Finali Nazionali U15 Eccellenza a Roseto, il riassunto della prima giornata di gare

29.05.2018 00:02 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 514 volte
Finali Nazionali U15 Eccellenza a Roseto, il riassunto della prima giornata di gare

Prima giornata delle Finali Under 15 Eccellenza in programma a Roseto degli Abruzzi e Mosciano da oggi e fino a domenica 3 giugno. Il riassunto.

GIRONE A
Leonessa Basket Brescia-Oneteam Basket Forlì 59-56
La prima sfida del girone A, quella che ha inaugurato il PalaMaggetti di Roseto, è stata vinta dalla Leonessa Brescia su Oneteam Forlì. Partita equilibrata, nella quale le difese hanno fatto meglio degli attacchi. L’equilibrio del primo quarto è stato interrotto dal tentativo di fuga di Forlì, che con Zambianchi e Creta ha trovato il +7 a metà del secondo quarto. In apertura di terzo parziale Brescia ha trovato il 9-0 di parziale che l’ha portata avanti sul 43-42, Forlì ha reagito con le triple in sequenza di Bandini (52-54). Nel finale è stata la tripla di Corona a spingere la Leonessa verso un successo molto prezioso, poi è arrivato il canestro di Naoni a chiudere il conto. Per Brescia 16 punti di Rodella e 13 dello stesso Naoni. Forlì ha dominato a rimbalzo (49-40, di cui 17 offensivi) ma ha tirato male dall’arco (5/25) e malissimo dalla lunetta (1/5): per i romagnoli i migliori marcatori sono stati Creta e Zambianchi (anche 19 rimbalzi) a quota 19. Così Gianni Antonelli, coach della Leonessa, a fine partita. “E’ stata una partita tutt’altro che facile: l’emozione all’esordio era tanta, inoltre era la prima Finale Nazionale per questi ragazzi. Forlì è stata brava ad abbassare il ritmo del gioco, poi noi siamo riusciti ad alzare l’intensità difensiva e a trovare qualche canestro facile. In quel momento anche la difesa è diventata più efficace, nel finale ci ha salvato la tripla di Corona dopo che Forlì era tornata nuovamente avanti. Dobbiamo assolutamente migliorare a rimbalzo ma credo che questo esordio con vittoria ci potrà servire serve come un primo passo confortante anche in termini di autostima.

LEONESSA BRESCIA - ONETEAM BK FORLI 59 - 56 (15-18, 32-36, 50-47, 59-56)

LEONESSA BRESCIA: Botti 3 (1/3, 0/1), Agosta 2 (1/1 da 2), Ionescu, Corona* 8 (1/3, 2/3), Villa 3 (0/1, 1/2), Ferrazzi* 8 (2/5, 1/1), Buizza, Galli*, Giudici, Faini 6 (2/9 da 2), Naoni* 13 (5/11, 1/4), Rodella* 16 (8/10 da 2). All. Antonelli
Tiri da 2: 20/48 - Tiri da 3: 5/12 - Tiri Liberi: 4/14 - Rimbalzi: 40 6+34 (Corona 8) - Assist: 10 (Ferrazzi 3) - Palle Recuperate: 10 (Naoni 3) - Palle Perse: 16 (Ionescu 3)
ONETEAM BK FORLI: Serra, Zambianchi* 19 (6/15, 2/10), Maltoni NE, Bandini* 6 (0/2, 2/3), Mistral* 4 (2/10, 0/1), Creta* 19 (8/13, 1/9), Gardini NE, Sampieri 2 (1/2, 0/1), Borghesi NE, Scarpellini 2 (1/2, 0/1), Monticelli, Dini* 4 (2/4 da 2). All. Barbara
Tiri da 2: 20/49 - Tiri da 3: 5/25 - Tiri Liberi: 1/5 - Rimbalzi: 49 17+32 (Zambianchi 19) - Assist: 11 (Zambianchi 3) - Palle Recuperate: 8 (Bandini 2) - Palle Perse: 15 (Creta 5)
Arbitri: Giustarini I., Mammola T.

Petrarca Basket Padova - Don Bosco Trieste 71-43
Netto il successo del Petrarca Basket Padova nel secondo incontro del PalaMaggetti: la squadra allenata da Nicola Pauletto ha superato 71-43 il Don Bosco Trieste al termine di una partita condotta largamente già dal primo quarto. Padova ha fatto la differenza sotto canestro, dominando il confronto a rimbalzo (58-36, 16 offensivi) e tenendo gli avversari al 26% al tiro dal campo. Il Petrarca ha chiuso il primo quarto sul +9 e poi ha trovato la doppia cifra di vantaggio prima dell’intervallo lungo (32-21). Longo (16 punti alla fine) e Venier (13) hanno provato a mantenere a contatto Trieste ma proprio nel terzo quarto Padova ha trovato l’allungo decisivo col parziale di 21-10 che è valso il +22 alla penultima sirena. Nell’ultimo quarto il vantaggio si è ulteriormente dilatato fino al conclusivo +28. Per il Petrarca 15 punti di Giordano e 10 di Zocca, coach Pauletto ha concesso minuti e responsabilità a tutti i suoi giocatori. “Un po’ di tensione, un po’ il caldo, siamo partiti un po’ contratti: la nostra fortuna è che Trieste aveva rotazioni ridotte rispetto alle nostre e così col passare dei minuti abbiamo preso il sopravvento. Le nostre Finali Nazionali sono appena iniziate, domani ci attende un’altra partita molto difficile contro la Leonessa Brescia”.

PETRARCA PADOVA - SALESIANI DON BOSCO TRIESTE 71 - 43 (17-8, 32-21, 53-31, 71-43)

PETRARCA PADOVA: Marchesini 2 (1/6 da 2), Giordano* 15 (4/8, 2/3), Lunardi 4 (2/3, 0/1), Schiavo 2 (1/2, 0/1), Gaspari* 9 (3/11, 1/1), Basso* 9 (2/3, 1/3), Zocca* 10 (5/13 da 2), Curculacos 9 (3/5, 1/4), Dirignani* 6 (2/4 da 2), Bovo 1 (0/4 da 2), Desci, Allegro 4 (2/4 da 2). All. Pauletto
Tiri da 2: 25/68 - Tiri da 3: 5/13 - Tiri Liberi: 6/8 - Rimbalzi: 58 16+42 (Gaspari 9) - Assist: 6 (Zocca 2) - Palle Recuperate: 7 (Marchesini 3) - Palle Perse: 14 (Marchesini 4)
SALESIANI DON BOSCO TRIESTE: Radivo, Cozzolino, Matonte* 3 (0/3, 1/1), Carretti*, Giachin, Pernich 2 (0/3 da 2), D'Urzo, Polo* 9 (4/6, 0/4), Longo* 16 (5/13, 1/5), Venier* 13 (3/7, 1/12). All. Bertoni
Tiri da 2: 12/35 - Tiri da 3: 3/22 - Tiri Liberi: 10/20 - Rimbalzi: 36 2+34 (Venier 8) - Assist: 3 (Giachin 1) - Palle Recuperate: 5 (Venier 2) - Palle Perse: 18 (Venier 6)
Arbitri: Giambuzzi U., Mammoli A.

GIRONE B
Accademia Basket Altomilanese - San Lazzaro 57-59
La partita più bella della prima giornata si è giocata alle ore 18.00 al Palamaggetti tra Legnano e San Lazzaro. Sfida che sembrava indirizzata dopo pochi minuti (12-0 per San Lazzaro) e che invece Legnano è stata brava a riportare in parità col passare dei minuti. La squadra di Comastri ha chiuso sul +12 il primo tempo (31-21) e poi ha conservato la doppia cifra di vantaggio anche in chiusura di terzo periodo (37-47). Negli ultimi dieci minuti, però, Genovese (24 punti, top scorer della gara) e Cassinerio (10) hanno riportato in parità l’incontro. San Lazzaro ha avuto il merito di non mollare quando si è vista recuperata, alla fine 12 punti per Sibani, 11 per Tamborino e Niccolò Moretti, fratello e figlio d’arte rispettivamente di Davide e Paolo. Raggiante a fine gara il coach di San Lazzaro Francesco Comastri: “Credo si sia trattato di una bellissima partita Giovanile: c’era un po’ di tensione per tutte e due le squadre, noi siamo stati bravi a non mollare mai e a portarla a casa alla fine, quando era più facile perderla che vincerla. Sono contento per i ragazzi, perché abbiamo anche qualche assenza importante. Ora speriamo di recuperare velocemente tutte le energie e di tornare in campo domani con la stessa intensità”. Comprensibilmente amareggiato a fine partita il coach di Legnano Enrico Rocco. “Abbiamo perso meritatamente, per i nostri errori, concedendo 19 punti da palle perse e facendo scelte errate nei momenti più delicati della partita, quando dovevamo mettere la palla in certi punti e invece abbiamo eseguito male. Cose che succedono nella categoria Under 15, vero, ma mi resta un rammarico, quello di non aver giocato con tutti i miei giocatori. Qualcuno stasera è mancato all’appello, conto di recuperarlo già da domani”.

ACCADEMIA BK ALTOMILANESE - B.S.L. SAN LAZZARO 55 - 57 (5-14, 19-31, 37-47, 55-57)

ACCADEMIA BK ALTOMILANESE: Cassinerio 10 (4/6, 0/3), Zuccoli* 3 (0/1, 0/3), Fragonara* 8 (2/9, 0/1), Genovese* 24 (7/9, 1/4), Gasparini, Falcone, Zerbetto, Ferrario 7 (3/4 da 2), Da Ru', Elli, Pisoni*, Bassani* 3 (1/3 da 2). All. Rocco
Tiri da 2: 17/39 - Tiri da 3: 1/12 - Tiri Liberi: 18/29 - Rimbalzi: 46 13+33 (Fragonara 14) - Assist: 4 (Cassinerio 1) - Palle Recuperate: 9 (Cassinerio 2) - Palle Perse: 27 (Fragonara 5)

B.S.L. SAN LAZZARO: Lionetti 5 (2/10, 0/1), Tonielli, Dallavalle*, Amaro, Biffoni NE, Negroni* 9 (1/6, 2/7), Gianfagna NE, Moretti 11 (1/2, 2/3), Tepedino* 8 (3/8 da 2), Malaguti* 1 (0/5, 0/1), Tamborino* 11 (4/8 da 2), Sibani 12 (4/7, 1/5). All. Comastri
Tiri da 2: 15/47 - Tiri da 3: 5/17 - Tiri Liberi: 12/23 - Rimbalzi: 41 14+27 (Tamborino 12) - Assist: 5 (Moretti 2) - Palle Recuperate: 12 (Lionetti 3) - Palle Perse: 17 (Moretti 4) - Cinque Falli: Moretti
Arbitri: Paglialunga M., Parisi A.

Oxygen Orange1 Bassano - Pallacanestro Vado 74-65
Nell’ultimo impegno della prima giornata del “Trofeo Claudio Papini”, Oxygen Orange1 Bassano si è imposta 74-65 sulla Pallacanestro Vado. La squadra veneta, dopo un avvio molto equilibrato, si è mantenuta sempre in leggero vantaggio, senza però riuscire a chiudere la partita. Sul 23-15, infatti, è arrivato il 7-0 biancorosso per il -1, all’intervallo lungo si è andati sul 5 per Bassano, che anche nel terzo quarto ha contenuto tutti i tentativi di rientro dell’Azimut. A 6 minuti dalla fine Vado si è riportata a -7 (64-57) ma in quel momento è arrivata l’accelerazione decisiva, col gioco da tre punti completato da Agbamu per il 70-59 a 3’ dalla fine. Vado ha continuato a lottare fino alla sirena tornando anche a -7 (72-65) ma Bassano ha gestito fino al conclusivo 74-65. Straordinaria per l’Oxygen la prova di Ayomide, che ha chiuso la sua partita con 31 punti e 11/15 dal campo, in doppia cifra anche il capitano Dalla Valle a quota 12 e Agbamu (11 con 18 rimbalzi). Per Vado 17 punti di Lebediev, 14 di Bertolotti e 12 di Bontempi. Stefano Gallea soddisfatto a fine gara: “Partita complicata perché noi abbiamo provato a scappare ma Vado è stata bravissima a rimanere sempre lì. Vittoria sofferta ma meritata, abbiamo sofferto la giornata negativa al tiro di qualche ragazzo ma ci può stare”. Così Marco Prati, coach di Vado. “Vittoria legittima, cercheremo di fare meglio nei prossimi giorni. Sapevamo che avremmo potuto soffrire a livello fisico, purtroppo è successo”.

OXYGEN BASSANO - PALL. VADO 74 - 65 (21-13, 37-32, 56-50, 74-65)

OXYGEN BASSANO: Memminger, Nnabuife*, Piotto 2 (0/2, 0/3), Valente* 3 (1/1 da 3), Agbamu* 11 (3/12, 0/9), Campagnolo 3 (1/3 da 3), Dalla Valle 12 (4/8 da 2), Massa, Tasca 3 (0/1, 1/8), Ojo* 31 (8/11, 3/4), Pavin* 9 (1/5, 1/2), Comunello NE. All. Gallea
Tiri da 2: 16/40 - Tiri da 3: 7/30 - Tiri Liberi: 21/30 - Rimbalzi: 51 12+39 (Agbamu 18) - Assist: 3 (Dalla Valle 1) - Palle Recuperate: 16 (Ojo 9) - Palle Perse: 23 (Agbamu 7) - Cinque Falli: Pavin

PALL. VADO: Delbalzo Gueye NE, Catzeddu* 13 (6/12, 0/7), Caorsi NE, Zheng, Lebediev* 17 (5/10, 0/1), Husam* 4 (2/9, 0/3), Tridondani 3 (1/5, 0/1), Bontempi* 12 (3/11, 2/6), Giannone 2 (1/4 da 2), Genta, Bertolotti* 14 (7/12 da 2), Franchello. All. Prati
Tiri da 2: 25/69 - Tiri da 3: 2/18 - Tiri Liberi: 9/19 - Rimbalzi: 59 22+37 (Bontempi 11) - Assist: 4 (Husam 3) - Palle Recuperate: 11 (Husam 3) - Palle Perse: 24 (Catzeddu 5)
Arbitri: Zuccolo M., Paradiso A.

GIRONE C
Olimpia Milano - Reyer Venezia 78-60
Esordio solido quello dell'Olimpia Milano, che grazie ad una ripresa giocata benissimo supera Venezia, facendo schizzare verso l'alto le proprie quotazioni nel Trofeo Claudio Papini. Match di rara intensità ed estrema bellezza, che l'AJ ha avuto il merito di approcciare meglio, sfruttando la buona vena di Gavraghi e le accelerate di Maioli Romanò, fondamentale nei tentativi di allungo messi in atto dai lombardi. Eppure, almeno nel primo tempo, non c'è stato verso di piegare una buona Reyer, un po' fallosa al tiro ma sempre dentro alla partita. Merito di Berdin e Cravero, protagonisti del sorpasso (15-16) sul finire della prima frazione, vantaggio effimero annullato da una tripla sulla prima sirena di Citterio (20-16). Da qui in poi, meglio Milano sul piano della fluidità offensiva, come dimostrato anche dal +14 (36-22) al 15'. Nel momento più difficile, però, è arrivata una bella reazione da parte dei ragazzi di Turchetto, che con le accelerate di Casarin e l'alternanza uomo-zona nella metà campo difensiva hanno rosicchiato qua e là punti importanti, tornando negli spogliatoi a -8 (40-32). Tira e molla proseguito poi anche nella ripresa, con Milano davanti e Venezia a rincorrere. Ai canestri di Casarin, infatti, continua a rispondere Gavraghi, che con un paio di buone iniziative ha tolto coach Pampani dai guai, evitando che il -7 (53-46) veneto accendesse la miccia della rimonta. Non a caso nel finale di partita cala l'intensità della Reyer, mentre Baggi prima e Citterio poi mettono il punto esclamativo al successo di Milano che si conferma squadra solidissima. A fine partita è un Pampani provato ma molto soddisfatto quello che commenta l'esordio dei suoi: "Non era semplice ma ce l'abbiamo fatta. Venezia ha provato a metterci in difficoltà, ma con un paio di giocate di squadra piazzate nel finale ci siamo tolti un bel peso". Amareggiato coach Turchetto, per i troppi errori commessi dai suoi: "Complimenti a Milano, la panchina lunga e la loro fisicità ci ha creato diversi problemi. Da rivedere l'attacco, dove ci è mancata fluidità e velocità d'esecuzione".

PALL. OLIMPIA MILANO - UMANA REYER VENEZIA 78 - 60 (20-16, 40-32, 60-51, 78-60)

PALL. OLIMPIA MILANO: Sconochini NE, Citterio 6 (0/1, 2/2), Boglio* 11 (1/4, 3/4), Galicia 3 (0/2, 0/1), Invernizzi*, Mazzocchi, Baggi 12 (6/9 da 2), Erba* 4 (2/3 da 2), Gravaghi* 25 (5/11, 4/8), Tam, Maioli Romano'* 15 (6/12, 0/1), Bonetti 2 (1/3 da 2). All. Pampani
Tiri da 2: 21/47 - Tiri da 3: 9/18 - Tiri Liberi: 9/20 - Rimbalzi: 41 11+30 (Gravaghi 10) - Assist: 8 (Maioli Romano' 3) - Palle Recuperate: 1 (Maioli Romano' 1) - Palle Perse: 16 (Gravaghi 3)

UMANA REYER VENEZIA: Bolpin 11 (4/6, 0/1), Casarin* 15 (5/11, 1/9), Novelli 2 (1/1 da 2), Mafolino* 4 (1/1 da 2), Santello NE, Capodaglio NE, Berdini* 19 (3/13, 3/9), Cappellotto, Grani* 1 (0/0, 0/0), Ballarin Chinellato NE, Cravero* 8 (4/5, 0/1), Valentini. All. Turchetto
Tiri da 2: 18/38 - Tiri da 3: 4/20 - Tiri Liberi: 12/21 - Rimbalzi: 32 8+24 (Cravero 7) - Assist: 7 (Grani 4) - Palle Recuperate: 0 (Squadra 0) - Palle Perse: 16 (Cravero 5) - Cinque Falli: Casarin
Arbitri: Dell'Accio D., Basso L.
 
Stella Azzurra - International Imola 68-37
Parte con una vittoria il cammino della Stella Azzurra: battuta nel match d'esordio l'International Imola, piegata senza difficoltà dopo un match condotto per larghi tratti. Dai primi minuti sono i ragazzi di Carducci a condurre le danze, trascinati dalle giocate di Spagnolo e dalla fisicità di Nzosa, dominante soprattutto nella metà campo difensiva. Non a caso Imola si tiene lontana dal ferro nei primi 10', trovando gli unici 6 punti della prima frazione grazie alle triple di Baroniani e Poloni. La Stella, invece, può disporre di un arsenale offensivo più ampio, con Motta e il solito Spagnolo a propiziare il 21-6 della prima sirena e, qualche minuto più tardi, anche il +20 (36-16), massimo vantaggio Stella aggiornato da un appoggio da sotto di Nzosa. Stesso copione nella ripresa in cui Imola, sempre con il tiro dalla lunga, prova a rientrare, venendo però ricacciata indietro dagli stellini. Le iniziative di Spagnolo e Motta valgono il +27 (58-31) Stella allo scadere della terza frazione, che pure aveva visto Imola accorciare in un paio di occasioni grazie alle triple di Bertini e di un Poloni ottimo. Ultimi 10' che invece hanno ben poco da dire. Molto soddisfatto a fine partita coach Claudio Carducci: “Un buon esordio contro una squadra che gioca in maniera molto particolare. Bravi anche i 2004, in un girone così competitivo è importante che ognuno faccia il massimo". Sconfitta a parte registra diverse note positive anche coach Nestori: "Probabilmente Roma arriverà fino in fondo, ma nonostante tutto abbiamo fatto vedere buone cose. La nostra vittoria è essere arrivati qui a Mosciano per queste Finali Nazionali”..

GIRONE D
Basket Empoli - Virtus Segafredo Bologna 61-53
Un esordio da sogno quello dell’USE Empoli, contro una formazione blasonata come Bologna arriva una prestazione di spessore per i toscani, per cui il Trofeo Claudio Papini si apre nel migliore dei modi. Venendo alla cronaca i toscani partono meglio, con Giannone protagonista volano sull’8-0 confermando di essere entrati sul parquet con le idee chiare e con la faccia di chi vuole stupire il mondo. Bologna, invece, ci mette diversi minuti a carburare, trovando comunque la forza di rimettersi in carreggiata. Grande protagonista Ruffini (6 punti in fila), che con un paio di accelerate consente ai suoi di mettere il muso avanti (16-17). Una tripla di Mazzoni allo scadere della prima frazione, però, ridà smalto all’USE, che numeri a parte appare più centrata e aggressiva, abbozzando qua e là un paio di tentativi di fuga interessanti. Sugli scudi un Syll tuttofare (punti e rimbalzi), che con Cerchiaro prova ad allungare le mani sulla partita, trascinando i compagni a un passo dalla doppia cifra di vantaggio (33-27). Ad ogni modo è tutt’altro che finita la partita, anche perché, almeno a sprazzi, Carla e Barbieri sfruttano al meglio un vantaggio in termini di chili e centimetri, tenendo le V nere aggrappate alla partita (37-35 alla pausa di metà gara). Tuttavia, ciò che manca alla truppa di Fedrigo è il colpo di reni, quello in grado di girare l’inerzia. Ogni qual volta gli emiliani si avvicinano, Empoli piazza qualche accelerata delle sue, rimettendo tra le due squadre 2-3 possessi di distacco. Da sottolineare l’impatto di Syll e del solito Giannone, che malgrado qualche errore di troppo ai liberi guida i suoi fino al 61-53 finale, rendendo vano il pressing ordinato da Fedrigo negli ultimi 120”. “Una bella soddisfazione - attacca coach Corbinelli - cui dovremo dar seguito nei prossimi giorni. Abbiamo una gran bella occasione, per cui abbiamo lavorato duramente tutto l’anno”. Sul fronte opposto delusione per coach Fedrigo, per le disattenzioni dei suoi: “Ci eravamo preparati bene, sapendo quali fossero le loro armi. Purtroppo sia in attacco che in difesa ci sono mancati gli spunti giusti”.

SESA BIANCOROSSO EMPOLI - VIRTUS BOLOGNA 61 - 53 (20-16, 37-35, 50-46, 61-53)

SESA BIANCOROSSO EMPOLI: Mazzoni 6 (0/4, 1/2), Vezzi, Azzato NE, Vezzi*, Maltomini* 2 (1/4 da 2), Piccini NE, Cerchiaro* 10 (2/7, 2/5), Lucchesi 3 (1/3, 0/1), Cappelletti 3 (0/5, 1/4), Micheli NE, Giannone* 15 (6/15 da 2), Syll* 22 (8/10, 2/2). All. Corbinelli
Tiri da 2: 18/48 - Tiri da 3: 6/15 - Tiri Liberi: 7/14 - Rimbalzi: 43 8+35 (Giannone 10) - Assist: 11 (Cerchiaro 5) - Palle Recuperate: 0 (Squadra 0) - Palle Perse: 17 (Syll 3)

VIRTUS BOLOGNA: Tabellini NE, Anesa, Nicoli, Mazzoli* 5 (2/5, 0/1), Scagliarini 10 (3/10, 1/4), Colombo NE, Barbieri 4 (2/6 da 2), Ruffini* 14 (5/9, 1/7), Salsini* 4 (2/10 da 2), Carta* 14 (7/10 da 2), Ferdeghini* 2 (1/1, 0/1), Espa NE. All. Fedrigo
Tiri da 2: 22/52 - Tiri da 3: 2/13 - Tiri Liberi: 3/8 - Rimbalzi: 41 6+35 (Barbieri 9) - Assist: 10 (Scagliarini 3) - Palle Recuperate: 1 (Scagliarini 1) - Palle Perse: 13 (Mazzoli 4) - Cinque Falli: Mazzoli
Arbitri: Guerra S., Correale D.

Honey sport - Pallacanestro College Basketball 101-44
HSC travolgente nella partita che chiude la prima giornata delle Finali Nazionali U15 Eccellenza - Trofeo Claudio Papini, la truppa di Rubinetti, infatti, supera secondo pronostico una combattiva Borgomanero, abbattendo persino il muro dei 100 punti. Successo propiziato praticamente già nel primo tempo dai romani, che sull’asse Ndzie-Abega si costruiscono un buon margine già nella prima frazione, evidenziando uno strapotere fisico visibile già ad occhio nudo. Eppure ci hanno provato e riprovato i ragazzi di Rossi, che al di là di qualche spunto firmato da Mauri e Ghigo hanno faticato moltissimo in attacco, ritrovandosi abbondantemente oltre la doppia cifra di svantaggio già nei primissimi minuti. Non a caso sono 31 i punti di distacco alla fine del primo tempo (55-24), di fatto un piccolo antipasto del 101-44 finale. Perciò partenza semplicemente ottima per l’HSC, che oltre un super Greggi ha saputo trovare tanti protagonisti differenti all’interno del match, rispondendo nel migliore dei modi allo squillo del primo pomeriggio targato USE Empoli. Evidentemente molto soddisfatto Coach Rubinetti, consapevole comunque che il difficile viene ora: “Siamo stati bravi a coinvolgere tutti, affrontando una sfida sicuramente complicata. È un buon inizio, cui dovremo dare un seguito già domani contro Empoli”. Sconfitta a parte resta combattivo coach Rossi, sicuro dei mezzi dei suoi: “Oggi è andata male, anche perché avevamo di fronte una squadra fortissima. Domani, però, torniamo carichi, pronti ad affrontare una nuova battaglia”.

HONEY SPORT CITY ROMA - COLLEGE BASKETBALL 101 - 44 (22-14, 55-24, 80-32, 101-44)

HONEY SPORT CITY ROMA: Nardi* 4 (2/4, 0/2), Ndzie Meteh* 23 (9/15, 1/1), Bufano 3 (1/4 da 2), Cinquanta 4 (2/4 da 2), Giacomi* 10 (4/8, 0/3), Abega Ongolo 19 (8/15, 0/2), Francioni* 11 (3/7, 1/2), Borioni, Mutombo Kolombo 1 (0/1 da 2), Aulicino, Pinfildi 5 (2/5, 0/3), Greggi* 21 (8/13, 0/1). All. Rubinetti
Tiri da 2: 39/77 - Tiri da 3: 2/14 - Tiri Liberi: 17/29 - Rimbalzi: 52 17+35 (Ndzie Meteh 10) - Assist: 6 (Ndzie Meteh 2) - Palle Recuperate: 6 (Bufano 1) - Palle Perse: 7 (Giacomi 2)

COLLEGE BASKETBALL: Laterza 2 (1/2 da 2), Attademo 2 (1/2 da 2), Mandelli 4 (2/3 da 2), Tinivella* 2 (1/1 da 2), Cristina* 2 (1/4, 0/2), Okeke, Mauri* 18 (6/13, 2/6), Mottolo Oliva 2 (1/4 da 2), Ghigo* 4 (2/9, 0/1), Zanetta 2 (1/3 da 2), Ferrari* 6 (1/9 da 2). All. Rossi
Tiri da 2: 17/51 - Tiri da 3: 2/10 - Tiri Liberi: 4/6 - Rimbalzi: 41 5+36 (Ferrari 12) - Assist: 7 (Tinivella 3) - Palle Recuperate: 2 (Laterza 1) - Palle Perse: 21 (Ferrari 6) - Cinque Falli: Okeke, Ghigo
Arbitri: Resca L., Migliaccio M.
 

GIRONE A

Prima giornata
Basket Brescia Leonessa - OneTeam Basket Forlì 59-56; Petrarca Basket Padova - ASD Salesiani Don Bosco 71-43
Classifica: Basket Brescia Leonessa, Petrarca Basket Padova 2; OneTeam Basket Forlì, Salesiani Don Bosco Trieste 0.
Seconda giornata (29 maggio, Mosciano)
Basket Brescia Leonessa - Petrarca Basket Padova (ore 14.00); OneTeam Basket Forlì - Salesiani Don Bosco Trieste (ore 16.00)
Terza giornata (30 maggio)
Basket Brescia Leonessa - Salesiani Don Bosco Trieste (ore 14.00); Petrarca Basket Padova - OneTeam Basket Forlì (ore 16.00)

GIRONE B

Prima giornata
Accademia Basket Altomilanese - BSL San Lazzaro 57-59; Oxygen Orange1Basket - Pallacanestro Vado 74-65
Classifica: San Lazzaro, Oxygen Orange1Basket 2; Vado, Accademia Basket Altomilanese 0.
Seconda giornata (29 maggio, Mosciano)
BSL San Lazzaro - Oxygen Orange1Basket (ore18.00); Accademia Basket Altomilanese-Vado (20.00)
Terza giornata (30 maggio)
BSL San Lazzaro - Vado; Oxygen Orange1Basket-Accademia Basket Altomilanese

GIRONE C

Prima giornata
Stella Azzurra Roma - International Imola 68-37; Olimpia Milano - Reyer Venezia 78-60
Classifica: Stella Azzurra Roma, Olimpia Milano 2; International Imola, Reyer Venezia 0.
Seconda giornata (29 maggio, Roseto)
Stella Azzurra Roma - Olimpia Milano (14.00); International Imola - Reyer Venezia (16.00)
Terza giornata (30 maggio)
Stella Azzurra Roma - Reyer Venezia; International Imola - Olimpia Milano

GIRONE D

Prima giornata
Basket Biancorosso Empoli-Virtus Segafredo Bologna 61-53; Honey sport Roma - College Basketball 101-44
Classifica: Basket Biancorosso Empoli, Honey sport Roma 2; Virtus Segafredo Bologna, College Basketball 0.
Seconda giornata (29 maggio, Roseto)
Basket Biancorosso Empoli-Honey Roma (ore 18.00); Virtus Segafredo Bologna-College Basketball (ore 20.00)
Terza giornata (30 maggio)
Basket Biancorosso Empoli-College Basketball; Honey sport Roma-Virtus Segafredo Bologna