Cisternino, 13ª Edizione del Memorial Todisco-Coppa Tonio. L'Italia in un momento di forma brillante

10.07.2014 09:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1036 volte
Fonte: Francesco Zizzi
Cisternino, 13ª Edizione del Memorial Todisco-Coppa Tonio. L'Italia in un momento di forma brillante

Nel segno di Mussini e Flaccadori è un Italbasket Under18 di ottimo umore quella che giunge a Cisternino per il tredicesimo Memorial Peppino Todisco-Coppa Tonio Punzi in programma da venerdì sino a domenica presso il PalaTodisco di Piazza Navigatori.

 Gli azzurrini di coach Andrea Capobianco sono reduci dalla vittoria nel memorial di Potenza dove hanno battuto in maniera convincente le nazionali di Polonia, Francia e Turchia, e ora l’attenzione è proiettata al PalaTodisco per affrontare nel weekend le nazionali parigrado di Grecia,Inghilterra e Israele, altre selezioni di ottima caratura tecnica, che serviranno come tappa di avvicinamento per l’Europeo di categoria in programma il 24 a Luglio a Konya in Turchia. L’Italia cresce di condizione, assimila i meccanismi di coach Capobianco e del suo staff, che punta a trasmettere la cattiveria agonistica in difesa e quella efficace in attacco, per ottimizzare una fisionomia necessaria al gioco di squadra. Capobianco e il suo staff non trascurano nulla, lavorano sui particolari e controllano puntualmente i progressi della squadra. A brillare maggiormente nel quadrangolare di Potenza sono stati appunto Federico Mussini, classe ’96 della Grissin Bon Reggio Emilia, playmaker talentuoso dotato di velocità e buone percentuali al tiro, giocatore dalla visione di gioco magistrale e in grado di far girare a mille i meccanismi di squadra. Diego Flaccadori è l’altro punto di forza della selezione azzurra, guardia di proprietà della Excelsior Bergamo, spietato in difesa, tiratore dalla lunga distanza e prospettiva interessante con margini di miglioramento notevoli. A Potenza si sono messi in mostra anche l’ala grande dell’Olimpia Milano Gennaro Picarelli, 192 cm sotto le plance, il pivot di 204 cm napoletano Andrea Spera, l’altro lungo della Virtus Siena Luca Severini che assicura tonnellaggio sotto canestro e il play-guardia Alberto Navarini dell’Olimpia Milano. Coach Capobianco ha risorse umane necessarie per guardare con ottimismo alla spedizione turca: “La preparazione continua – dice Capobianco – nonostante ci siano tanti piccoli inconvenienti fisici. Il mio staff composto da Ferri,Guderzo e Acanfora sta compiendo i salti mortali, malgrado gli infortuni ma vogliamo stupire con il lavoro e la determinazione. Nel complesso la squadra sta lottando bene, con assoluta serenità”.

Le nazionali avversarie sono rappresentate dalla Grecia, che presenta prospetti provenienti da realtà blasonate come Panathinaikos (come il pivot 215 cm Papagiannis o l’ala-pivot Skoulidas) Olympiakos (il lungo Michaloutsos e il play Toliopoulos) ma occhio anche all’Inghilterra, vincitrice a Cisternino della passata stagione, non più una rivelazione ma una solida realtà . I ragazzi di coach Bucknall tra riconferme e new-entry come il pivot Elliott-Smith, il play-guardia Akoto, l’ala Joshua Steel. E poi senza trascurare l’Israele, altra realtà affermata europea, con il play Aviram o la guardia Shoshany nel giro dei campioni d’Europa del Maccabi Tel Aviv.

Il torneo presenta altre iniziative collaterali, come il convegno fissato per venerdì alle ore 18 presso il Teatro Grassi di Cisternino sull’impiantistica sportiva dal titolo “Sostenibilità sociale ed economica” con gli interventi di Elio Sannicandro, Presidente CONI Puglia, già assessore allo sport di Bari e la figura carismatica di Pierluigi Marzorati, Presidente CONI Lombardia e figura storica della pallacanestro italiana anni ’80. Sabato pomeriggio (12 Luglio) alle ore 15 presso il PalaTodisco, clinic per allenatori curato da coach Andrea Capobianco L’importanza dei fondamentali offensivi e difensivi nella costruzione del gioco di squadra”. (il clinic darà diritto a 3 crediti). Capobianco sarà coadiuvato dai suoi assistenti Marco Ramondino e Luciano Nunzi. E’ atteso un esercito di allenatori professionisti provenienti da tutta la Regione Puglia, ma anche da tutta Italia, come testimoniano i numeri record dello scorso anno, quando giunsero al PalaTodisco oltre 200 allenatori provenienti da tutta la Puglia ma anche da tutta Italia”.