Finali Nazionali U15 Eccellenza, definiti i quarti di finale: si gioca venerdì

31.05.2018 07:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 328 volte
Finali Nazionali U15 Eccellenza, definiti i quarti di finale: si gioca venerdì

Si è chiusa la prima fase delle Finali Under 15 Eccellenza in corso di svolgimento a Roseto degli Abruzzi e Mosciano fino a domenica 3 giugno. Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale, che si giocheranno venerdì: Stella Azzurra-Virtus Unipol Bologna; Oxygen Orange1Basket Bassano-Petrarca Padova; Leonessa Brescia-ABA Legnano; Honey Sport Roma-Olimpia Milano.
Sabato le semifinali, domenica la partita che assegna lo Scudetto di categoria.

Il calendario dei quarti di finale (1 giugno)
Ore 14.00 Leonessa Brescia-ABA Legnano
Ore 16.00 Stella Azzurra-Virtus Unipol Bologna
Ore 18.00 Oxygen Orange1Basket Bassano-Petrarca Padova
Ore 20.00 Honey Sport Roma-Armani Junior Milano

GIRONE A
Basket Brescia Leonessa-Don Bosco Trieste 71-54
Con il primo posto già in tasca e i big un po' affaticati Brescia deve sudare parecchio per superare il Don Bosco Trieste, che per larga parte del primo tempo dà persino l'impressione di poter ribaltare il pronostico, giocando con leggerezza e grande fluidità. Soprattutto Longo (22 e 13 rimbalzi) fa vedere cose molto interessanti nei primi 20' minuti, mentre Venier mette in piedi il solito show nel tiro dalla lunga, mostrando un raggio di tiro illimitato. Brescia, invece, fa una fatica tremenda all'inizio, anche perché Naoni, Ferrazzi e Rodella sparano a salve (3/25 dal campo), facendo perdere terreno a una Leonessa sonnolenta (20-12 al primo riposo). Tuttavia, complice l'ingresso di Faini (+29 di /minus) e Buizza (10 in 17’), i lombardi riescono a cambiar marcia col passare dei minuti, trovando l'aggancio e poi il sorpasso. Dopo il 39-46 della terza sirena, infatti, Brescia scappa via anche grazie a Ndiaye (11 e 5 rimbalzi), protagonista del 15-25 di parziale degli ultimi 10' minuti. Vittoria a parte, non troppo soddisfatto coach Zanco, consapevole come nei quarti sarà necessario fare di più: "Dobbiamo migliorare dal punto di vista mentale. Buone, invece, le risposte dalla panchina, che sia di buon auspicio per i quarti". Per coach Bertoni è stata proprio la stanchezza la chiave: "Alla fine Polo, Venier e Longo erano stanchi; i loro spunti ci sono mancati molto”.
SALESIANI DON BOSCO TRIESTE - LEONESSA BRESCIA 54 - 71 (20-12, 30-34, 39-46, 54-71)
SALESIANI DON BOSCO TRIESTE: Radivo, Cozzolino, Matonte, Carretti*, Giachin*, Pernich, D'Urzo, Polo* 13 (5/12, 0/4), Longo* 22 (6/10, 3/13), Butti NE, Venier* 19 (3/7, 4/15). All. Bertoni
Tiri da 2: 14/34 - Tiri da 3: 7/34 - Tiri Liberi: 5/15 - Rimbalzi: 43 6+37 (Longo 13) - Assist: 6 (Carretti 2) - Palle Recuperate: 9 (Polo 4) - Palle Perse: 19 (Polo 7)
LEONESSA BRESCIA: Botti* 9 (4/7 da 2), Agosta 2 (1/5, 0/1), Allieri 2 (1/2, 0/2), Ionescu 6 (3/10, 0/1), Ndiaye 11 (5/9, 0/2), Villa 6 (3/4, 0/1), Ferrazzi* 3 (1/6, 0/2), Buizza 10 (5/8 da 2), Galli* 5 (2/6, 0/1), Faini 11 (3/10 da 2), Naoni* 4 (2/7, 0/5), Rodella* 2 (0/5 da 2). All. Antonelli
Tiri da 2: 30/79 - Tiri da 3: 0/15 - Tiri Liberi: 11/24 - Rimbalzi: 76 30+46 (Botti 12) - Assist: 7 (Ferrazzi 2) - Palle Recuperate: 10 (Ionescu 3) - Palle Perse: 18 (Botti 3)
Arbitri: Paglialunga M., Parisi A.

Petrarca Padova-OneTeam Forlì 68-60
Lo spareggio del Girone A, per decidere chi avrebbe passato il turno insieme alla Leonessa Brescia, è andato al Petrarca Padova, che dunque dopo il giorno di riposo affronterà i quarti della Finale Nazionale U15 Eccellenza. La squadra di Nicola Paoletto si è imposta 68-60 al termine di una partita combattutissima, riuscendo a piegare Forlì solo negli ultimi minuti di gioco. OneTeam è partita forte (11-4) ma dopo il successivo 7-0 di Padova la partita è vissuta sempre in equilibrio. Il Petrarca ha mantenuto sempre un piccolo vantaggio ma sul finire del terzo quarto è arrivato il sorpasso della squadra romagnola (46-45). L’ultimo quarto è iniziato con le due formazioni appaiate, Padova ha ripreso 4 punti di vantaggio grazie a Giordano (56-52) mad dall’altra parte Creta ha riportato i suoi in tre occasioni a un solo possesso di svantaggio. La spallata decisiva alla partita l’ha data Gaspari, con i 4 punti che sono valsi il +8 a 80 secondi dalla fine. Per Forlì, che comunque ha giocato una Finale Nazionale di altissimo livello finendo per pagare le 18 palle perse, 20 punti di Creta (10 rimbalzi), 15 di Zambianchi (11 rimbalzi) e Mistral. Per il Petrarca, meritatamente approdato nei quarti di finale, 23 punti di Giordano e 14 di Gaspari. Così coach Paoletto a fine partita: “Siamo nelle prime otto d’Italia e per noi è quasi un sogno, ora dobbiamo solo pensare a divertirci. Oggi abbiamo vinto una gara durissima e bellissima, onore a Forlì che ha giocato una partita di un’intensità pazzesca senza mai fare un passo indietro”.
ONETEAM FORLI - PETRARCA PADOVA 60 - 68 (17-19, 26-30, 46-46, 60-68)
ONETEAM FORLI: Serra NE, Zambianchi* 15 (6/11, 0/3), Maltoni NE, Bandini, Mistral* 15 (6/17, 0/1), Creta* 20 (6/10, 2/6), Gardini NE, Sampieri 2 (1/4, 0/1), Borghesi NE, Scarpellini* 2 (1/2 da 2), Monticelli 2 (1/3 da 2), Dini* 4 (1/3, 0/2)
Tiri da 2: 22/51 - Tiri da 3: 2/15 - Tiri Liberi: 10/15 - Rimbalzi: 42 14+28 (Zambianchi 11) - Assist: 5 (Zambianchi 2) - Palle Recuperate: 7 (Mistral 3) - Palle Perse: 18 (Zambianchi 7). All. Barbara
PETRARCA PADOVA: Marchesini 6 (2/5, 0/2), Giordano* 23 (6/10, 1/3), Lunardi 4 (1/4, 0/1), Paccagnella NE, Schiavo*, Gaspari 14 (5/9, 1/4), Basso* 5 (1/4, 1/3), Zocca* 8 (4/8 da 2), Curculacos, Dirignani* 8 (3/6 da 2), Bovo NE, Allegro. All. Pauletto
Tiri da 2: 22/50 - Tiri da 3: 3/14 - Tiri Liberi: 15/17 - Rimbalzi: 41 12+29 (Dirignani 7) - Assist: 9 (Giordano 3) - Palle Recuperate: 10 (Marchesini 2) - Palle Perse: 16 (Dirignani 4)
Arbitri: Zuccolo M., Basso L.

GIRONE B
Accademia Basket Altomilanese-Oxygen Orange1 Bassano 64-70
Dalla sfida del PalaMaggetti escono le due qualificate del girone B ma mentre la qualificazione dell’Oxygen Orange1 Bassano è maturata con la terza vittoria in tre partite, l’ABA Legnano ha dovuto aspettare la conclusione della partita di Mosciano tra San Lazzaro e Vado per festeggiare il passaggio del turno e l’approdo in quarti di finale, maturato grazie alla classifica avulsa. “Forse siamo stati un po’ fortunati - ha commentato a fine gara il coach lombardo Enrico Rocco - ma al tempo stesso credo che il passaggio del turno sia meritato, per come abbiamo tenuto il campo in questi tre giorni cedendo due volte di misura. Onore alla sportività di Vado e San Lazzaro, che se la sono giocata fino in fondo. Ora affrontiamo Brescia, che conosciamo abbastanza bene, e ce la giocheremo fino in fondo”. Bassano ha provato ad allungare già nel primo tempo (23-15 dopo 9’) ma Legnano è tornata a contatto sul 26-24 prima di subire un nuovo parziale di 9-0 a cavallo tra secondo e terzo quarto (37-26). Il massimo vantaggio per la squadra di Gallea è arrivato dopo 3 minuti del terzo quarto (43-28) e quando Legnano ha dato un segnale di risveglio, le due triple di Tasca sono valse il 55-41 al minuto 28. Nel quarto periodo l’Oxygen Orange1 Bassano ha mantenuto il controllo nonostante i ripetuti tentativi di rientro della squadra di Rocco, che poi ha dovuto aspettare il risultato di Mosciano per festeggiare la qualificazione. Per Legnano, 14 punti di Cassinerio, 13 di Da Ru’ e Genovese, 11 di Fragonara. Per Bassano, 23 punti e 14 rimbalzi di Agbamu, 11 punti di Ojo Ayomide.
ACCADEMIA BK ALTOMILANESE - OXYGEN BASSANO 64 - 70 (17-23, 26-34, 48-55, 64-70)
ACCADEMIA BK ALTOMILANESE: Cardani NE, Cassinerio 14 (4/11, 1/4), Zuccoli* 3 (0/2, 1/1), Fragonara* 11 (4/8 da 2), Genovese* 13 (5/11, 1/5), Falcone 2 (1/3 da 2), Lucca, Ferrario, Da Ru' 13 (5/9, 1/5), Elli NE, Pisoni*, Bassani* 8 (4/8, 0/2). All. Rocco
Tiri da 2: 23/59 - Tiri da 3: 4/17 - Tiri Liberi: 6/11 - Rimbalzi: 37 9+28 (Fragonara 6) - Assist: 6 (Fragonara 2) - Palle Recuperate: 12 (Da Ru' 4) - Palle Perse: 16 (Fragonara 7)
OXYGEN BASSANO: Comunello, Ojo* 11 (2/6, 2/5), Memminger 3 (1/2 da 3), Pavin* 9 (2/5, 1/2), Mabilia, Dalla Valle 7 (3/5 da 2), Tasca* 6 (0/1, 2/6), Massa 2 (0/0, 0/0), Nnabuife, Piotto 3 (1/2, 0/2), Agbamu* 23 (6/13, 2/4), Valente* 6 (2/4 da 2). All. Gallea
Tiri da 2: 16/41 - Tiri da 3: 8/21 - Tiri Liberi: 14/18 - Rimbalzi: 51 10+41 (Agbamu 14) - Assist: 8 (Pavin 2) - Palle Recuperate: 6 (Agbamu 2) - Palle Perse: 27 (Pavin 8)
Arbitri: Marcelli L., Migliaccio M.

BSL San Lazzaro-Pallacanestro Vado 73-75
Successo tanto sofferto quanto amaro per la Pallacanestro Vado, che a causa del quoziente canestri vede terminare in maniera rocambolesca la propria esperienza alle Finali Nazionali U15 Eccellenza, lasciando strada, così come la BSL, all'ABA Legnano. Le facce tristi dei due allenatori, però, non cancellano quella che è stata una vera battaglia, approcciata meglio da Vado (20-13 alla prima sirena), ma ribaltata da San Lazzaro già alla fine del primo tempo, con uno scatenato Tepedino (25+11) e Moretti (10 con +9 di /minus) a propiziare il 32-39 di metà gara. Vado, però, ha la forza di non mollare e di rientrare, con la ripresa che si trasforma in uno splendido tira e molla pieno di sorpassi e contro-sorpassi. E così alle iniziative di Tamborino (doppia doppia da 12 punti e 16 rimbalzi) rispondono colpo su colpo i liguri, anche perché Catzeddu è imprendibile (27, 11 rimbalzi e 7 falli subiti), così come un positivo Bontempi, impreciso al tiro (6/14) ma deteminante nel punto a punto finale. San Lazzaro avrebbe comunque il tiro della vittoria, ma l'errore di Negroni lascia il punteggio sul +2 Vado, finendo così di scontentare entrambe le squadre. Lo dice chiaramente coach Comastri, che ha voluto comunque ringraziare i suoi per la splendida stagione: "Dispiace tanto, ma visti i limiti fisici possiamo dire di aver fatto qualcosa di veramente incredibile". Dello stesso avviso coach Prati, che ha commentato così la tre giorni dei suoi: "Peccato, probabilmente meritavamo qualcosa in più. Speriamo di ripartire da questa esperienza".
PALL. VADO - B.S.L. SAN LAZZARO 75 - 73 (20-13, 32-39, 56-57, 75-73)
PALL. VADO: Delbalzo Gueye NE, Catzeddu* 27 (9/21, 1/3), Caorsi NE, Zheng NE, Lebediev* 13 (4/6 da 2), Husam* 3 (0/2, 1/1), Tridondani 2 (1/2 da 2), Bontempi* 15 (5/9, 1/5), Giannone 2 (1/3, 0/1), Genta 1 (0/3 da 2), Bertolotti* 12 (5/8, 0/2), Franchello. All. Prati
Tiri da 2: 25/54 - Tiri da 3: 3/12 - Tiri Liberi: 16/36 - Rimbalzi: 48 14+34 (Catzeddu 11) - Assist: 10 (Catzeddu 2) - Palle Recuperate: 6 (Lebediev 2) - Palle Perse: 16 (Bontempi 4) - Cinque Falli: Lebediev, Bertolotti
B.S.L. SAN LAZZARO: Lionetti* 5 (2/7, 0/1), Tonielli NE, Dallavalle 2 (1/5, 0/2), Amaro, Biffoni NE, Negroni* 3 (0/6, 0/2), Gianfagna NE, Moretti 10 (2/3, 1/4), Tepedino* 25 (8/17, 2/3), Malaguti* 13 (3/6, 1/5), Tamborino* 12 (6/8 da 2), Sibani 3 (1/2, 0/1). All. Comastri
Tiri da 2: 23/55 - Tiri da 3: 4/18 - Tiri Liberi: 15/32 - Rimbalzi: 46 18+28 (Tamborino 16) - Assist: 12 (Lionetti 4) - Palle Recuperate: 4 (Lionetti 2) - Palle Perse: 16 (Negroni 4)
Arbitri: Parisi F., Gurrera S.

GIRONE C
International Imola-Olimpia Milano 54-62
Vittoria e qualificazione ai quarti raggiunta per l'Olimpia Milano, che chiude la fase eliminatoria del Trofeo Claudio Papini battendo autorevolmente l'International Imola. Il successo dell'AJ, infatti, è maturato al termine di 40' condotti dall'inizio alla fine, con i ragazzi di Pampani bravi nel non perdere mai il filo del discorso, rispondendo colpo su colpo ai tentativi di rimonta orchestrati da Bertini e compagni. Non a caso non va oltre il 17-17 di inizio secondo quarto il recupero di Imola, che da quel momento in poi sarà sempre costretta a rincorrere, subendo prima le iniziative di Mazzocchi (7 in 10' minuti) e poi quelle di Invernizzi (top scorer con 14 punti), vero mattatore di una ripresa giocata sicuramente meglio da Milano, che dopo aver guadagnato 2-3 possessi di vantaggio (29-39 dopo 25') non si è più voltata indietro, se non poco prima della volata finale. I canestri di Marangoni (16+10) e Di Antonio (15 e 5 falli subiti), infatti, avevano riportato fino a -6 (52-58), battuti comunque per 54-62. A fine partita queste le impressioni di coach Pampani: "Era un girone estremamente competitivo, ma siamo riusciti a superare il turno ugualmente. Oggi certamente non eravamo al meglio, ma è importante pensare che siamo tra le prime 8 d'Italia". Al di là della sconfitta soddisfatto anche Alessandro Tumidei, resposanbile settore giovanile di Imola: "È stata una bellissima esperienza. Stella Azzurra a parte, abbiamo giocato alla pari con tutte e per questo non possiamo che essere felicissimi". 
G.S. INTERNATIONAL IMOLA - OLIMPIA MILANO 54 - 62 (12-15, 24-30, 33-46, 54-62)
G.S. INTERNATIONAL IMOLA: Cavina, Baroncini, Tonioli* 3 (1/1 da 3), Poloni* 7 (2/3, 1/9), Chiarati, Violani, Di Antonio* 15 (2/4, 1/3), Jaddour NE, Bertini* 13 (6/6, 0/1), Marangoni* 16 (2/10, 1/9), Gollini NE, Cai. All. Nestori
Tiri da 2: 12/25 - Tiri da 3: 4/27 - Tiri Liberi: 18/24 - Rimbalzi: 40 7+33 (Marangoni 10) - Assist: 6 (Poloni 2) - Palle Recuperate: 9 (Poloni 3) - Palle Perse: 20 (Marangoni 8)
OLIMPIA MILANO: Sconochini, Bonarrigo, Citterio, Boglio* 4 (2/7, 0/3), Galicia 7 (1/5, 0/3), Invernizzi* 14 (2/6, 2/4), Mazzocchi 9 (3/4 da 2), Baggi 5 (2/7, 0/2), Erba* 4 (2/3 da 2), Gravaghi* 6 (1/3, 1/3), Maioli Romano'* 9 (4/7 da 2), Bonetti 4 (2/4 da 2). All. Pampani
Tiri da 2: 19/48 - Tiri da 3: 3/19 - Tiri Liberi: 15/21 - Rimbalzi: 41 13+28 (Galicia 9) - Assist: 10 (Baggi 3) - Palle Recuperate: 8 (Galicia 2) - Palle Perse: 11 (Galicia 2)
Arbitri: Mammoli A., Paradiso A.

Stella Azzurra-Reyer Venezia 70-58
Tutto facile per la Stella Azzurra Roma, che elimina la Reyer Venezia battendola nettamente e centrando il primo posto nel girone C. Dopo i due successi con Imola e Milano, la squadra capitolina si è imposta anche con gli orogranata grazie a un primo tempo praticamente perfetto. Gli stellini sono partiti 10-0 grazie soprattutto all’ottima vena del capitano Felipe Motta. Venezia non ha saputo arginare l’attacco di Roma e ha faticato terribilmente in attacco, trovando il primo canestro solo dopo 6 minuti e mezzo (16-2) con Cravero. La tripla di Casarin è valsa il 18-5 ma dopo aver chiuso il primo quarto sul +18 (23-5), la Stella Azzurra ha dilagato trovando il massimo vantaggio sul 47-12 in chiusura di secondo periodo. Partita evidentemente in ghiaccio e dopo l’intervallo lungo coach Carducci ha ampliato le rotazioni concedendo minuti di riposo a chi in questi tre giorni ha speso tante energie. Tra questi Matteo Spagnolo, 49 punti con Milano e 9 oggi per 22 minuti di utilizzo. Generosamente, Venezia ha provato a reagire imponendosi nel parziale del secondo tempo 37-19 e limitando così il parziale a soli 12 punti di margine, anche se la Stella Azzurra non ha mai rischiato veramente di essere ripresa (al 35’, 67-45). Per i romani, 22 punti e 11 rimbalzi di Motta, 11 punti di Nzosa e 10 per Di Camillo. Per Venezia, 26 punti di Casarin e 16 di Berdini. Così coach Carducci a fine partita: “Siamo stati bravi a non fare calcoli, chiudendo il conto nel primo tempo e concedendoci così la possibilità di far riposare qualche giocatore e di dare spazio ai più giovani. Sulle scelte tattiche di Venezia, siamo stati bravi a prendere le decisioni giuste”.
UMANA REYER VENEZIA - STELLA AZZURRA ROMA 58 - 70 (5-23, 21-51, 36-63, 58-70)
UMANA REYER VENEZIA: Bolpin, Casarin* 26 (4/10, 4/9), Novelli, Mafolino*, Capodaglio, Berdini* 16 (6/13, 1/4), Cappellotto*, Grani 6 (3/3 da 2), Ballarin Chinellato, Cravero* 6 (3/12 da 2), Valentini 4 (0/2, 1/1). All. Turchetto
Tiri da 2: 16/48 - Tiri da 3: 6/19 - Tiri Liberi: 8/13 - Rimbalzi: 33 7+26 (Berdini 9) - Assist: 7 (Casarin 1) - Palle Recuperate: 13 (Casarin 5) - Palle Perse: 20 (Cravero 4) - Cinque Falli: Bolpin
STELLA AZZURRA ROMA: Bocevski* 6 (3/9, 0/3), Motta* 22 (10/16, 0/1), Sandoval* 6 (2/3, 0/1), Spagnolo* 9 (4/8, 0/1), Lo Prete , Nzosa* 11 (4/4 da 2), Basilico 3 (0/2 da 2), De Castro, Rapini, Di Camillo 10 (4/5 da 2), Cannavina 1 (0/2 da 2), Camponeschi 2 (1/8 da 2). All. Carducci
Tiri da 2: 28/60 - Tiri da 3: 0/6 - Tiri Liberi: 14/25 - Rimbalzi: 52 16+36 (Motta 11) - Assist: 4 (Motta 1) - Palle Recuperate: 10 (Nzosa 5) - Palle Perse: 24 (Di Camillo 4)
Arbitri: Resca L., Correale D.

GIRONE D
Honey Sport Roma-Virtus Bologna 68-55
L’ultima sfida in programma al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi vede il successo dell’Honey Sport Roma, che supera la Unipol Virtus Bologna e chiude al primo posto, e a punteggio pieno, il girone D. Le vunere hanno approcciato la partita con grande energia e trovato il +7 sul 12-5 ma poi sono state le palle perse (12 dopo 20’, 26 alla fine) a permettere all’Honey Sport di tornare a contatto e poi di trovare il sorpasso sul 14-13. Da quel momento i gialloneri non hanno più mollato il comando anche se la Virtus ha avuto il grande merito di non mollare e di mantenere il disavanzo a un paio di possessi (28-25 all’intervallo lungo). La svolta a metà terzo quarto, quando HSC ha messo insieme un terrificante break di 18-0 per il 50-31 a 90 secondi dalla penultima sirena (24-8 il parziale del periodo). Merito soprattutto di capitan Greggi e di Ongolo, 36 punti sui 50 complessivi della squadra capitolina. Coach Fedrigo ha provato in tutti i modi a scuotere i suoi ma la Virtus ha continuato a soffrire la fisicità dei gialloneri. Il terzo quarto si è chiuso sul 52-33, con Roma in pieno controllo del punteggio e del gioco e il margine si è poi dilatato ulteriormente in apertura di ultimo quarto (58-35) nonostante il 3/22 dall’arco. Per Honey Sport City 23 punti e 10 rimbalzi di Greggi e 19 di Abega Ongolo, 14 i rimbalzi di Ndie Meteh. Per la Virtus Bologna 12 punti di Salsini e 10 di Ruffini.
VIRTUS BOLOGNA - HONEY SPORT CITY ROMA 55 - 68 (12-9, 25-28, 33-52, 55-68)
VIRTUS BOLOGNA: Tabellini 2 (1/1 da 2), Anesa, Nicoli, Minelli, Galli, Scagliarini 7 (2/5, 1/1), Barbieri* 2 (1/12 da 2), Ruffini* 12 (3/11, 1/5), Salsini* 12 (5/9, 0/1), Carta* 8 (3/9, 0/1), Ferdeghini* 7 (1/4, 1/1), Espa 5 (1/1, 1/1). All. Fedrigo
Tiri da 2: 17/54 - Tiri da 3: 4/10 - Tiri Liberi: 9/10 - Rimbalzi: 47 9+38 (Carta 15) - Assist: 10 (Scagliarini 2) - Palle Recuperate: 7 (Scagliarini 2) - Palle Perse: 27 (Scagliarini 7)
HONEY SPORT CITY ROMA: Nardi* 2 (0/2, 0/1), Ndzie Meteh* 9 (4/9, 0/3), Bufano, Giacomi* 4 (2/5, 0/3), Abega Ongolo 19 (5/9, 2/4), Francioni* 11 (4/12, 1/2), Rossetti NE, Borioni NE, Isla, Pinfildi, Greggi* 23 (9/17, 0/4). All. Rubinetti
Tiri da 2: 24/60 - Tiri da 3: 3/23 - Tiri Liberi: 11/15 - Rimbalzi: 51 18+33 (Ndzie Meteh 14) - Assist: 2 (Bufano 1) - Palle Recuperate: 16 (Giacomi 5) - Palle Perse: 14 (Ndzie Meteh 5)
Arbitri: Giustarini I., Dell'Accio D.

Basket Empoli-College Basketball Borgomanero 54-70
A chiudere la fase eliminatoria delle Finali Nazionali U15 Eccellenza la vittoria amara del College Borgomanero, che con una grande prova sul piano dell'intensità batte Empoli per 70-54, sfiorando soltanto il +18 necessario al passaggio del turno. Perciò grande rammarico per i piemontesi, autori comunque di una partita ottima indirizzata già dalle primissime battute. I ragazzi di Rossi, infatti, dimostrano di averne di più rispetto ai toscani, troppo fallosi al tiro (21/69 al tiro) e molto disattenti in difesa. Non a caso Borgomanero va spesso in contropiede, trovando così molti tiri ad alta percentuale. Bene a questo proposito un Mauri da 20 punti e 11 rimbalzi, supportato al meglio da Ferrari, che al dà di qualche disattenzione ha fatto il vuoto nel pitturato, sfruttando al meglio i centimetri di vantaggio sui pariruolo avversari (19+15). Buonissima comunque anche la prova di Ghigo (19 con 8/16 al tiro), tra i principali protagonisti del +10 (39-29) di metà gara e di quel +18 toccato sul finire della terza frazione (55-37). Empoli, però, nonostante lo svantaggio non ha smesso di lottare e di crederci, cercando in tutti i modi di rimettersi in carreggiata. Ad ogni modo non è andata oltre il -11 (60-49) la rimonta dei toscani, cui a nulla sono servite le buone prove di Syll (12+9) e Cerchiaro (10 ma 5/14 al tiro) ultimi a mollare in una serata amarissima. Non a caso è molto amareggiato coach Corbinelli, per cui a far la differenza è stata soprattutto la testa: "Ci siamo fatti condizionare dalle partite giocate nei giorni scorsi. Anche fisicamente eravamo un po' giù!". Persino più arrabbiato coach Rossi, che nonostante una gran bella prova ha visto svanire la qualificazione ai quarti: "Grande amarezza e delusione. Per come si era messa la partita avremmo potuto vincere con largo scarto e passare il turno".
COLLEGE BASKETBALL - SESA BIANCOROSSO EMPOLI 70 - 54 (15-11, 33-23, 55-40, 70-54)
COLLEGE BASKETBALL: Laterza, Attademo, Mandelli, Tinivella* 5 (2/3, 0/1), Cristina* 3 (1/4, 0/1), Okeke 4 (2/7, 0/2), Mauri* 20 (3/9, 4/10), Mottolo Oliva, Ghigo* 19 (5/10, 3/6), Zanetta NE, Ferrari* 19 (7/15 da 2). All. Rossi
Tiri da 2: 20/48 - Tiri da 3: 7/22 - Tiri Liberi: 9/14 - Rimbalzi: 51 12+39 (Ferrari 15) - Assist: 12 (Cristina 4) - Palle Recuperate: 7 (Tinivella 2) - Palle Perse: 24 (Cristina 8) - Cinque Falli: Okeke
SESA BIANCOROSSO EMPOLI: Freda NE, Mazzoni 7 (2/6, 0/2), Vezzi NE, Azzato, Vezzi*, Maltomini 4 (1/2 da 2), Cerchiaro* 11 (4/7, 1/7), Lucchesi 4 (0/3, 1/4), Cappelletti* 6 (2/6, 0/1), Micheli, Giannone* 10 (5/13, 0/1), Syll* 12 (5/13, 0/1). All. Corbinelli
Tiri da 2: 19/51 - Tiri da 3: 2/18 - Tiri Liberi: 10/17 - Rimbalzi: 44 13+31 (Syll 9) - Assist: 3 (Maltomini 2) - Palle Recuperate: 10 (Cappelletti 3) - Palle Perse: 22 (Cappelletti 6)
Arbitri: Giambuzzi U., Mammola T.

GIRONE A

Prima giornata
Basket Brescia Leonessa-OneTeam Forlì 59-56; Petrarca Padova-ASD Salesiani Don Bosco 71-43
Seconda giornata
Basket Brescia Leonessa-Petrarca Padova 67-57; OneTeam Forlì-Salesiani Don Bosco Trieste 81-46
Terza giornata
Basket Brescia Leonessa-Don Bosco Trieste 71-54; Petrarca Padova-OneTeam Forlì 68-60
Classifica: Leonessa Brescia 6, Petrarca Padova 4; OneTeam Forlì 2; Don Bosco Trieste 0.

GIRONE B

Prima giornata
Accademia Basket Altomilanese-BSL San Lazzaro 57-59; Oxygen Orange1Basket-Pallacanestro Vado 74-65
Seconda giornata
BSL San Lazzaro-Oxygen Orange1Basket 51-63; Accademia Basket Altomilanese-Vado 70-64
Terza giornata
BSL San Lazzaro-Vado 73-75; Oxygen Orange1Basket-Accademia Basket Altomilanese 70-64
Classifica: Oxygen Orange1Basket Bassano 6; Accademia Basket Altomilanese, San Lazzaro, Vado 2.

GIRONE C 

Prima giornata
Stella Azzurra Roma-International Imola 68-37; Olimpia Milano-Reyer Venezia 78-60
Seconda giornata
Stella Azzurra Roma-Olimpia Milano 79-65; International Imola-Reyer Venezia 55-72
Terza giornata
Stella Azzurra Roma-Reyer Venezia 70-58; International Imola-Olimpia Milano 54-62
Classifica: Stella Azzurra Roma 6; Olimpia Milano 4; Reyer Venezia 2; International Imola 0.

GIRONE D

Prima giornata
Basket Biancorosso Empoli-Virtus Unipol Bologna 61-53; Honey sport Roma-College Basketball 101-44
Seconda giornata
Basket Biancorosso Empoli-Honey Roma 38-72; Virtus Unipol Bologna-College Basketball 73-56
Terza giornata
Basket Biancorosso Empoli-College Basketball 54-70; Honey Sport Roma-Virtus Unipol Bologna 68-55
Classifica: Honey Sport Roma 6; Virtus Unipol Bologna, Basket Biancorosso Empoli, College Basketball Borgomanero 2.