A2 - Soundreef Mens Sana: Gianmarco Tamberi non è un intruso

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 681 volte
A2 - Soundreef Mens Sana: Gianmarco Tamberi non è un intruso

(di Umberto De Santis). Pieno successo con lode per l'operazione simpatia promossa dal presidente Bagatta con "l'ingaggio" a gettone di Gianmarco Tamberi. Il campionissimo del salto in alto ha giocato in maglia biancoverde l'amichevole contro la The Flexx Pistoia per il Trofeo Bertolazzi: appena 4' con 2 punti e 2 rimbalzi al suo attivo, ma dimostrando di non essere un intruso nel mondo della pallacanestro e, anzi, che avrebbe potuto avere una buona carriera se non fosse stato rapito dall'atletica. Per rimanere nel basket, come uno Steve Nash che sarebbe stato un bel calciatore.

Per Tamberi la realizzazione di un sogno autentico - la sua abilità nello schiacciare qualche giorno fa al PalaEstra aveva scatenato una gara fra i suoi compagni della Soundreef in allenamento. Per la Mens Sana un incredibile bagno di attenzioni mediatiche: in questi giorni tutti i media, dalla carta stampata alle televisioni, hanno dedicato fiumi di parole al felice connubio rimettendo una società che era in pieno declino (ed è un eufemismo) al centro della ribalta nazionale. Qualche bastian contrario a prescindere, sui social media, ha avuto tristi parole di retropensiero. Ma per una società che deve riposizionarsi dopo un passato irripetibile in quelle forme e non solo, dentro l'alveo di una pallacanestro nazionale che ha l'obbligo di reinventarsi è stata una settimana importante da cui trarre spunti interessanti per costruire il futuro. E senza scomodare Tanjevic.