Il mistero Larry Sanders e la NBA

11.03.2016 16:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Il mistero Larry Sanders e la NBA

L'ex centro NBA Larry Sanders è uno degli atleti più incompreso negli sport professionistici americani. Alex Kennedy di Basketball Insiders lo ha intervistato (l'originale integrale si può leggere ) e noi ve ne anticipiamo uno stralcio. Larry Sanders ha deciso di lasciare la NBA a 26 anni, accettando un buyout che ha lasciato la maggior parte dei 44 milioni di dollari del contratto appena firmato con i Milwaukee Bucks sul tavolo. La maggior parte delle persone non riuscivano a comprendere la sua decisione.

Larry Sanders: "Ho iniziato a giocare a basket in ritardo, e prima ho sviluppato altri interessi. Amo il basket, la competizione e il cameratismo, e tutto il resto. Ma, allo stesso tempo, sento il basket molto lontano da me. Mi ha limitato in un sacco di modi. Sono stato un artista per tutta la vita. Amavo disegnare. Volevo essere un oceanografo. Ho praticato lo skateboard per la maggior parte della mia vita. Ho sempre avuto questi aspetti artistici e ribelli dentro di me, e alla fine si sono scontrati con la cultura NBA.

Sono arrivato al punto in cui mi sono reso conto che la NBA è una macchina. Che ha intenzione di continuare a correre, con o senza di te. Se può continuare a correre senza Allen Iverson - Allen Iverson! - Allora non sarà assolutamente preoccupata per me. Sapevo che in realtà non hanno avuto il tempo di conoscermi, per capire me e chi sono. E guarda, lo capisco perfettamente.

Volevo essere qualcuno che fosse orgoglioso della propria storia. Ho sempre voluto rimanere fedele a me stesso. Io non voglio perdere me stesso e chi sono per niente e per nessuna quantità di denaro. Il basket? I love this game. Mi piace giocarlo, e io vado spesso a giocare qui in L.A. ma ci sono alcune cose su di esso, alcune situazioni, che non mi piacciono".