Eurobasket 2017 - Bertans sogna una medaglia con la Lettonia e... Porzingis

07.03.2017 14:01 di Simone Sperduto  articolo letto 573 volte
Fonte: FIBA
Eurobasket 2017 - Bertans sogna una medaglia con la Lettonia e... Porzingis

I tifosi della Lettonia incrociano le dita nella speranza di vedere David Bertans e Kristaps Porzingis con la maglia della nazionale in vista di FIBA EuroBasket 2017.

La Lettonia vinse l’Europeo nel 1935 e arrivò seconda quattro anni dopo. Nel 2001 e nel 2015 chiuse invece all’ottavo posto. 

Bertans, il quale non veste la maglia della nazionale dalle qualificazioni del 2013 ha parlato ai microfoni di FIBA.com.

 

I tifosi si stanno chiedendo se tu e Porzingis sarete a FIBA EuroBasket 2017. Qual è il tuo obiettivo quando il tema è la nazionale?
Sogno di poter vincere una medaglia con la maglia della Lettonia. Un altro sogno è quello di qualificarsi per i Giochi Olimpici. Sarebbe fantastico per un Paese piccolo come la Lettonia.

 

Parliamo di EuroBasket 2017, la Lettonia è inserita nel gruppo insieme a Gran Bretagna, Russia, Serbia, Turchia e Belgio, che ne pensi?
Non ci ho pensato molto. Sono concentrato sulla mia stagione da rookie con i San Antonio Spurs. Non sarà di certo facile, ci sono molte suqadre forti, con ottimi giocatori e penso che possa accadere davvero di tutto in questo girone. Speriamo di riuscire a passare il turno e di avere quel pizzico di fortuna per realizzare qualcosa di magnifico.

 

Ci sono tanti giocatori delle altre nazionali agli Spurs: ad esempio Tony Parker, Pau Gasol, Manu Ginobili, Pat Mills. Loro e lo stile di gioco degli Sppurs ti hanno aiutato nel periodo di transizione dall’Europa alla NBA?
Decisamente. Il sistema e la tattica è molto simile al basket europeo, se paragonato alle altre compagini NBA. Bisogna fare quello che dice il coach e intendersi con i compagni di squadra. Devi trovare il tuo posto e il tuo spazio all’interno del roster e accettarlo. Devi completare la squadra e fare il tuo lavoro.

 

Che impatto ha Porzingis sul basket lettone, in qualità di giocatore NBA?
Penso che il fenomeno KP6 rappresenti una bella spinta verso l’alto per il movimento cestistico lettone. Ci sono molte squadre importanti dalla Spagna che seguono i nostri giovani. È davvero molto importante per noi. Le squadre NBA sanno ora dove si trova la Lettonia e cercano di scovare qualche giovane talento.