Under 20 Eccellenza – De’Longhi Universo Treviso Basket Campione d’Italia

28.04.2018 22:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 466 volte
Under 20 Eccellenza – De’Longhi Universo Treviso Basket Campione d’Italia

La De’Longhi Universo Treviso Basket scrive per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro della pallacanestro giovanile. Al PalaRuffini di Torino la squadra di coach Francesco Tabellini ha sconfitto l’Unipol Banca Virtus Bologna con il punteggio di 84-55, aggiudicandosi così il titolo di Campione d’Italia Under 20 Eccellenza – Trofeo Mario Delle Cave 2018.

 

La stagione perfetta dei trevigiani, 21 vittorie e 0 sconfitte nella Regular Season e 3 vittorie nella Final 8 di Torino, si chiude con un trionfo prestigioso sulle Vu Nere, società dal palmares roboante (22 titoli giovanile) e con questo roster campione d’Italia Under 18 lo scorso anno a Udine.

 

Miglior realizzatore della gara è stato Federico Poser con 20 punti.

 

La Finale per il terzo posto è andata alla Stella Azzurra Roma, che ha sconfitto l’Umana Reyer Venezia per 59-55. Conferma di bronzo per la squadra capitolina, dopo la terza posizione centrata sia nel 2016 a Cantù che lo scorso anno a Roseto degli Abruzzi.

 

Ha consegnato la Coppa dei Campioni d’Italia il vicepresidente vicario FIP Gaetano Laguardia. Presenti alla Cerimonia il responsabile del Settore Giovanile maschile FIP Marco Petrini e il presidente del Comitato Regionale FIP Piemonte Gianpaolo Mastromarco.

 

Nel miglior Quintetto della manifestazione sono stati inseriti: Eugenio Rota (De’Longhi Universo Treviso Basket), Lorenzo Donadio (Stella Azzurra Roma), Tommaso Rossi (Unipol Banca Virtus Bologna), Federico Poser (De’Longhi Universo Treviso Basket), Alessandro Simioni (Umana Reyer Venezia).

 

Miglior allenatore è stato eletto Federico Vecchi (Unipol Banca Virtus Bologna)

 

Miglior realizzatore della Finale Nazionale è stato Alessandro Simioni (51 punti), a cui è andato il Premio Luca Porru, intitolato alla memoria del 21enne di Oristano scomparso nell’agosto 2016 mentre giocava a basket.

 

 

 

 

 

 

 

 

Finale Nazionale Under 20 Eccellenza – Trofeo Mario Delle Cave

 

Finale 1/2 posto

De’Longhi Universo Treviso Basket – Unipol Banca Virtus Bologna 84-55

Finale 3/4 post

Umana Reyer Venezia – Stella Azzurra Roma 55-59

 

Classifica

 

De’Longhi Universo Treviso Basket – Campione d’Italia

Unipol Banca Virtus Bologna

Stella Azzurra Roma

Umana Reyer Venezia

 

De’Longhi Universo Treviso Basket – Unipol Banca Virtus Bologna 84-55

Fa festa l'Universo Treviso Basket che si laurea campione d'Italia Under 20 d'Eccellenza conquistando il primo scudetto della sua storia, grazie ad una netta vittoria in finale sulla Virtus Bologna, maturata in un primo tempo perfetto della squadra di coach Tabellini.
Le due squadre già si sono incrociate senza però incontrarsi lo scorso anno nella Finale Nazionale Under 18 vinta dalla Virtus, molti infatti i giocatori presenti sia oggi che a Udine. I felsinei partono lenti, ed è tutto merito dei veneti che mostrano una grande reattività e dominano a rimbalzo, trascinati in attacco dal solito Poser ma capaci di mandare a segno altri 7 giocatori in un primo tempo dominato. Bologna prova a reagire ma soffre l'intensità avversaria su ambo i lati del parquet e non bastano le triple di Petrovic e Jurkatamm. Treviso non abbassa ritmi e concentrazione e chiude i primi 20' oltre le 20 lunghezze di vantaggio (47-26). Nella ripresa l'inerzia non si sposta di un centimetro malgrado la Virtus provi a reagire, ma lo fa con confusione mentre Treviso non abbassa la concentrazione soprattutto in difesa. Un numero di Jurkatamm che segna da terra è solo un lampo nel buio per la squadra di Vecchi, che anche nella frazione conclusiva non riesce a risalire la china. Si ampliano le rotazioni nell'ultima parte del match, con Poser che fallisce un paio di occasioni per agganciare Simioni in vetta alla classifica marcatori, ma la festa trevigiana non è minimamente guastata.
Non sta nella pelle a fine partita coach Francesco Tabellini: “Sono orgoglioso di far parte di questa società e di aver vinto il primo scudetto della sua storia, ringrazio i giocatori ai quali sono molto legato e lo staff, con il quale abbiamo costruito un grande gruppo”.
Coach Federico Vecchi invece, appena nominato miglior allenatore della Finale Nazionale, non lesina complimenti ai vincitori: “Treviso ha fatto una grande gara sia sul piano dell'energia che su quello dell'intelligenza, ora c'è un po' di rammarico ma sono felice per il percorso fatto negli ultimi tre anni”.

 

UNIVERSO TREVISO BASKET - UNIPOL BANCA VIRTUS BOLOGNA 84 - 55 (19-10, 47-26, 61-38, 84-55)

UNIVERSO TREVISO BASKET: Bonesso 5 (0/3, 1/7), Sarto, Benzon 2 (1/1 da 2), Artuso 3 (1/2 da 2), Leardini* 8 (3/6, 0/2), Vanin, Poser* 20 (7/9 da 2), Nikolic 17 (5/8, 2/2), Epifani, De Zardo* 8 (2/8, 0/3), Rota* 16 (4/4, 1/5), Barbante* 5 (1/3, 1/6). All. Tabellini F.Tiri da 2: 24/44 - Tiri da 3: 5/25 - Tiri Liberi: 21/27 - Rimbalzi: 38 15+23 (Barbante 9) - Assist: 16 (Rota 6) - Palle Recuperate: 4 (De Zardo 2) - Palle Perse: 12 (De Zardo 3)

UNIPOL BANCA VIRTUS BOLOGNA: Gianninoni* 4 (2/5, 0/1), Petrovic* 14 (3/6, 2/5), Salsini, Nanni 1 (0/0, 0/0), Rubbini* 10 (2/6, 2/5), Rossi* 5 (1/3, 1/3), Jurkatamm 12 (3/5, 2/8), Berti* 4 (1/5 da 2), Venturoli, Camara 5 (2/3 da 2), Oyeh, Chessari. All. Vecchi F.Tiri da 2: 14/34 - Tiri da 3: 7/23 - Tiri Liberi: 6/12 - Rimbalzi: 20 5+15 (Rubbini 5) - Assist: 6 (Petrovic 2) - Palle Recuperate: 1 (Petrovic 1) - Palle Perse: 19 (Petrovic 4) - Cinque Falli: Rossi. Arbitri: Callea M., Tarascio S., Giovannetti G.

 

Umana Reyer Venezia – Stella Azzurra Roma 55-59

 

Terza classificata della Finale Nazionale 2018 è la Stella Azzurra Roma, che batte l'Umana Reyer Venezia nella finale di consolazione. Ritmi non esaltanti in avvio, i romani però li alzano subito soprattutto in difesa e volano fino al +19 (8-27) di inizio secondo quarto grazie alla precisione da oltre l'arco (5 su 8 nel primo tempo) e alla premiata ditta Eboua-Mobio. I veneziani  però reagiscono con un rush di Pettenò poco prima del riposo lungo e riescono anche a mettere la testa avanti con Simioni nel terzo quarto. I romani però ritrovano la bussola grazie alla salita in cattedra di Donadio e si riportano avanti, mantenendo un paio di possessi di vantaggio fino alla sirena.

A fine gara coach Giacomo De Marchi è comunque soddisfatto visto che “siamo tra le prime 4 d'Italia e grande merito va ai ragazzi, all'ultima esperienza nel settore giovanile”.

Anche coach Germano D'Arcangeli traccia un bilancio positivo: “Siamo contenti sia di aver vinto la partita, ma anche di far proseguire il percorso ai ragazzi, anche se fondamentalmente c'è un po' di amarezza per non aver giocato la finale”.

 

UMANA REYER VENEZIA - STELLA AZZURRA 55 - 59 (8-19, 25-33, 37-44, 55-59)

UMANA REYER VENEZIA: Bergamo, Simioni* 19 (5/10, 3/9), Antelli* 10 (4/10, 0/1), Miaschi NE, Petteno* 9 (2/4, 1/3), Groppi, Sambucco 6 (1/1, 1/1), Criconia* 5 (1/3 da 3), Favaretto 2 (1/1 da 2), Zamattio 2 (1/1 da 2), Ndoye* 2 (1/4 da 2), Jerkovic. All. De Marchi G.

Tiri da 2: 15/37 - Tiri da 3: 6/21 - Tiri Liberi: 7/16 - Rimbalzi: 32 8+24 (Criconia 6) - Assist: 11 (Antelli 7) - Palle Recuperate: 7 (Simioni 2) - Palle Perse: 11 (Simioni 2)

STELLA AZZURRA: Panopio 5 (1/5, 1/3), Alibegovic* 8 (0/4, 2/4), Ianelli* 2 (0/4 da 2), Mobio 10 (4/9 da 2), Colussa NE, Sebastianelli, Bayehe* 4 (2/7 da 2), Drocker 5 (1/1, 1/5), Reale*, Eboua* 14 (4/8, 2/2), Donadio 10 (3/8, 1/1), Digno 1 (0/0, 0/0). All. D’Arcangeli G.

Tiri da 2: 15/47 - Tiri da 3: 7/15 - Tiri Liberi: 8/14 - Rimbalzi: 45 13+32 (Mobio 8) - Assist: 17 (Ianelli 5) - Palle Recuperate: 8 (Panopio 2) - Palle Perse: 14 (Squadra 4)

Arbitri: Martellosio M., Meneghini F., Calella D.