L'Eurobasket Roma cade contro la Pallacanestro Cantù

26.05.2015 23:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 747 volte
L'Eurobasket Roma cade contro la Pallacanestro Cantù

La Virtus Eurobasket cade anche nella seconda giornata delle finali nazionali DNG, stavolta contro Cantù. I ragazzi di Bonora, Ludovici e Pilot pagano un primo quarto in cui i lombardi fanno la voce grossa facendo pesare una superiorità fisica evidente. La Virtus scivola fino al -16 e nei successivi tre quarti prova a rientrare, ma non ricuce mai oltre il -6 e nel finale paga percentuali al tiro non esaltanti. Domani, contro Casale, partita decisiva per rimanere nel torneo.
L’inizio è di marca canturina, con Ukaegbu che infila al 2’ la prima tripla del 5-4. I lombardi si appoggiano sulla verve di Zugno, che attacca il ferro e conquista liberi. La risposta della Virtus Eurobk porta la firma di Sorge, che in transizione avvicina i suoi al 5’ (7-6). A metà quarto però capitan Tarquinio ha già commesso due falli e viene richiamato in panchina per Dell’Oca. Cantù a questo punto piazza un parziale di 17-4 concluso dalla tripla di Cesana all’8 (24-10). In mezzo, nemmeno un timeout chiamato da Bonora placa la fluidità offensiva dei lombardi. La Virtus ha le polveri bagnate e ne è la dimostrazione Alviti, che ai liberi fa solo 1/3 (24-11). Roma avrebbe modo di ricucire ma sciupa molte occasioni da sotto, solo una tripla di Salari nel finale rimette in carreggiata la Virtus (sotto 26-15 al 10’). Bonora comincia il secondo quarto con un quintetto basso: Gai-Salari (poco dopo sostituito da Romeo)-Pirino-Fogante-Alviti. Cantù riprende a sparare da tre e va a segno con Molteni (29-15). La Virtus colleziona errori al tiro e interrompe la sequenza solo con l’1/2 in lunetta di Romeo (29-16). Al 14’ Cantù doppia Roma, merito di Siberna che completa un gioco da tre punti. La riscossa porta la firma di Tarquinio da tre, cui segue il contropiede di Sorge che costringe Cantù al timeout (32-21). Cantù accelera nuovamente al rientro in campo, Zugno è ancora una volta il trascinatore con le sue penetrazioni (40-24), ma la Virtus Eurobk reagisce con Salari che in contropiede fa 2+1 (40-29). Sempre Salari, in lunetta riavvicina Cantù per il 40-31. I lombardi patiscono una difesa più intensa degli avversari, ma trovano ugulmente una tripla di Fioravanti alla fine dei 24’’ (43-31) cui replica Alviti da tre (43-35). Lo stesso Alviti si vede fischiare uno strano antisportivo che vale il +10 Cantù, poi nel finale un ottimo Romeo (16 punti all’intervallo) attacca il ferro con convinzione per il 47-39 al 20’.
Siberna da tre dà il via al secondo tempo (50-39 Cantù), con Roma che si ritrova con 4 falli commessi dopo solo 3’ della ripresa. Ma la replica dei ragazzi di Bonora è affidata a Sorge, che con sette punti consecutivi riavvicina la Virtus a -6 al 25’ (52-46). Cantù soffre in difesa sui rimbalzi, ma proprio con un rimbalzo in attacco conquistato da Siberna (e tap-in) ritrova l’inerzia al 27’ (56-47). Sono extrapossessi letali per la Virtus Eurobk, che scivola sul -11 (59-48) coi liberi di Fontana allo scadere del quarto. L’ultimo quarto si apre con un canestro dalla media di Ukaegbu, cui risponde Romeo con un gioco da tre punti (61-51), con Roma che si mette a zona in difesa ma continua a subire la superiorità di Cantù a rimbalzo. Le squadre sbagliano molto, aumentano gli errori e i falli (4 per Cantù e 3 per Roma al 35’). Romeo dalla spazzatura costruisce il -10 al 36’, con Roma che mantiene la difesa che manda in tilt l’attacco di Cantù. Poi ancora Romeo infila la tripla del -7 (63-56) e Visciglia chiama timeout. La pressione viene allentata al rientro in campo oltre l’arco da Fontana, +10 con 3’ da giocare. Sono minuti in cui la partita si gioca ai liberi, Cantù è più precisa e fa sua la gara per 69-58.
Bonora a fine gara. “Abbiamo pagato un po’ la differenza fisica, che contro una squadra come Cantù ci può stare. L’atteggiamento mi è piaciuto, ma è evidente che per giocare contro queste squadre bisogna fare un po’ la partita perfetta in attacco e oggi siamo stati un po’ imprecisi. La sconfitta di oggi ci può stare, brucia sicuramente di più quella di ieri. Ora dobbiamo ricaricare le pile in vista di domani”.
La Virtus Eurobasket ringrazia la Pallacanestro Cantù, che dopo un contrattempo patito nel prepartita dalla squadra romana ha accettato di invertire la propria divisa di gioco.

Pallacanestro Cantù – Virtus Eurobasket 69-58
Parziali: 26-15, 47-39, 59-48
Pallacanestro Cantù: Molteni 3, Fioravanti 10, Galletti, Freri 4, Baparapè, Fontana 10, Zugno 19, Siberna 8, Nwohuocha 3, Cesana7, Ukaegbu 5, Aceti. All. Visciglia.
Virtus Eurobasket: Gai, Alviti 6, Belloni, Nardi, Enihe, Romeo 25, Dell’Oca, Sorge 11, Tarquinio 4, Pirino, Salari 12, Fogante. All. Bonora.