Nazionale A Femminile Domani a Lucca Italia-Estonia (ore 18.30, diretta RaiSport2)

Ricchini: "Sfida già decisiva"
07.06.2014 15:53 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1188 volte
Fonte: Ufficio Stampa FIP
Nazionale A Femminile Domani a Lucca Italia-Estonia (ore 18.30, diretta RaiSport2)

Dopo un mese di raduno e nove partite amichevoli, domani la Nazionale Femminile affronta la prima partita di qualificazione all’Europeo che si giocherà nel 2015 in Romania e Ungheria. Le Azzurre scenderanno in campo al PalaTagliate di Lucca contro l’Estonia (ore 18.30, diretta su RaiSport2).

Si tratta già di una sfida importante del girone C, che comprende anche Lettonia e Portogallo: all’EuroBasket Women del prossimo anno accederanno infatti le prime classificate di ogni gruppo e cinque delle sei migliori seconde. Contro l’Estonia a livello Senior non esistono precedenti, quella di coach Jaanus Lekvoi non è una formazione che presenta nel proprio roster giocatrici particolarmente conosciute a livello europeo ma Roberto Ricchini invita a non abbassare la guardia alla vigilia di un impegno che potrebbe già rivelarsi decisivo. Merike Anderson, ala piccola di 33 anni, è certamente la giocatrice estone più pericolosa: nell’ultimo test con l’Ungheria ha messo a segno 19 punti con 3/5 dall’arco.

“La preparazione a questo ciclo di partite è stata costellata da diversi problemi fisici delle nostre giocatrici – ha spiegato coach Ricchini – ma arriviamo preparati e determinati a questa sfida che rischia già di essere decisiva. Dovremo sopperire alla mancanza di chili e centimetri con la velocità, l’aggressività difensiva che da due anni è il nostro marchio di fabbrica. L’Estonia è una realtà in crescita, lo scorso ha giocato una buona qualificazione impegnando Olanda e Grecia: Anderson è il punto di riferimento offensivo, anche Rebane la conosciamo perché ha giocato le ultime due stagioni nel campionato italiano, in A2”.

A sostenere le Azzurre al PalaTagliate ci saranno anche il Ct della Nazionale Maschile Simone Pianigiani e il Presidente della Fip Giovanni Petrucci, che oggi ha incontrato squadra e staff per un saluto e un incoraggiamento in vista della sfida con l’Estonia.

Per la partita di domani, lo staff tecnico Azzurro ha tenuto a riposo Giulia Gatti ed Emily Correal (piccoli problemi fisici) e con loro Martina Sandri e Sara Bocchetti. Gaia Gorini domani lascerà il raduno e il roster a disposizione di Ricchini si ridurrà a 16 giocatrici. Subito dopo la partita di Lucca, la squadra raggiungerà in pullman Roma e nel pomeriggio di lunedì partirà per Lisbona: mercoledì in Portogallo il secondo impegno del girone.

In mattinata, presso l’Associazione Industriali di Palazzo Bernardini, si è tenuta la tavola rotonda dal titolo “Donne e Sport” finalizzata a condurre una riflessione sulle opportunità e le peculiarità dello sport al femminile. Tra i relatori anche Paolo De Angelis, presidente della Lega Femminile. “Ringrazio la Fip per la collaborazione che sta dimostrando. I problemi del basket femminile sono il numero delle giocatrici e la visibilità, non certo la qualità del movimento dal momento che le Nazionali, Senior e Giovanili, negli ultimi anni stanno facendo miracoli“.

Italia-Estonia
(PalaTagliate di Lucca, ore 18.30, diretta su RaiSport2)

ITALIA
4 Chiara Consolini (’88, guardia, 1.85)
5 Martina Fassina (’88, ala, 1.82)
6 Chiara Pastore (’86, playmaker, 1.75)
7 Giorgia Sottana (’88, guardia, 1.75)
9 Francesca Dotto (’93, playmaker, 1.70)
10 Lavinia Santucci (’85, ala, 1.85)
11 Raffaella Masciadri (’80, ala, 1.85)
12 Laura Spreafico (’91, ala, 1.81)
13 Martina Crippa (’89, guardia, 1.78)
15 Maria Laterza (’89, centro, 1.91)
22 Cecilia Zandalasini (’96, ala, 1.82)
25 Martina Bestagno (’90, centro, 1.89)

Coach: Roberto Ricchini

ESTONIA
4 Oksana Miil (’86, guardia, 1.74)
5 Trine Kasemagi (’95, centro, 1.91)
6 Kerttu Jallai (’90, guardia-ala, 1.79)
7 Pirgit Puu (’88, guardia, 1.70)
8 Liisi Sokman (’88, playmaker, 1.68)
9 Valeria Kast (’87, centro, 2.01)
10 Merike Anderson (’81, ala, 1.80)
11 Mailis Pokk (’92, guardia, 1.85)
12 Maaja Braatka (’92, ala-centro, 1.80)
13 Birgit Piibur (’94, playmaker, 1.60)
14 Kai Rebane (’89, ala, 1.83)
15 Laina Mesila-Kaarmann (’87, ala-centro, 1.86)
Coach: Jaanus Leoi

Arbitri: Mario Majkič (Slo), Petar Denkovski (Mac), Sreten Radovic (Cro)
Commissario FIBA: Alison Muir (Ing)

Gli impegni dell’Italia
8 giugno Italia-Estonia (Lucca)
11 giugno Portogallo-Italia (Condeixa a Nova)
15 giugno Lettonia-Italia (Riga)
18 giugno Estonia-Italia (Tallinn)
22 giugno Italia-Portogallo (Ragusa)
25 giugno Italia-Lettonia (Ragusa)

LE SQUADRE
Girone A: Lussemburgo, Polonia, Slovacchia, Slovenia
Girone B: Belgio, Gran Bretagna, Lituania, Macedonia
Girone C: ITALIA, Estonia, Lettonia, Portogallo
Girone D: Finlandia, Germania, Montenegro, Ucraina
Girone E: Paesi Bassi, Russia, Svezia
Girone F: Bulgaria, Croazia, Israele

LA FORMULA
Il Second Qualifying Round vede in campo 22 squadre, rimangono da assegnare 11 posti in vista dell’EuroBasket Women 2015 che si giocherà in Romania e Ungheria: le partite si giocheranno a giugno (8, 11, 15, 18, 22 e 25), quattro i gironi da quattro squadre e due da tre. Si qualificano le prime di ogni gruppo e le cinque migliori seconde: il calcolo delle seconde verrà effettuato eliminando, per i gironi da quattro, i risultati ottenuti contro l’ultima squadra del gruppo.

Sono già certe di un posto i due Paesi ospitanti (Ungheria e Romania), le prime sei squadre dell’EuroBasket Women 2013 che a settembre saranno impegnate nel Mondiale in Turchia (Spagna, Francia, Turchia, Serbia, Bielorussia, Repubblica Ceca) e infine la Grecia, che si è imposta nel Qualification Round dello scorso anno