Polonara: «Potevamo espugnare il Forum. Noi capaci di giocare allo stesso livello di Milano! Loro più solidi con Kalnietis e Batista»

30.03.2016 10:38 di Alessandro Palermo  articolo letto 1460 volte
Polonara: «Potevamo espugnare il Forum. Noi capaci di giocare allo stesso livello di Milano! Loro più solidi con Kalnietis e Batista»

Achille Polonara è stato intervistato dai colleghi de "Il Resto del Carlino di Reggio", di seguito riportiamo l'intervista completa al giocatore della Grissin Bon, il quale torna a parlare della sfida di sabato scorso contro Milano e della crescita della squadra

LA SCONFITTA DEL FORUM
«L'idea che con un pizzico di attenzione in più ad alcuni dettagli espugnare il Forum sarebbe stato possibile, anche perchè abbiamo giocato bene, con intensità, voglia e motivazione».

IL CONFRONTO CON MILANO
«Credo che l'unica vera differenza tra noi e l'EA7 risieda nel fatto che, con gli arrivi di Kalnietis e Batista più il ritomo di Sanders, hanno acquisito ulteriore solidità e allungato all'inverosimile la profondità del loro roster. Sono dodici giocatori forti e veri, quasi due squadre. Ma credo che, a parte questo, abbiamo la capacità di giocare al loro stesso livello. E il match di sabato scorso ha dimostrato che seppure resti la favorita per il titolo, Milano è abbordabile e battitoie, chiaramente giocando sempre al massimo».

CRESCITA DELLA REGGIANA
«Purtroppo per larga parte dell'anno abbiamo dovuto lottare con tanti infortuni, evidentemente una costante che non ci vuole abbandonare. Ma chi è sceso in campo ha dato sempre il 110% e questo è servito a rimanere comunque sempre competitivi. Ritengo anche che, a differenza del periodo tra novembre e dicembre dove abbiamo perso alcune partite in serie, perchè dovevamo affinare tanti meccanismi, ora siamo una squadra vera e coesa».

DOPPIA ELIMINAZIONE EUROCUP E COPPA ITALIA
«Sono state due botte che ci han- no fatto molto male, ma anche riflettere. Ci hanno aiutato a confrontarci coi nostri limiti, a capire i difetti e su cosa lavorare per superarli. Ora che abbiamo a disposizione una settimana intera per allenarci, e le energie sono focalizzate su un unico impegno, è più facile agire su quello che ancora non va per continuare a migliorarci».

IL NUOVO POLONARA
«In effetti state vedendo un Polonara diverso rispetto a quello della passata stagione. Lo staff tecnico mi ha chiesto di dare una maggiore mano in difesa e a rimbalzo. Così magari segno meno ma metto meglio in ritmo i compagni. Lo considero un ulteriore passo per la mia crescita come giocatore».

fonte: Il Resto del Carlino -Reggio