisione della guardia del Fenerbahce Mahmutoglu (10), alle penetrazioni di Osman (10) e, last but not least, ad un 11-19 di squadra dall'arco, la Turchia arriva al 30' su un rassicurante 70-52. L'ultimo periodo, così, diventa poco più di uno scrimmage, con le due squadre a sfruttare i 10 minuti restanti per provare ad eseguire con pulizia in attacco, tentando tutt'al più qualche soluzione tattica nella metà campo difensiva. Finisce 92-65 con Patrik Auda top scorer della gara con 13 punti.