Lega A - Virtus Bologna, Aradori "Stiamo imparando a difendere forte, sarà un punto fermo"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 430 volte
Fonte: via bolognabasket.it
Lega A - Virtus Bologna, Aradori "Stiamo imparando a difendere forte, sarà un punto fermo"

La presentazione della partnership tra FICO e Virtus Bologna di ieri è stata occasione per  incontrare la stampa anche per Pietro Aradori, che ha raccontato le sue sensazioni sul momento che sta attraversando la squadra alla luce della vittoria sul difficile campo della Germani Brescia:

”È stato bello e particolare vincere a Brescia, non avevo ancora mai vinto in un posto che sento come casa mia. Giocare in un palazzetto dove c’erano tanti amici e tanti ragazzi con cui sei cresciuto è stato particolare. Per noi è stata una bellissima vittoria, la prima con una squadra davanti a noi in classifica, per di più in trasferta. Siamo tornati molto soddisfatti da Brescia.”

Cosa è cambiato nell’ultimo periodo: “È cambiato qualcosa ma è anche il nostro percorso di crescita. Non puoi mettere insieme dieci giocatori e pensare che le cose vadano tutte ben subito. Con il tempo le cose sono migliorate e chi non aveva ben chiaro il proprio ruolo lo ha capito. L’insieme di queste cose ha fatto sì che arrivassero i risultati, raggiungendo le Final Eight di Coppa Italia e adesso siamo in piena corsa per i playoff.”

Vi aspettavate di avere questa forza difensiva? “Sì ma dovevamo dimostrarlo: siamo giocatori forti fisicamente ma bisogna farlo tutti insieme e questo lo si impara col tempo. Nell’ultimo periodo stiamo difendendo molto forte, nonostante molti giocatori di talento con punti nelle mani. La difesa è sicuramente il nostro punto fermo.”

A Brescia vittoria della svolta anche a livello mentale? “Non credo molto nella svolta, ogni partita è una partita particolare. Ho visto tante volte giocare partite con squadre che avevano fatto partite della svolta e poi ci vai contro, te la giochi e vinci. L’importante è stare concentrati:  non puoi sottovalutare una squadra come Brindisi solo perché hai vinto a Brescia, non è assolutamente concepibile. Già a Venezia l’avevamo praticamente portata a casa; abbiamo fatto tante belle partite in trasferta senza però portare a casa la vittoria. Questa volta è successo e siamo sicuramente sulla buona strada.”

Raggiungere le prime quattro della classifica è possibile? “È molto dura, ci sono otto gare che mancano con quattro punti di vantaggio. Non è semplice entrare nelle prime quattro. Il nostro obiettivo è arrivare ai playoff nella miglior posizione possibile e pensiamo un passo alla volta. Intanto siamo quinti e vogliamo mantenere questa posizione, questo è già un buon risultato. Siamo dentro agli obiettivi della nostra stagione, nonostante tutto siamo sulla giusta strada e dobbiamo rimanerci.”