Malcolm Delaney firma in Cina e risponde alle critiche: "Lo scorso anno ho odiato giocare a pallacanestro"

31.07.2018 18:37 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 1050 volte
Malcolm Delaney firma in Cina e risponde alle critiche: "Lo scorso anno ho odiato giocare a pallacanestro"

Malcolm Delaney si aspettava una free agency ben differente, mentre ad aspettarlo non è stata l'EuroLeague. Attendeva offerte dalla NBA, ma nel frattempo perdeva il treno per il ritorno in Europa, da cui sarebbe giunta solo ed esclusivamente un'offerta dall'Anadolu Efes.

Per questo motivo la guardia, lo scorso anno agli Hawks, ha deciso di firmare in Cina un contratto da 2 milioni di dollari con bonus con i Guangdong Southeastern.

Il giocatore è stato bersaglio di critiche sui social, dove altri colleghi sono intervenuti in sua difesa. La sua decisione è stata più o meno obbligata. Ad SDNA, Delaney ha parlato proprio di quest'ultima esperienza ad Atlanta, la prima nella NBA per lui:

Lo scorso anno ho odiato questo sport. Il problema non era Atlanta, ho rispettato sempre i coach. Non sto dando la colpa all'allenatore, ma alla NBA.  Sono venuto nella NBA sapendo che potesse finire presto. Non sono una stella della NBA. Ma la priorità degli allenatori non è stata quella di rendermi felice in quel contesto. Mi sono dovuto adeguare, ma non ho mai avuto un ruolo ad Atlanta. A parer mio, che ho sempre avuto un ruolo nelle squadre dove ho giocato trovando coach che si fidavano di me e delle mie abilità, è stata una sorpresa. Ho odiato giocare a pallacanestro lo scorso anno, soprattutto da quando abbiamo iniziato a perdere. Sono uno molto competitivo ed odio perdere...".

Prosegue poi: "Alcune volte qualcuno si è infortunato, ed ho avuto la possibilità di giocare da guardia. E quando giocavo bene, tutti rimaneva sorpresi dal fatto che potessi giocare guardia. Se qualcuno avesse visto le gare del mio passato, saprebbe che sono una guardia (inteso come 1 e 2)".