Mondiale U17 Femminile, il sogno delle Azzurre si infrange nel finale: Italia-Rep.Ceca 57-61

03.07.2014 11:52 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 639 volte
Fonte: Ufficio Stampa FIP
Rachele Porcu
Rachele Porcu

Il sogno della Nazionale Under 17 Femminile di qualificarsi tra le prime otto del Mondiale di Repubblica Ceca è sfumato solo nell’ultimo minuto di gioco e al termine di una prestazione maiuscola interpretata dalle Azzurre: l’Italia è stata sconfitta dalle padrone di casa 57-61 (15 punti per Mariella Santucci) dopo essere rimasta avanti per 38 minuti alle vice-campionesse europee in carica, tra l’altro sostenute da un pubblico assordante. Da venerdì l’Italia giocherà il gironcino dal nono al sedicesimo posto (il primo avversario sarà il Mali alle ore 11.00) ma alla squadra di Umberto Alliori dopo la splendida prestazione di oggi vanno riservati soltanto applausi. 

“Prima della partita ho chiesto alle ragazze quante di loro avessero mai giocato in mondovisione e davanti a 2.000 spettatori - ha commentato Umberto Alliori - ci fossimo fatti prendere dalla paura ci saremmo dimostrati una squadra piccola e invece al contrario oggi le mie giocatrici hanno interpretato una partita eccezionale, di cuore, coraggio, abnegazione: nel finale ci è mancato qualcosa, forse un po’ di stanchezza, un po’ di inesperienza. Rimane il rammarico per una gara sempre condotta e a tratti dominara ma a fine partita ho detto alle ragazze che anche se non giocheremo il quarto di finale hanno dimostrato di valere un posto tra le prime otto d’Europa. Ora temo il contraccolpo psicologico legato a una sconfitta dura come questa ma nei prossimi giorni dobbiamo chiudere il Mondiale con l’attenzione e la determinazione mostrata oggi”.

LA CRONACA - Il primo tempo giocato dall’Italia è stato ai limiti della perfezione perché il quintetto piccolo scelto in partenza da coach Alliori ha subito prodotto i risultati sperati: le Azzurre hanno morso in difesa, contenuto la potenza sotto canestro dell’imponente Reisingerova e trovato il canestro con straordinaria puntualità. Il 9-2 iniziale è diventato 15-4 grazie a una Mariella Santucci da 10 punti: la tripla di Porcu ha spento il tentativo di rimonta delle ceche, sostenuto dai 2.000 spettatori di Klatovy, ma la tripla di Porcu ha ristabilito le distanze (18-10). Alliori ha richiamato in panchina Santucci dopo il suo secondo fallo ma l’Italia non si è fermata e con i punti di Ciavarella e Costa ha nuovamente allungato sul 34-23 a metà secondo quarto: il massimo vantaggio è arrivato sul +12 col libero di Zecchin ma nel momento peggiore la Repubblica Ceca ha trovato due triple di Matuskova per il 37-33. Di Gianolla il canestro del nuovo +6, negli spogliatoi si è tornati sul 39-33.

In avvio di terzo periodo, la Repubblica Ceca ha prodotto il massimo sforzo per tornare in partita e l’Italia ha faticato a trovare il canestro con la regolarità esibita nel primo tempo: Santucci ha segnato il libero del 42-37 al 26’ ma nonostante i problemi in attacco (3 punti in 6 minuti) le Azzurre hanno continuato a rimanere avanti. Di Ciavarella il piazzato del 44-37 ma poi i 5 punti consecutivi di Sipova hanno riportato la Repubblica Ceca a contatto (44-42). Immediata, la replica di un’Italia infinita, con i canestri dall’arco in serie di Policari e Porcu (50-42): +8 il vantaggio anche al termine del terzo periodo, 53-45.

La tripla frontale di Reisingerova ha aperto l’ultimo periodo e poi Matuskova in contropiede ha siglato il contropiede del 53-52: il canestro del pareggio è arrivato al minuto 37 ad opera di Reisingerova e dopo la palla rubata di Santucci convertita a canestro è stata Maleckova a realizzare il tiro del primo vantaggio delle padrone di casa a 58” dalla sirena (57-59): a 15” dalla sirena i liberi della sicurezza messi a segno da Soukalova.

Peccato davvero, ma solo applausi per questa grande Italia…

Italia-Repubblica Ceca 57-61 (24-16; 39-33; 53-45)
Italia: Porcu 6, Santucci 15, Ranzini 2, Keys, Zecchin 5, Ciavarella 8, Policari 6, Rossi ne, Bonomi ne, Gianolla 7, Costa 4, Cubaj 4. Coach: Alliori.
Repubblica Ceca: Maleckova 2, Soukalova 12, Hoskova 2, Heroschova, Fadrhsonsova 2, Matuskova 13, Stoupalova, Gaislerova, Sipova 11, Holesinka 4, Reisingerova 15, Krejzova. Coach: Fousek.

Arbitri: Shulga (Ucraina), Kaludjerovic (Montenegro), Webb (Inghilterra).