Simone Pianigiani "squadra in crescita, peccato che non c'è più tempo per prepararci"

30.08.2015 22:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 493 volte
Simone Pianigiani "squadra in crescita, peccato che non c'è più tempo per prepararci"

Tocca a Simone Painigiani poco dopo la schiacciata di Polonara che chiude la partita contro la Russia, lasciare le considerazioni finali sulla preparazione della Nazionale Azzurra prima di cominciare Eurobasket 2015 al microfono di Alessandro Mamoli.

"Oggi abbiamo avuto un problema tecnico attaccando male la zona e soprattutto i cambi. Ma questo fa parte del non vissuto che abbiamo, del non aver le opzioni e quindi c'è voluto un pò contro una Russia che ha la taglia, i mezzi e l'esperienza per farli ad isolare prima Gallo, poi la penetrazione del Beli, attaccando con molta calma invece di fare un pò di casino. Devo dire che la squadra cresce, però non c'è più tempo e queste cose volevamo averle vissute prima, non abbiamo potuto far vedere qualcosa con Bargnani in campo per far valere la sua perimetralità.

Abbiamo due/tre giorni per fissare qualche concetto. Partite come questa servono; non abbiamo tantissime certezze tecniche come volevamo. Poi io sono rompiscatole, non sono mai contento di aver fatto abbastanza. Prendiamo buona l'emotività di questi ragazzi che nei finali di gara hanno fatto tante cose giuste: un segnale emotivo buono.

Eurobasket con 5 partite in 6 giorni significa che può succedere di tutto: un acciacco, problemi di falli in una gara, qualcuno che semplicemente il giorno dopo non ce la fa come successo oggi - bene che Gallinari (32 punti, 10 rimbalzi, 13 falli subiti ndr), dopo il riposo forzato di ieri abbia risposto così - in partite che sono senza respiro in cui in un minuto devi decidere di fare la cosa giusta.

E con il peso di questa maglia addosso, che è un peso forte. I ragazzi, con il loro poco vissuto, devono riconoscere le situazioni dove c'è un vantaggio: se un vantaggio è lì, lì bisogna andare anche dieci volte consecutive.Una volta sarà Gallo come stasera, una volta sarà da un'altra parte. Dobbiamo essere più cinici a sfruttare qualche recupero o qualche contropiede in più: ne abbiamo bisogno come l'ossigeno. Bene stasera che Danilo abbia fatto il cinque: abbiamo un'arma in più, che può starci bene".