Lega A - Avellino, Alberani: "L'avventura in Europa è un'esperienza da ripetere"

Il direttore sportivo all'assemblea di Legabasket. Coppe: torna il merito sportivo per stabilire l'accesso ad Eurocup e Champions. Stranieri: si va verso la conferma del format attuale
 di Massimo Roca  articolo letto 227 volte
Fonte: Il Mattino
Lega A - Avellino, Alberani: "L'avventura in Europa è un'esperienza da ripetere"

Assemblea di Lega importante quella che si è svolta ieri a Bologna. Tanti i temi caldi sul tavolo, decisivi per la programmazione della prossima stagione agonistica da parte delle società. Dopo il caos estivo intorno alle competizioni europee, è arrivata l’attesa fumata bianca. D’intesa con la Fip, che peraltro aveva già annunciato la rimozione di qualsiasi impedimento verso l’Eurocup, l’assemblea ha deliberato l’assoluta libertà di scelta per le formazioni italiane della competizione europea a cui partecipare sulla base dei posti disponibili e soprattutto tenendo conto del ranking finale di questa stagione, ossia della classifica finale al termine dei play off scudetto. Quindi sì libertà, ma recuperando il merito sportivo. Non ci saranno accordi singoli con le società, né fughe in avanti, come è accaduto la scorsa primavera con le intese su base addirittura pluriennale tra Eurocup e le singole società come Trento, Reggio Emilia e Sassari. Ora sarà solo il campo a decidere. A Bologna per la Sidigas Avellino era presente il direttore sportivo Nicola Alberani: “Ci piacerebbe continuare il percorso iniziato quest’anno. La società è entusiasta dell’esperienza in Champions League. Il  nostro intento è solo quello di meritarci sul campo una nuova avventura di questo tipo”. Si tratterà di capire quanti saranno i posti a disposizione delle italiane. Fuori da questo disegno resta solo Milano. L’EA7 sarà in Eurolega comunque vada in virtù della sua licenza decennale. L’ipotesi attuale è quella di due squadre italiane in Eurocup, ma la Legabasket ha intenzione di chiedere una wild card per un terzo posto. La Champions League dovrebbe riservare tre posti alle italiane. Alla luce di ciò se dovessero esserci cinque posti disponibili, l’eventuale secondo posto al termine della regular season porterebbe in dote la sicurezza per la Sidigas di ripetere l’avventura europea. Con un allargamento a sei anche la terza piazza decreterebbe la conferma europea al netto anche di un’eventuale prematura uscita ai quarti di finale dei play off. La Champions ha fruttato alle casse irpine appena 120 mila euro: 100 mila garantiti dalla partecipazione e 20 mila di bonus per il raggiungimento degli ottavi di finale: “Non è una grossa cifra, ma è una base sicura che consente di coprire le spese” conferma Alberani. Avellino resta alla finestra per capire quali saranno i format e le opportunità delle edizioni venture: “Non si sa molto. Ci auguriamo di poter esser nella condizione di poter scegliere la migliore soluzione”. L’altro punto fondamentale di discussione era quello relativo al format per gli stranieri. La Lega ha confermato la sua richiesta alla Fip di prorogare anche per la stagione 2017/18 l’accordo sulla eleggibilità e più in generale la vigente convenzione tra Fip e Lega (datata 2012/13). Si resterà con l’attuale doppio formato 5+5 e 3+4+5 per almeno un’altra stagione sportiva. La questione sarà però riaffrontata. Entro luglio la Lega presenterà alla Federazione un progetto pluriennale contenente le proposte per lo sviluppo del basket di vertice tra cui anche l’aspetto relativo alla eleggibilità. L’Assemblea ha poi ascoltato la relazione dell’advisor Demet sugli scenari del mercato dei diritti audiovisivi. La novità principale per il 2017-18 potrebbe essere il lancio della Web TV gestita direttamente dalla Lega. L’idea è quella di garantire standard elevati in un sistema di dirette streaming a pagamento. Un progetto che avrebbe dei costi importanti per le società e che andrebbe a sostituire le dirette con le Tv locali. Resterebbero le dirette tv degli anticipi e dei posticipi. Dovrebbe consolidarsi il rapporto con Rai Sport. Da verificare l’intesa con Sky, per i diritti Silver (anticipo della domenica, posticipo del lunedì). Se ne riparlerà il prossimo 6 aprile.