EuroMaxibasket, 3 vittorie per cominciare

29.06.2014 11:49 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 778 volte
Fonte: Mario Natucci
EuroMaxibasket, 3 vittorie per cominciare

Tre vittorie su tre partite: gli azzurri d’epoca di coach Bucci hanno cominciato nel migliore dei modi gli europei di Maxibasket. Certo, la fase eliminatoria non riserva quasi mai avversari molto ostici, ma cominciare col piede giusto è una gran bella cosa: fa bene al morale e fa sentire meno la stanchezza della trasferta, 15 ore di pullman, tanto per dire. I senatori azzurri Over 50 hanno dato il via alla giornata tutta positiva sbarazzandosi dei russi 81-28; poi è stata la volta degli Over 45, che hanno castigato l’Austria per 105-52; infine gli Over 50 hanno chiuso alla grande battendo i padroni di casa della Repubblica Ceca per 82-53.

- OVER 50 – I campioni del mondo in carica della categoria Over 50 avevano il compito meno difficile contro la Russia D (come Dilettanti), proveniente dalla città di Perm, nella zona degli Urali. Solfrini e compagni hanno avuto il merito di non perdere mai la concentrazione e di impegnarsi, come si deve fare del resto anche in allenamento. Hanno curato in modo particolare la difesa, costringendo i russi a perdere palloni su palloni e aprendo così facili contropiede. Bucci ha fatto ruotare in campo i suoi veterani, e c’è stata occasione di bottino per tutti. Eloquente il punteggio al riposo: 38-15. Gli ultracinquantenni della Russia D (come Debolucci) non hanno dato segni di ripresa. La partita non aveva più molto da dire, ma i nostri azzurroni hanno inserito qua e là dei pezzi di bravura da applausi, come lo schiaccione in apertura di gara di Solfrini, che a 56 anni si diverte come un ragazzino e fa divertire, come le conclusioni in contropiede di Bullara o le bombe da tre punti di capitan Ponzoni, un altro non sente il tempo che passa (gli anni sono 58). Bonito, unico esordiente, ha dato il suo contributo inserendosi negli schemi collaudati dei compagni. Finita col punteggio di 81-28, i nostri avversari hanno annegato la delusione in grossi boccali di birra al bar accanto al palazzetto. Ma quanto bevono i russi: in questa specialità non li batte nessuno. Russia D come Drink Team. Ecco infine il tabellino degli azzurri.
Italia Over 50 –Russia D 81-28. Giordano 2, Trotti 12, Mentasti 10, Bullara 12, Bonito 4, Tirel 12, Tortù 9, Solfrini 10, Carera 2, Ponzoni 12, Cefis 8.
L’avversaria di oggi è la Slovacchia, sulla carta non irresistibile.

- OVER 45 – L’Austria non ha mai brillato nelle rassegne internazionali. E non lo ha fatto nemmeno contro gli azzurri, per l’occasione guidati in panchina dai coach Marinucci e Anzini, dato che nello stesso orario Bucci era impegnato in panchina con gli Over 40. Ma nel primo quarto e in buona parte del secondo gli austriaci hanno opposto una discreta resistenza, restando nella scia dei nostri a una distanza di una decina di punti. La tenacia dei nostri avversari non ha impedito agli azzurri di sfoderare le armi consuete dell’arsenale voluto da Bucci: difesa forte, velocità, ricerca del contropiede, spazio a tutti per ripartire lo sforzo e tenere costantemente un livello alto di impegno. Dalla Libera con la sua esperienza e con la concretezza del suo gioco è stato il catalizzatore delle manovre azzurre. Il trattamento azzurro ha dato buoni risultati a partire dalla fine del secondo quarto, quando le forze e la lucidità degli austriaci sono venute meno. A quel punto i nostri si sono scatenati e il bottino è stato bello grosso grazie alle entrate di Corvo, alle bordate di Capone e Delli Carri (autore di cinque consecutivi centri da tre), al dominio in area imposto da Dalla Libera, Esposito e Venturi. Gli esordienti Desiati e Celenza hanno dato buona prova.
Oggi gli azzurri affrontano la Germania, sicuramente più ostica dell’Austria. Ecco il tabellino della gara di ieri:
Italia Over 45 – Austria 107 – 52. Desiati, Capone 10, Delli Carri 30, Corvo 15, Celenza 4,Dalla Libera 22, Esposito 18, Venturi 8.

- OVER 40 – I più giovani fra i veterani azzurri avevano il compito più arduo, un po’ per i molti nuovi innesti nel tessuto della formazione e un po’ per il valore degli avversari, che oltretutto giocavano in casa. La Repubblica Ceca schierava giocatori atleticamente dotati, che avevano militato nella massima divisione del Paese. I nostri, trascinati da un Mayer in vena, hanno subito messo una decina di punti fra loro e i ceki (26-18 alla fine del 1.o quart). Ma quel distacco è rimasto pressoché immutato fino alla fine del terzo quarto, chiuso 53-43. Poi la difesa continua, pressante, le incursioni in area di Brigo e Zudetich, il bombardamento di Mayer, Corvino e Donati hanno consentito agli azzurri di ampliare il vantaggio conducendo la gara in porto senza patemi.
La loro avversaria di oggi è la Lituania, molto tosta. Del resto non esistono squadre lituane poco impegnative.
Italia Over 45 – Repubblica Ceca 82-53 – Corvino 13, Donati 10, Ruini 7, Solaini, Mayer 23, Gaiotti, Bernardelli 2, Zudetich 15, Brigo 4, Grappasonni 8.
ARRIVANO RINFORZI per le formazioni di coach Bucci. Per la squadra Over 50 è atteso Mario Boni, che sarà in campo dopo il turno eliminatorio. E ieri sera si è unito alla Over 45 Federico Fastigi, che per l’occasione ha tradito il beach tennis, in cui si sta imponendo ormai da campione, per tornare al basket, cioè al suo primo amore.
ESORDISCE oggi l’Italia guidata da coach Ritacca. L’avversario, la Russia A, è di quelli da prendere con le molle. Ma la squadra, che, non dimentichiamolo, è campione mondiale in carica della categoria, ha i mezzi per farsi rispettare da chiunque. La loro partita, in programma alle 14,15, sarà trasmessa in streaming sul sito Fimba. Anche la gara dell’Italia Over 40 contro la Lituania, in programma alle 16, potrà essere seguita in streaming.