NBA - Essere sotto 2-0 è una abitudine per i Cavaliers

04.06.2018 13:20 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 436 volte
NBA - Essere sotto 2-0 è una abitudine per i Cavaliers

La storia dei Cavaliers di LeBron James ci dice che essere sotto 2-0 dopo le prime due gare - e prima di tornare a Cleveland - di una serie playoff non è una cosa inusuale, e che perciò non deve far pendere anticipatamente la bilancia dalla parte di Golden State. E' successo già nel 2015 e nel 2016, è successo poco tempo fa con Boston. Dopo aver perso in gara 1 contro i Pacers, James & C. hanno inanellato otto vittorie consecutive in casa: davanti al proprio pubblico si esprimono in forma smagliante!

LeBron dice che la tradizione favorevole non deve essere un motivo per abbassare la guardia, anzi. Come dimostra la capacità di essere andati a prendersi la Finale di Conference in gara 7 tra le mura domestiche dei Rockets, i Warriors sono l'ultima squadra contro cui puoi abbassare la guardia e sperare in una "tradizione". Ieri sera Golden State ha raddoppiato sempre su LeBron in post basso, tanto che egli ha dovuto riaprire il gioco e confidare più del solito nella mira dei suoi compagni. 44 minuti in campo che lo hanno stancato nonostante i 29 punti, 13 assist e 9 rimbalzi. adesso riposo fino a mercoledì sera.