Recalcati: «Mai sentita tanta pressione, neppure alla finale olimpica di Atene»

06.03.2017 23:26 di Alessandro Palermo  articolo letto 2143 volte
foto IASENZA
foto IASENZA

Desio, conferenza stampa post MIA Cantù-Grissin Bon Reggio Emilia. Ad entrare per primo in sala stampa è coach Charlie Recalcati, tornto sulla panchina biancoblù 27 anni dopo. L'esordio è stato da pelle d'oca, lo stesso il saluto dei giornalisti: applausi a scena aperta, l'allenatore ringrazia quasi sorpreso.

«Cantù è una piazza particolare. Posso raccontarvi con sincerità di non essere mai stato così teso come oggi. La pressione la sentivo più da giocatore che da allenatore, ma mai come oggi la sentivo così tanto. Vi confido che ad un certo punto stavo davvero perdendo la percezione delle cose. Sono da sempre nel mondo della pallacanestro ma una tale pressione non l'avevo mai provata, neppure il giorno della finale olimpica ad Atene. Devo ringraziare molto Marco Sodini, mi ha aiutato tantissimo. Il suo contributo è stato fondamentale per conoscere i giocatori in questi giorni, il merito va dato anche a lui».

​Clicca QUI per leggere il resto della conferenza stampa.

Alessandro Palermo,
Inviato a Desio