LIVE - OTQ Torino: Grecia vincente, venerdì sarà Italia - Messico

06.07.2016 19:47 di Lorenzo Belli  articolo letto 2166 volte
LIVE - OTQ Torino: Grecia vincente, venerdì sarà Italia - Messico

La Grecia non fa sconti e saggiamente ci evita sconfiggendo un Messico troppo legato alle “lune” dei suoi tiratori data la totale assenza di presenza nel pitturato; i fratelli Antetokounmpo - Giannis 21 punti in 21' e Thanasis 12 in 15' senza errori dal campo - regalano momenti di grande qualità, Bouroussis (16 + 9 rimbalzi) domina sotto le plance e Calathes (7 assist) detta i tempi con giudizio; la Trìcolor che sarà nostra avversaria venerdì in semifinale mette in mostra un interessante pacchetto di esterni dove brilla Cruz (19) mentre l'unico in grado di garantire un minimo di peso è il capitano Hernandez (14 + 7 rimbalzi).

 

LA CRONACA LIVE:

Ultima gara per il Gruppo A del preolimpico torinese che vede impegnate Messico e Grecia, entrambe sono già certe di essere di nuovo sul parquet venerdì per le semifinali avendo già piegato le resistenze della rappresentativa iraniana; resta da delineare la classifica e l'avversaria, chi perde andrà a sfidare i nostri Azzurri mentre la vincente di questo match - verosimilmente - si incrocerà con la Croazia. Palla a due ore 18:00

Alla palla a due si presentano sul parquet Stoll, Cruz, Toscano, Mata ed Hernandez per il Messico mentre le scelte di Katsikaris ricadono su Calathes, Atenteokunmpo, Peperoglou, Agravanis e Koufos

Antetokounmpo, da oltre l'arco, e Cruz aprono la contesa che vede subito i centroamericani particolarmente reattivi in difesa (6-3), Koufos prova a dettare legge sotto le plance ma il Messico gioca con leggerezza e al giro di boa del parziale ha ancora un vantaggio minimo (11-10); Cruz ed Antetokounmpo proseguono il loro dominio sulla gara mentre gli ellenici cercano di pescare dalla panchina per svoltare l'inerzia. Bourousis ha subito un impatto, Cruz riporta avanti i suoi colpendo dai 6,75 e la Grecia fallisce l'ultimo assalto del periodo; al 10' la Trìcolor guida per 16-15.

Qualche problema al cronometro dei 24” e il secondo parziale parte a rilento, basse percentuali al tiro da ambo le parti sino a quando Hernandez non trova la retina da lontano (19-15); ci pensano Papapetrou e Bourousis ad impattare e c'è gloria anche per l'Antetokounmpo di “scorta” - Thanasis – che strappa applausi con una spettacolare stoppata che convince Valdeolmillos a fermare il gioco. L'equilibrio persiste con la Grecia che sfrutta il maggior tonnellaggio mentre i centroamericani con le giocate estemporanee dei suoi tiratori: è la volta di Mendez per il 25-25; tornano in campo Cruz ed Antetokounmpo e si torna a far correre il tabellone (33-29), Katsikaris non è troppo soddisfatto e ferma tutto. Le schermaglie finali della frazione non offrono particolari emozioni, al 20' si ritorna negli spogliatoi con il risultato di 35-33 

Cruz con 13 punti il top scorer sin qui, nelle file greche Antetokounmpo è a 12 mentre Bourousis veleggia verso la doppia doppia (10 e 7 rimbalzi)

Pronti, via e Calathes griffa l'immediato sorpasso e la difesa ellenica inizia a prendere le misure alla Trìcolor obbligandola ad attacchi esageratamente sofferti (40-37), Mata ed Hernandez danno ossigeno ma Antetokounmpo è implacabile e chiude una transizione con una devastante schiacciata (48-42); ancora il fenomeno dei Bucks e Calathes per un inevitabile time out messicano (44-53). Calathes è il grande ispiratore del break ellenico sia in versione assistman che in quella di scorer (46-57), smarrita la via del tiro pesante il Messico riesce solo a contenere faticosamente il disavanzo, al 30' è 48-60.

Mendez suona la carica per i mai domi tricolori (52-60), Bourousis sotto le plance però è un rebus impossibile per gli onesti mestieranti Gutierrez e Zamora; le triple di Stoll ed Hernandez servono solo per mantenere le distanze dato che Thanasis Antetokounmpo approfitta della libertà concessa per mettere due tap in di vitale importanza (58-69 -5'50”). Il solo Stoll sembra ancora in grado di ferire la difesa biancoblu ma l'esagerata superiorità sotto canestro garantisce ai ragazzi di Katsikaris punti facili (61-73 -3'48”) e il coach Valdeolmillos chiama minuto per organizzare un ultimo tentativo di rimonta; basta la prima azione per capire che non c'è più contesa, arriva pure il fallo tecnico alla panchina messicana e negli ultimi giri di lancette ampio spazio alle riserve. Il risultato finale è 70-86, venerdì sera sarà Italia contro Messico.