Slovenia 2013 girone E Lituania-Francia 76-62

19-23 ai liberi è il dato statistico che la dice lunga sulla capacità dei lituani di penetrare nell'area avversaria
11.09.2013 22:45 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1754 volte
Slovenia 2013 girone E Lituania-Francia 76-62

La Lituania ha bisogno di due vittorie per sperare di proseguire nel cammino degli Europei, mentre la Francia potrebbe trovare già stasera la qualificazione al turno successivo.

Lituania-Francia 76-62 (16-10, 32-27, 51-42) Seibutis 15, Valanciunas 13; Kleiza 11; De Colo 12, Parker 11, Ajinca 10.

Avvio controllato delle due squadre (8-9) poi l'ingresso di Valanciunas rompe l'equilibrio a favore della Lituania. La Francia ha difficoltà evidenti in attacco, i baltici arrivano a +11 ma con 0/10 da tre e 4 stoppate subite non prendono il largo e, nel finire del secondo periodo, subiscono la verve della star degli Spurs Tony Parker che riporta i suoi a -2 (27-25), ma che allo scadere commette fallo su Pocius: il punteggio si fissa al riposo lungo sul 32-27. La Lituania riparte con un Kleiza rinfrescato, allunga ma Kazlauskas si becca un tecnico che riporta la Francia sul 43-39. Tecnico al 27' a Batum per simulazione 45-39. Molto fisico (Motiejunas ha 8 kg in più rispetto a Treviso) e poca tecnica nelle corde delle due formazioni: Javtokas ci smentisce con un pregevole gancio cielo. Nel finale del terzo periodo i galletti si incartano, soffrono i tagli dei lunghi baltici e vanno sotto di nove 51-42. 0-4 in apertura ultimo periodo per la Francia, ma le triple di Pocius e Kleiza portano al Lituania sul +12 La Francia ricomincia con buoni schemi, ma concede liberi pesanti a Kuzminskas contro Ajinca forte in attacco ma colabrodo in difesa; al 35' timeout Lituania per riequilibrare la fase difensiva sul 63-55. Seibutis e Valanciunas firmano l'8-0 chiuso da De Colo 71-57 che chiude virtualmente l'incontro con solo 1'30" da giocare. Finisce così 76-62.