LIVE Europeo Under 20: flop Azzurro, la Repubblica Ceca si impone con autorità

16.07.2016 14:25 di Lorenzo Belli  articolo letto 1653 volte
LIVE Europeo Under 20: flop Azzurro, la Repubblica Ceca si impone con autorità

Parte con il piede sbagliato l'avventura negli europei di categoria dei nostri azzurrini, la sconfitta con la Ceca è meritata visto la scarsa energia messa sul parquet - specie nella seconda parte di gara - da parte dei nostri giovani; i 49 punti messi a referto da Svoboda (mvp di serata a quota 28 punti con 5/5 e 5/7) e soci nei 20' finali ne sono l'emblema anche a livello statistico. Soffriamo a rimbalzo (33-41) e non basta un buon Flaccadori (16 e 7 rimbalzi, ma anche 7 perse) a salvarci, Mussini (16) si sveglia e riempe il tabellino quando oramai è già troppo tardi; domani è un altro giorno e con il Belgio (ore 13:00) ci sarà la possibilità di un pronto riscatto   

 

LA CRONACA LIVE: 

Si aprono ad Helsinki gli Europei under 20 e l'onore di inaugurare la manifestazione spetta proprio ai ragazzi guidati da Sacripanti che - inseriti nel girone D che comprende anche Svezia e Belgio - incrociano le armi con la Repubblica Ceca.

I primi 5 azzurrini a scendere sul parquet sono Candi, Moretti, Flaccadori, Totè e Severini

E' Severini il primo realizzatore del nostro torneo dopo il canestro dei cechi che hanno comunque un impatto migliore (2-6), Sacripanti chiede di alzare la difesa e i risultati sono immediati: Candi ruba la palla sulla rimessa e appoggia indisturbato è l'emblema della maggior intensità messa sul parquet dai nostri giovani (9-6); i cechi possono sfruttare la superiorità sotto i tabelloni ma le zingarate di Moretti ci tengono avanti mentre iniziano le rotazioni dalla panchina (15-12), entra anche Mussini che 1" dopo si trova già in lunetta. Nelle schermaglie finali del parziale ottimo l'impatto di Lupusor, la Ceca però resta in scia con l'unica tripla dei 10' iniziali: 20-19

Brutto impatto nella seconda frazione con un break di 0-5 di marca ceca e gli Azzurri a secco per oltre 2'30" fino a quando Flaccadori non si inventa un numero di alta scuola (22-24); la difesa regge egregiamente e i tiro da fuori degli avversari è approssimativo quindi il duo mancino Flaccadori - Totè mette il sorpasso (26-25) obbligando al minuto di sospensione il coach ceco. Klimek ci fa tornare sotto, il tiro non entra nemmeno a noi e si prosegue a braccetto anche se nelle file italiane c'è da segnalare un buon impatto di La Torre (30-30); il minuto finale del tempo si apre con la tripla di Svodoba poi solo errori da ambo le parti e al 20' siamo in ritardo di tre lunghezze: 30-33

Svoboda con 10 punti il top scorer, a quota 8 Flaccadori e 7 Moretti nelle file italiane; per noi pessime percentuali al tiro (38% complessivo, 11% da oltre l'arco) mentre la Repubblica Ceca dimostra un ottimo gioco d'insieme: 11 assist con i soli nostri 4 

Moretti, Flaccadori, La Torre, Donzelli e Totè i primi cinque alla ripresa del gioco, con i numeri del lungo veronese impattiamo ma il temibile Svoboda frena immediatamente i nostri entusiasmi (35-40); Moretti e soprattutto Donzelli mettono in piedi il 7-0 che obbliga la Ceca a fermare il gioco (42-40), si torna sul parquet e nuovo momento di pausa azzurra che Sacripanti non gradisce e tocca a lui chiamare minuto. Prolungata la rottura in attacco, i cechi non scappano un po' per meriti difensivi nostri e un po' per demeriti offensivi loro (44-51); una tripla di La Torre non basta visto che Svoboda e Pursl ci mandano in doppia cifra di ritardo, al 30 è 47-58 per una Italia sin qui troppo sotto tono  

Litighiamo in continuazione con il ferro di Helsinki mentre Pursl ha trovato il feeling giusto e ci fa male spedendoci a -16 (47-63), due triple di Mussini non bastano per illuderci dato che i cechi non perdono la lucidità nemmeno contro la nostra zona con il solito Svoboda a bruciare la retina a ripetizione (55-71). Le battute finali non servono ad altro che a certificare una netta, giusta e deludente sconfitta per i nostri giovani - risultato alla sirena dei 40' è 71-82 - che domani (ore 13:00) avranno la possibilità di un pronto riscatto contro il Belgio per mettersi alle spalle questo triste esordio