Nazionale femminile, qualificazioni Europeo 2015, Italia batte Estonia 66-58

Vittoria a Lucca per le ragazze di coach Ricchini
08.06.2014 21:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1180 volte
Fonte: Ufficio Stampa FIP
Nazionale femminile, qualificazioni Europeo 2015, Italia batte Estonia 66-58

Sofferta ma meritatissima, per la Nazionale Femminile è arrivata la prima vittoria nell’esordio delle qualificazioni all’EuroBasket Women 2015. Al Palatagliate di Lucca, al cospetto del Ministro Stefania Giannini, del Presidente della Fip Giovanni Petrucci e di Simone Pianigiani, l’Italia si è imposta 66-58 sull’Estonia. Le Azzurre sono andate sotto nel primo tempo (anche -8) ma sono state capaci di rimontare nel secondo quarto e poi hanno trovato l’accelerazione decisiva nella seconda metà dell’ultimo periodo. 

La miglior marcatrice dell’Italia è stata Francesca Dotto con 12 punti, in doppia cifra anche Masciadri e Crippa a quota 10. In serata la Nazionale è tornata a Roma, domani la partenza per Lisbona: mercoledì in Portogallo il secondo impegno del girone, poi la doppia trasferta in Lettonia ed Estonia.

LA CRONACA - Ricchini ha scelto per il quintetto base Dotto, Consolini, Masciadri, Fassina e Laterza ma l’avvio delle Azzurre è stato impaurito nonostante la splendida cornice di pubblico offerta dal PalaTagliate (1.500 spettatori sulle tribune). Al primo canestro della partita realizzato da Dotto ha risposto Rebane e poi l’Estonia ha preso coraggio di fronte alle indecisioni delle Azzurre: il momento peggiore in avvio di secondo quarto (10-18) e poi è stata Zandalasini, la più giovane in campo, a scuotere la squadra di Ricchini dal torpore. I 6 punti consecutivi dell’ala hanno riportato l’Italia a contatto, di Sottana dall’angolo la tripla del +3 e poi quella di Crippa per il 32-26. Il canestro in post basso di Rebane ha fissato il punteggio sul 32-28 prima dell’intervallo lungo.

Nel terzo quarto l’Estonia ha confermato di essere squadra solida e ben organizzata e dopo il canestro di Anderson è arrivato il pareggio di Kast a quota 34: le due triple consecutive di Masciadri ci hanno riconsegnato il vantaggio sul 42-38 ma Kast ci ha nuovamente fatto preoccupare col gioco da tre punti (42-41). Due tiri in sospensione di Consolini ci hanno ancora illuso ma l’Estonia è rimasta lì anche alla conclusione del terzo quarto (46-43).

L’Italia ha toccato il +5 in avvio di ultimo periodo ma l’antisportivo fischiato a Crippa ha permesso all’Estonia di tornare sotto sul 50-49. Subito dopo però è arrivato l’allungo dell’Italia, con Crippa e Dotto grandi protagoniste del parziale che ci ha permesso di andare sul 59-50 a 3 minuti dalla fine. Nel finale l’Italia ha amministrato il punteggio pur senza riuscire ad accumulare un vantaggio maggiore, di Sottana il libero del definitivo 66-58. 

Italia-Estonia 66-58 (14-18; 32-28; 46-43)
Italia: Consolini 9 (4/7, 0/1), Fassina 4 (2/2, 0/1), Pastore 3 (1/5, 0/1), Sottana 6 (1/7, 1/4), Dotto 12 (6/9, 0/1), Santucci 4 (2/4, 0/1), Masciadri 10 (2/5, 2/7), Spreafico ne, Crippa 10 (0/3, 2/2), Laterza (0/2, 0/1), Zandalasini 8 (3/6, 0/1), Bestagno ne. Coach: Ricchini.
Estonia: Mill 4 (2/5), Kasernagi ne Jallai ne, Puu 10 (1/1, 2/3), Sokman ne, Kast 5 (1/6), Anderson 11 (2/9, 0/5), Pokk (0/1), Bratka (0/2), Piibur 3 (1/1), Rebane 14 (7/10), Mesila-Kaarmann 11 (5/8). Coach: Leoi.
Arbitri: Radovic (Cro), Majkic (Slo), Denkovski (Macedonia).
T2P: Italia 21/50; Estonia 19/43.
T3P: Italia 5/20; Estonia 2/8.
TL: Italia 9/14; Estonia 14/18.
Rimbalzi: Italia 32; Estonia 29.
Palle recuperate: Italia 8; Estonia 3.
Assist: Italia 14; Estonia 8.
Falli commessi: Italia 19; Estonia 20.