Olympic Games 2016: BRASILE

26.07.2016 00:03 di Lorenzo Belli  articolo letto 231 volte
Olympic Games 2016: BRASILE

BIO: Per le Olimpiadi casalinghe i brasiliani puntano tutto sulla grande esperienza – 30 anni età media, la più alta del torneo – di un gruppo oramai consolidato a medio/buon livello che con la spinta del pubblico locale dovrà provare a compiere l'impresa di quantomeno avvicinare le medaglie; le assenze di Splitter e Faverani certamente non sono belle notizie per il coach argentino Magnano, campione Olimpico con il paese nel 2004, costretto a rivedere le rotazioni sotto canestro. La leadership di Huertas, il duo dei Warriors Barbosa – Varejao e la presenza di Nene sotto le plance i punti di forza ma servirà l'apporto dei meno gettonati Luz e Marquinhos per far sognare Rio de Janeiro

 

QUALIFICATI: il Brasile partecipa a queste Olimpiadi in quanto paese ospitante della manifestazione

 

OCCHI SU: Marcelinho Huertas, il metronomo ex Barca e ora ai Lakers avrà il compito di dettare i ritmi e mettere nelle condizioni ideali le altre star di andare canestro; la sua inventiva unita alla grande esperienza maturata negli anni è uno dei pilastri a cui si affida il Brasile per sognare una medaglia Olimpica che manca dal 1964 (bronzo)

 

CALENDARIO: inserita nel gruppo B - 07/09 vs Lituania – 09/09 vs Spagna – 11/09 vs Croazia – 13/09 vs Argentina – 15/09 vs Nigeria

 

ROSTER:

Leandro Barbosa – guardia

Vitor Benite – guardia

Alex Garcia – ala

Guilherme Giovannoni – ala/centro

Rafael Hettsheimeir – ala/centro

Nene Hilario – centro

Marcelinho Huertas – play

Augusto Lima – centro

Rafael Luz – play

Marcus Vinicius Marquinhos – ala

Anderson Varejao - centro