Scauri, gli azzurri Over vincono e divertono

01.06.2015 18:15 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 484 volte
Fonte: mario natucci
pino corvo
pino corvo

La nazionale Over 40 di coach Alberto Bucci ha fatto onore al suo nome. Ha vinto superando la Rappresentativa del Golfo per 92 - 68 e ha divertito il pubblico accorso al PalaBorrelli per rendere omaggio alla memoria del grande Gigi Ranieri. In suo onore i giocatori del Golfo avevano tutti il numero 4 sulla maglia, una iniziativa originale dettata da estro e fantasia uniti ad amore e generosità, tutte doti di cui il nostro Sud è ricco. Si è conclusa dunque nel migliore dei modi la giornata dedicata a Ranieri, apostolo del basket a Scauri, amato per le sue doti tecniche di giocatore e di allenatore e per le sue qualità umane non soltanto dagli appassionati della palla a spicchi. Diciamo nel migliore dei modi sia perché - accanto a pubblicazioni e discorsi e commemorativi - non si poteva prescindere dal basket giocato, sia soprattutto perché lo stesso Gigi Ranieri avrebbe voluto così. La presenza della nazionale Master, carica di gloria per i titoli europei e mondiali conquistati, è stata la ciliegina sulla torta. Gli azzurri hanno divertito e si sono divertiti, questo è il loro marchio di fabbrica, esibito nella tante partite  giocare nella Penisola.
 La Rappresentativa del Golfo, che aveva il vantaggio di un'età media più giovane, ha saputo impegnare gli azzurri, che nelle prime battute della partita hanno dovuto scrollarsi di dosso un po' di ruggine e si sono trovati in svantaggio 12 - 17 dopo sei minuti. Tanto è bastato per pungolare l'orgoglio degli 'Over 40' di Bucci, che hanno reagito con un parzialone di 12 - 0 chiudendo il primo quarto sul 24-17 mettendo in scena una serie di spettacolari realizzazioni in contropiede di Delli Carri e Corvino. I ragazzi del Golfo sono ripartiti con grinta e a metà del secondo quarto hanno annullato quasi del tutto il divario (34-33). Ma anche stavolta i vecchietti di Bucci hanno saputo reagire e a portarsi al riposo in vantaggio di 14 punti (52-38).
Gli azzurroni, più lenti a carburare,  a questo punto hanno marciato a pieno regime, e il vantaggio è aumentato progressivamente a vista d'occhio fino a raggiungere i 30 punti (80-50) alla fine del 3° quarto. Merito anche dell'innesto di  Pino Romano, che ha esordito in azzurro in modo brillante, a suon di canestri da fuori e in entrata. Ben rodato, benedetto da un'energia impensabile in un quarantenne, Romano giocava di fronte a un pubblico che lo conosce bene, e forse si è fidato un po' troppo delle sue buone qualità di tiratore. Ma il suo esordio è stato certamente positivo. Accanto a lui avrebbe dovuto fare il suo esordio anche Feliciangeli, altro neo-quarantenne coi fiocchi, ma era impegnato con la sua NpC Rieti nei playoff di serie B, quarti di finale contro la Luiss di Roma, battuta sonoramente 95 - 55. Esordio rimandato, dunque; inutile aggiungere che Feliciangeli è atteso con fiducia dalla formazione Over 40 che si prepara per i mondiali di Orlando, Florida.
Di nuovo puntando sui suoi giovani rampanti, il Golfo piazza un parziale di 9-0 in apertura dell'ultimo quarto, ma facendo appello a energie e esperienza, gli azzurroni  conducono in porto la gara regalando spunti di buon basket. Poiché nel referto tutti i canestri  risultano messi a segno dal numero 4, impossibile stabilire i punteggi della Rappresentativa del Golfo. Ma meritano una citazione i ragazzi che hanno saputo mettersi maggiormente in luce, a cominciare dal talentuoso Andrea Longobardi da Secondigliano, da Antonello Lilliu e dal fromboliere Elio Scotto.
 I ragazzi del Golfo avevano avuto Gigi Ranieri come allenatore. Accanto ai giovani nella Rappresentativa del Golfo hanno giocato alcuni Over 40 che erano stati compagni di squadra di Gigi gli Over 40 e che non hanno voluto mancare al 'Memorial Ranieri': Ciccio De Lise, che è venuto da Cefalù, Giorgio Colarullo, che è venuto da Palmi, Antonio Riscolo, Renato Giannini, Nicola Santoro. Alla presentazione delle squadre gli applausi più calorosi se li sono presi loro. Gli abbracci finali hanno suggellato una serata pienamente riuscita, alla quale non sono mancati riconoscimenti e premi: alla mamma e al fratello di Gigi Ranieri, a coach  Alberto Bucci, uno dei più grandi in Italia, e infine a Pino Corvo, giudicato MVP della gara.

Ecco infine le formazioni e i punteggio degli azzurri:
NAZIONALE MASTER: Corvino 8, Donati 2, Delli Carri 11, Sbarra 3, Romano 16, R. Esposito 14, Corvo 17, Venturi 13, Tavelli 2, Reali.
RAPPRESENTATIVA DEL GOLFO: Camerota I., Camerota M., Celenza, Colarullo, D'Acunto, De Lise, Di Marzo, Gallo, Lilliu, Longobardi, Pontecorvo F., Pontecorvo V., Riscolo, Sasso, Scotto, Scalzone, Giannini.