Under 20 Ecc, le Semifinali sono Pesaro contro Virtus Bo e Stella Azzurra contro PMS

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 135 volte
Under 20 Ecc, le Semifinali sono Pesaro contro Virtus Bo e Stella Azzurra contro PMS

Sono Consultinvest VL Pesaro contro Unipol Banca Virtus Bologna e Stella Azzurra Roma contro PMS Basketball le Semifinali della Finale Nazionale Under 20 Eccellenza – Trofeo Mario Delle Cave 2017.

Questi i verdetti della quarta giornata giocata al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi. La prima a salire fra le prime 4 squadre d'Italia è la Vuelle Pesaro, vincente nel derby dell'Adriatico sui Rimini Crabs per 81-70. I marchigiani sfideranno la Virtus Bologna (inizio ore 16:30), che si è imposta sul Pistoia Basket 2000 per 60-54. Di grande intensità il match fra la Stella Azzurra e l'Aurora Desio, risolto dai romani per 74-66. Nell'ultimo incontro la PMS Basketball si è imposta sulla Tiber Basket Roma, crollata solo nel quarto periodo (90-65). PMS e Stella Azzurra scenderanno in campo alle ore 18:30.

Si entra nel vivo anche per la classifica marcatori, che assegna il Premio Luca Porru. Nelle prime tre posizioni, con ancora due gare per aumentare i rispettivi bottini, Kaspar Treier (PMS Basketball, 67 punti), Michele Serpilli (Victoria Libertas Pesaro, 63 punti) e Lazar Nikolic (Stella Azzurra, 61 punti). Leader del ranking rimane Matteo Santucci (Tiber Basket), che chiude la sua Finale Nazionale con 72 punti.

Tutte le gare sono in diretta streaming su fip.it/giovanile


I risultati dei Quarti di finale
PalaMaggetti, Roseto degli Abruzzi (Te)

Consultinvest VL Pesaro – Rimini Crabs 81-70
Naturart Pistoia Basket 2000 – Unipol Banca Virtus Bologna 54-60
Rimadesio Aurora Desio – Stella Azzurra 66-74
PMS Basketball – Tiber Basket Roma 90-65

Il programma delle Semifinali
PalaMaggetti, Roseto degli Abruzzi (Te)
streaming su fip.it/giovanile

ore 16:30 Consultinvest VL Pesaro – Unipol Banca Virtus Bologna
ore 18:30 Stella Azzurra – PMS Basketball



Consultinvest VL Pesaro – Rimini Crabs 81-70

Quarto atto stagionale per il derby dell'Adriatico fra Pesaro e Rimini. I granchi romagnoli si presentano alla palla a 2 forti delle tre precedenti vittorie, ma la Vuelle ha dimostrato tanta confidenza con il parquet abruzzese chiudendo da imbattuta il Girone A. La squadra di coach Luminati aggredisce i rivali nelle prime battute, e si porta avanti con un Serpilli da subito in partita con 10 punti nel quarto (23 in tutto). Rimini non si scompone e sorpassa a metà del periodo d'apertura, fino a trovare il +6 al minuto 14, grazie alla tripla di uno scatenato Melluzzi (14 punti nei primi 2 periodi). I due possessi di spread sono il massimo vantaggio registrato da Rimini nella prima metà gara, perchè Crescenzi (22) prima e Cassese (12) poi riportano avanti Pesaro per 41-34 all'intervallo.
Gabriele Crescenzi è in zona magica al rientro dagli spogliatoi, con tre triple consecutive per il 52-39. Nel suo migliore momento però il n.6 è però costretto a lasciare il campo per infortunio. Pesaro non accusa la botta, e martella il canestro dei Crabs fino a toccare il massimo gap di +18 (62-44). Sul derby dell'Adriatico però non possono scorrere ancora i titoli di coda. Signorini e Melluzzi spaventano la VL,e Chavdarov riavvicina i granchi 72-66. L'ultimo giro d'orologio si apre con la tripla di capitan Bocconcelli, il punto esclamativo sul primo Quarto di finale.

CONSULTINVEST VL PESARO - BASKET RIMINI CRABS 81 - 70 (17-19, 41-34, 65-48, 81-70)
CONSULTINVEST VL PESARO: Crescenzi* 22 (4/5, 4/4), Clementi 0 (0/1, 0/1), Cavoli NE, Benedetti 5 (0/1, 1/3), Bocconcelli 11 (1/5, 2/4), Cassese* 12 (3/7, 1/7), Volpe* 7 (2/3, 1/3), Terenzi NE, Serpilli* 23 (4/8, 3/6), Sinibaldi NE, Moretti* 1 (0/1 da 2), Iannelli
Tiri da 2: 14/31 - Tiri da 3: 12/28 - Tiri Liberi: 17/25 - Rimbalzi: 41 9+32 (Volpe 9) - Assist: 9 (Bocconcelli 3)
BASKET RIMINI CRABS: Galassi* 3 (1/1 da 3), Meluzzi* 22 (9/12, 1/7), Janev NE, Bologna, Toniato* 2 (1/5, 0/3), Altavilla 4 (2/3 da 2), Signorini* 12 (3/4, 2/3), Moffa 6 (0/1, 2/2), Maiello 8 (4/5, 0/5), Popov, Tiberti 4 (2/6, 0/1), Chavdarov* 9 (2/3, 1/1)
Tiri da 2: 23/39 - Tiri da 3: 7/23 - Tiri Liberi: 3/5 - Rimbalzi: 29 2+27 (Signorini 5) - Assist: 15 (Meluzzi 6) - Cinque Falli: Meluzzi, Altavilla
Arbitri: Perciavalle Alessandro, Catani Marco, Lupelli Lorenzo


Naturart Pistoia Basket 2000 – Unipol Banca Virtus Bologna 54-60

Pistoia da prima della classe nel Girone C, Bologna da seconda classificata del Girone D e meno di 24 ore prima protagonista della vittoria nel big match contro la Reyer Venezia. Gli ingredienti per una partita tutta da seguire ci sono tutti, e non vengono tradite le attese già dal primo periodo. Le V nere schierano nello starting five Alessandro Pajola, richiamato dal quartier generale e alla prima apparizione in questa Finale Nazionale per una gara che vale un posto fra le prime 4 d'Italia. Il classe '99 è subito fra i migliori dei suoi, con un bottino di 6 punti nel quarto (10 in totale). Al marchiano si affianca Rubbini (13), altra mano calda che contribuisce al break che chiude il primo parziale sul 22-12. Dopo oltre 15' di grande difesa virtussina - Petrovic è una piovra sotto le plance e chiuderà con 12 punti e 14 rimbalzi - , i lunghi Di Pizzo e Divac (10p+9r) coadiuvati da Maspero (10) e Fontana (14) riescono a trovare spiragli nel pitturato rivale, e riavvicinarsi ad un minimo di 7 lunghezze (19-26).
Dalla pancia del PalaMaggetti le due squadre tornano con il tabellone illuminato sul 31-21. Il vantaggio in doppia cifra non è un margine di sicurezza per la Virtus, soprattutto se Divac e Fontana scaldano le mani nel terzo periodo, in cui Pistoia torna rabbiosa sulla partita. Distanza minima toccata sul 40-42 a inizio dell'ultimo quarto, e partita che si accende ulteriormente con i tiratori di entrambe le squadre (Divac e Fontana da un lato, Pajola e Rossi dall'altro) che trovano la retina con ottime percentuali da dietro l'arco. I ragazzi di coach Biagini hanno l'obbligo di accelerare, e con un immarcabile Divac si fanno sotto più volte, senza però mai riuscire ad acciuffare i rivali. Negli ultimi scampolo le V Nere gestiscono il vantaggio dalla lunetta, fino al 60-54.

NATURART PISTOIA BK 2000 - UNIPOL BANCA VIRTUS BOLOGNA 54 - 60 (12-22, 21-31, 38-42, 54-60)
NATURART PISTOIA BK 2000: Cipriani, Biagi 2 (1/2 da 2), Angelucci* 9 (3/6, 1/4), Maspero* 10 (2/6, 1/9), Di Pizzo* 4 (2/3 da 2), Galli 2 (1/3, 0/3), Fontana* 14 (3/8, 2/5), Divac* 10 (3/8, 1/5), Solazzi 3 (0/6, 0/1), Ani NE, Tartamella NE, Converso NE
Tiri da 2: 15/42 - Tiri da 3: 5/27 - Tiri Liberi: 9/19 - Rimbalzi: 45 15+30 (Angelucci 10) - Assist: 6 (Fontana 2) - Cinque Falli: Angelucci, Di Pizzo
UNIPOL BANCA VIRTUS BOLOGNA: Pajola* 10 (2/5, 1/3), Zanotti, Gianninoni 2 (1/3, 0/5), Petrovic* 12 (5/7, 0/1), Nanni, Carella 3 (1/2 da 2), Rubbini* 13 (2/4, 3/11), Rossi* 13 (3/5, 2/6), Jurkatamm 2 (1/2, 0/3), Berti* 4 (2/5 da 2), Oyeh 0 (0/1 da 2), Chessari
Tiri da 2: 17/34 - Tiri da 3: 6/29 - Tiri Liberi: 8/16 - Rimbalzi: 53 13+40 (Petrovic 14) - Assist: 11 (Pajola 4) - Cinque Falli: Pajola
Arbitri: Pierantozzi Marco, Vita Marco, Dori Giacomo


Rimadesio Aurora Desio – Stella Azzurra Roma

Posta in palio altissima fra Stella Azzurra, terza classificata della Final Eight Under 20 2016, e l'Aurora Desio, abitué delle Finali Nazionali e a caccia di un piazzamento che nobiliterebbe il bel lavoro nel Settore Giovanile fatto nel recente passato dalla società lombarda. Entrambe le squadre hanno confidenza con le carambole (prima e seconda nella speciale classifica dei rimbalzi), e proprio nel pitturato si decide la fase iniziale del match. Bayehe è il muro di muscoli e centimetri che impedisce la pulizia di tiro ai ragazzi di coach Villa (14 rimbalzi + 7p). Gli arancioblu rimangono a contatto in un primo quarto complicato dando fondo a tutta la loro grinta in difesa e aggirando la diga nerostellata con transizioni rapide.
L'Aurora Desio cambia pelle nel secondo periodo. Capitan Albique (8) e Valentini (18) vedono il canestro con maggiori percentuali realizzative, e Desio si avvicina pericolosamente fino a toccare il -2 (24-26) a 2' dall'intervallo lungo. La Stella Azzurra perde ritmo e confidenza al tiro (10 punti nel secondo periodo), mentre Luca Valentini, già protagonista di un paio di canestri da urlo, trova uno spazio che non esiste nel cuore della difesa romana, per il canestro del 26-26. Si va al riposo però sul 28-28, con due supergiocate di Nikolic (21) e Mazzoleni (14).
Temperatura altissima sul parquet del PalaMaggetti a inizio terzo periodo. Eboua e Mazzoleni ricominciano da dove avevano lasciato, e sono scintille sotto le plance. Il numero 18 desiano dimostra di essere giocatore completo con la tripla che rimanda i lombardi avanti dopo un inseguimento durato oltre 20'. Le panchine devono iniziare a fare i conti con i personali, e Albique è costretto a riprendere fiato con solo un fallo da spendere e oltre 13' da giocare. Desio accusa il colpo, la Stella fiuta l'occasione e sguinzaglia Nikolic e Trapani, il tandem che frutta il +5 capitolino (45-40). Il vantaggio è però prosciugato da una M A G I A di Valentini, che sulla sirena infila da dietro la linea di metà campo il canestro del +1 Desio (47-46).
I ragazzi di coach D'Arcangeli si fanno scivolare addosso il Canestro della Finale Nazionale riprendendo la testa della corsa nella prima metà dell'ultimo periodo. Ci vuole però una pazzia per spezzare un bellissimo equilibrio. Mattia Palumbo (7), fino a quel momento sonnolente, ne pesca due consecutive, due triple che valgono il nuovo massimo per la Stella Azzurra (60-51). L'Aurora non molla, ma il tempo le è nemico. La Stella gioca con il cronometro e con i falli, e dalla lunetta chiude 74-66.

RIMADESIO PALL. AURORA DESIO - STELLA AZZURRA 66 - 74 (8-18, 28-28, 47-46, 66-74)
RIMADESIO PALL. AURORA DESIO: Valentini* 18 (5/6, 1/3), Castiglioni 0 (0/1 da 3), D'apolito NE, Poggi* 7 (2/5, 1/3), Albique* 8 (4/8 da 2), Riva 10 (0/1, 3/7), Colombo, Parma 0 (0/2 da 3), Scroccaro* 4 (2/3, 0/2), Corti 5 (1/6 da 2), Mazzoleni* 14 (2/5, 2/4), Ventura 0 (0/2 da 3)
Tiri da 2: 16/34 - Tiri da 3: 7/24 - Tiri Liberi: 13/19 - Rimbalzi: 31 6+25 (Mazzoleni 8) - Assist: 8 (Valentini 3) - Cinque Falli: Albique, Corti, Mazzoleni
STELLA AZZURRA: Ianelli, Panopio NE, Provenzani* 6 (2/4, 0/2), Trapani 4 (1/3, 0/1), Nikolic* 21 (5/13, 2/4), Antonaci 3 (1/1 da 2), Mobio* 7 (1/4 da 2), Seye NE, Bayehe* 7 (2/7 da 2), Palumbo 7 (0/4, 2/5), Eboua* 19 (4/6, 2/3), Alibegovic
Tiri da 2: 16/42 - Tiri da 3: 6/15 - Tiri Liberi: 24/39 - Rimbalzi: 48 16+32 (Bayehe 14) - Assist: 9 (Nikolic 3)
Arbitri: Terranova Francesco, Dionisi Alessio, Bartolomeo Antonio


PMS Basketball – Tiber Basket 90-65

Nel Quarto di chiusura al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi la PMS Basketball ha una partenza sprint. La squadra di coach Di Meglio ha talento e centimetri, un mix mortifero per i capitolini che se stringono le maglie difensive, vengono puniti dall'arco. Lo svantaggio di 10 punti dopo una manciata di minuti sveglia Pasquinelli (9) e Valentini (21), bravi a risalire fino al -3.
Con più continuità in attacco, la Tiber si assesta anche in difesa, mettendo qualche granellino nell'ingranaggio piemontese. Quello della PMS è però un roster profondo e dalle molteplici alternative (ben 10 i giocatori a referto), e il ritmo partita rimane in mano a Simonovic (9 nella prima parte) e compagni, fino al rientro negli spogliatoi sul +9 (44-35).
PMS ricomincia a bombardare il canestro avversario con Treier e Di Bonaventura (+12), ma i “gemelli del canestro” Santucci (13)e Valentini mostrano, per l'ennesima volta alle Finali Nazionali, di essere cestisti dalla mano calda e dal sangue freddo (ricucito parzialmente lo strappo fino al 46-50).
Il periodo è incanalato sui binari dell'equilibrio, rotto però da un momento di estasi di Buffo che dura 8 punti e il +12. E' un break che fa male alla Tiber. Nel quarto periodo i romani non tengono più la furia dei piemontesi, che allungano negli ultimi 10' fino al 90-65.

PMS BASKETBALL - TIBER BASKET 90 - 65 (28-16, 44-35, 68-54, 90-65)
PMS BASKETBALL: Moretti 8 (3/3, 0/2), Agbogan* 6 (0/2, 2/5), Abrate 0 (0/1 da 2), Fabris, Zampini* 2 (0/2 da 3), Treier* 9 (0/1, 3/4), Cattapan* 6 (3/5 da 2), Simonovic 13 (5/7, 0/1), Giustetto 6 (2/2 da 2), Caruso 9 (4/7, 0/1), Buffo 16 (4/5, 2/6), Di Bonaventura* 15 (6/8, 1/2)
Tiri da 2: 27/41 - Tiri da 3: 8/23 - Tiri Liberi: 12/14 - Rimbalzi: 35 8+27 (Agbogan 8) - Assist: 25 (Zampini 7)
TIBER BASKET: Vicinanza 6 (2/2 da 3), Pasquinelli* 9 (2/4, 1/1), Frisari 2 (1/2, 0/1), Barban NE, Berardesca* 4 (2/3 da 2), Santucci* 13 (2/6, 1/8), Viola NE, Esposito 6 (3/4, 0/2), Valentini* 21 (6/12, 3/5), Albero NE, Lo Basso* 2 (1/1 da 2), Perna 2 (0/3 da 2)
Tiri da 2: 17/35 - Tiri da 3: 7/19 - Tiri Liberi: 10/17 - Rimbalzi: 26 6+20 (Valentini 8) - Assist: 9 (Pasquinelli 3)
Arbitri: Giovannetti Guido, Centonza Michele, Frosolini Irene