ESCLUSIVA - Andrea Amato: «Pistoia città passionale, Ettore Messina? Fossi in lui...»

04.03.2016 12:45 di Alessandro Palermo  articolo letto 11647 volte
ESCLUSIVA - Andrea Amato: «Pistoia città passionale, Ettore Messina? Fossi in lui...»

Andrea Amato, giocatore dell'Olimpia Milano, girato in prestito a Pistoia fino al termine della stagione, è intervenuto ai nostri microfoni raccontando le sue prime impressioni nella nuova squadra. Nell'intervista, in Esclusiva per i lettori di Pianetabasket.com, Amato ha anche ripercorso i mesi passati nel capoluogo lombardo, oltre a dire la sua sulla Nazionale, sponsorizzando anche la candiatura di un collega.

Allora Andrea, come si trova a Pistoia? E' passata una settimana dal suo arrivo in Toscana, prime impressioni?
"Sicuramente le impressioni sono buone. Pistoia è una città accogliente e comunque piccola, quindi rispetto a Milano, ci sono anche poche distrazioni. Però, devo dire che, seppur piccola, è una città molto passionale. La gente ti ferma per strada e c'è grande interesse per questo sport. E' una città che vive di pallacanestro ed è il posto giusto per praticarlo in tranquillità."

Rammarico per non aver finito la stagione a Milano o contentezza per essere arrivato in una piazza che può garantirle più spazio?
"Tutte e due: da una parte, quella emotiva, mi è dispiaciuto andar via da Milano perchè avevo legato molto con i miei compagni. Me penso che sarebbe stato così in qualsiasi squadra, perchè dopo che stai sei mesi con un gruppo, crei un legame molto forte. Sotto un punto di vista professionale, invece, direi che è stata la scelta giusta. A Pistoia avrò più opportunità, è una nuova avventura."

Visto il poco minutaggio nei sei mesi all'Olimpia, tornerebbe l'anno prossimo? O preferirebbe andare dove può giocare di più?
"Andrei sempre dove ho la possibilità di giocare di più. Poi, certo se Milano l'anno prossimo dovesse dirmi che avrei molte più chance di giocare, allora ci tornerei subito ma è difficile che questo accada. Apprezzo più giocare, che vedere i miei compagni farlo al mio posto. Il bello del gioco è proprio questo, non stare a guardare gli altri dalla panchina."

In questa prima settimana a Pistoia, qual è il giocatore che l'ha sorpresa maggiormente in allenamento?
"Ho notato subito Preston Knowles. Nonostante sia piccolo è molto fisico e molto esplosivo. Mi piace molto come giocatore."

Pistoia è partita benissimo in campionato, per poi perdere qualche colpo, pensa che si possa puntare comunque a restare nelle primissime posizioni di classifica?
"Penso che si possa puntare ai primi posti, a Cantù abbiamo incontrato una squadra fortissima che sicuramente andrà ai playoff, eppure, il nostro valore lo abbiamo dimostrato. Nonostante l'assenza pesante di Filloy, in un campo difficle come il Pianella, potevamo vincere la partita. Abbiamo mostrato un bel gioco. Adesso starà soltanto a noi invertire questo trend negativo di 4/5 sconfitte consecutive e sono certo che riusciremo a ribaltare la situazione."

Sicuramente se dovesse fare bene a Pistoia potrebbe sfruttare un ottimo trampolino di lancio. Nell'estate del 2017 si svolgeranno i prossimi campionati Europei, pensa che da qua ad un anno -complice un possibile cambio generazionale- potrà pensare di farsi notare a tal punto da avere una chance per parteciparvi?
"Sicuramente è un sogno ma non penso proprio possa accadere. Anzi, alla Nazionale per adesso non ci penso per niente. Ovviamente è il sogno di tutti quello che giocano a pallacanestro, ma è presto per pensarci."

A tal proposito, come vede gli Azzurri? Possono farcela a qualificari per le Olimpiadi?
"Il girone del Pre-Olimpico è molto difficile, non saprei proprio.  Messina non lo conosco, dicono sia bravo e mi fido, ma in quelle situazioni penso non basti solo la bravura. Bisogna avere fortuna e sperare che si arrivi senza giocatori infortunati. Comunque la squadra è fortissima e sono fiducioso. Io però...."

Cosa?
"Dipendesse da me, al Pre-Olimpico ci porterei Abass. Awudu è due spanne sopra tanti altri, oltre ad essere un giocatore molto fisico."

Ringraziamo Andrea Amato per la sua disponibilità, augurando al giocatore ed alla stessa società Pistoia un augurio speciale per il proseguio di stagione.

Intervista realizzata da Alessandro Palermo
FOTO: Olimpiamilano.com