Torneo di Mannheim - Italia inarrestabile, battuta anche la Francia e semifinale conquistata

 di Giorgio Bosco  articolo letto 347 volte
Fonte: Fip.it
Torneo di Mannheim - Italia inarrestabile, battuta anche la Francia e semifinale conquistata

E’ semifinale!!! La Nazionale Under 18 ha chiuso imbattuta il proprio girone e si è qualificata per la semifinale dell'Albert Schweitzer Tournament 2018. Dopo aver sconfitto Egitto, Cina, Stati Uniti e Russia, gli Azzurri di Andrea Capobianco hanno oggi superato anche la Francia nello scontro diretto che valeva il primato del gruppo B (83-73) e domani tornano in campo per affrontare l’Australia (ore 17.45), seconda nell’altro gruppo dominato dai padroni di casa della Germania. 

È stato ancora una volta Federico Miaschi il miglior realizzatore dell’Italia e della partita con 30 punti, 18 quelli di Mattia Palumbo e 15 per Omar Dieng.

Gli Azzurri sono partiti forte con le triple in serie di Palumbo, Dieng e Miaschi (17-11) ma poi la Francia è tornata a contatto e ha chiuso il primo tempo sul 45-41, monetizzando soprattuto una discreta superiorità a rimbalzo (37-28 alla fine). Dopo l’intervallo lungo la squadra di Andrea Capobianco però ha riordinato le idee e con molta pazienza ha ripreso in mano il controllo della gara, confermandosi squadra di talento ma anche molto solida.

L’Italia ha rimesso la testa avanti in chiusura di terzo quarto e poi ha dilatato il proprio vantaggio toccando anche i 12 punti e gestendo poi senza troppi problemi i tentativi di rientro dei transalpini (72-75) per poi ritrovare la doppia cifra di margine. Straordinaria nei 40 minuti la qualità dell’attacco Azzurro, che ha chiuso col 52% (11/21) nel tiro dall’arco. Un dato tutt’altro che casuale.

Le parole di coach Capobianco a fine partita: “Fisicamente e atleticamente la Francia ci era superiore, è una squadra tosta e che gioca un’ottima pallacanestro. Abbiamo iniziato la partita segnando molto da fuori e questo paradossalmente ci ha un po’ impigrito perché abbiamo smesso di attaccare l’area per creare gli spazi giusti. Nel primo tempo non mi è piaciuta la nostra difesa: giochiamo spesso con quattro esterni e quindi dobbiamo ricordarci di mordere sempre. L’abbiamo fatto con continuità dopo l’intervallo e così siamo riusciti a inceppare il loro attacco con la difesa che piace a me, quella che coniuga cuore e cervello. Questi ragazzi sono straordinari, sono veramente orgoglioso di quello che stanno facendo in questi giorni. Ed è veramente gratificante a fine partita ricevere i complimenti degli altri allenatori, per la qualità della nostra pallacanestro e per l’atteggiamento che i ragazzi mantengono in campo anche nelle difficoltà”.

Francia-Italia 73-83 (23-19; 45-41; 59-64)
Francia: Bourrais 3, Crésol 12, Dimanche 26, Hippolyte, Rey 4, Makoundou 2, Baptiste 8, Dossou Yovo 13, Coudreau 2, Robineau 2, Leopold 1, Eyoum.
Italia: Costi, Dieng 15, Conti 2, Laganà 3, Czumbel 6, Miaschi 30, Palumbo 18, Graziani 3, Dellosto, Da Campo, 2 Battistuzzi, Ladurner 4. All. Capobianco