Small Countries 2016: la terza giornata

01.07.2016 09:27 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 601 volte
Small Countries 2016: la terza giornata

Ieri si è svolta la terza giornata dello Small Countries European Championship 2016 in Moldova

Passano il turno le prime due squadre di ogni girone; oggi ci sarà un giorno di riposo, a cui seguiranno sabato le semifinali e domenica la finale

Girone A
Irlanda-San Marino 79-55 (Fitzpatrick 33, Dick 13, O'Reilly 11+13rim; Raschi 18, Botteghi 4+8rim)

Gibilterra-Malta 50-70 (Turner 16+6rim, Guerrero 7+9rim; Bugeja 28+4ass, Falzon 18+26rim+4ass, Formosa 17+9rim+4ass)

Classifica (aggiornata): Irlanda 3-0, San Marino 2-1, Malta 1-2, Gibilterra 0-3

Domina il girone A la nazionale irlandese, due vittorie altisonanti e una più contenuta contro San Marino. Ben sette i giocatori che hanno fatto l’ultima FIBA Europe Cup nella pessima partecipazione dell’Hibernia. La guida è sicuramente il giocatore-allenatore Colin O’Reilly 9.3pts, 12.7rbs e 5.7ast. Due i giocatori provenienti da campionati stranieri: l’ala Brian Fitzpatrick, dal campionato danese, miglior marcatore a 19pts di media, e il classe 97 Jordan Blount, da Illinois-Chicago, che nonostante la giovane età viaggia a 10pts e 6.3 rbs di media. Passa anche San Marino, con due vittorie convincenti: la guida è il veterano Andrea Raschi, una vita nella B1 italiana, 15.7pts e 7.7rbs. Ottimo anche il centro Andrea Botteghi, l’ultima stagione a Santarcangelo in B, 12pts+13.7rbs. Anche qui l’ossatura è formata dalla squadra di club locale, l’ultima stagione in Serie C gold, e altri giocatori delle minors come Gioele Moretti, anch’egli a Santarcangelo (7.3pts e 3.7rbs nelle tre partite giocate). Priva delle stelle Samuel Deguara e Darryl Jackson, ambedue ex del campionato italiano, lascia la competizione la nazionale di Malta, guidata dal coach della Luiss Roma Andrea Paccariè, con due sconfitte senza discussione. Il miglior giocatore è Tevin Falzon, 12.3 pts+14rbs di media, unico giocatore non “locale”, che ha appena chiuso il quadriennio nella divisione I della NCAA con i Sacred Heart Pioneers di Fairfield, Connecticut. Ultimo posto per Gibilterra, che chiude con 41.7pts di squadra di media, tre sconfitte nette, e presente alla competizione con soli nove giocatori.

 

Girone B
Armenia-Galles 92-40 (Daniyelyan 20, Khachaturian 17+7rim, Konstantinov 12+11rim+7ass, Dunston solo 8' giocati; Waite 11+6ass)

Andorra-Moldova 80-72 (Farfan 17+6rim, Colom 16+9rim+4rub, Fernandez 14+7rim+8ass; Colesnicov 15+9rim, Ostafiiciuc 13)

Classifica (aggiornata) Andorra 3-0, Armenia 2-1, Moldova 1-2, Galles 0-3

Vince un combattuto girone B la nazionale andorrana, nonostante l’assenza del giocatore dell’Unics Kazan Quino Colom, è guidata da alcuni ottimi giocatori come il fratello Guillem Colom, che giocherà l’anno prossimo in ACB con la squadra di club proprio di Andorra, con 16.9 pts e 6 rbs di media, e il resto della squadra composta da giocatori di Liga EBA, la quarta serie spagnola, di cui molti appartenenti alla squadra “B” del BC Andorra. Tra di essi spicca Albert Farfan, 16 pts di media. Nonostante la presenza dell’unico naturalizzato della competizione, c’è solo il secondo posto per la nazionale armena. Sugli scudi l’ex Arizona State Andre Spight, 23 e 24 pts nelle due partite combattute dell’Armenia; non domina come ci si aspetterebbe Bryant Dunston, che ha messo su cifre alte solo nella sconfitta contro Andorra, 11pts+13rbs. Arriva l’eliminazione per la Moldova e il Galles. Padroni di casa che, con un roster formato da giocatori locali, fanno comunque una buona figura, una vittoria e due sconfitte più che dignitose. Malissimo il Galles, che va a casa senza vittorie, e due sconfitte pesantissime (oltre 40 punti di scarto). 

 

Qui i risultati della prima giornata.

Qui i risultati della seconda giornata.

Programma delle semifinali di sabato:

Irlanda-Armenia ore 17.15

Andorra-San Marino ore 19.30