Lega A - Patterson e Mbakwe sgambettano i Campioni d'Italia

 di Marco Garbin  articolo letto 1326 volte
Lega A - Patterson e Mbakwe sgambettano i Campioni d'Italia

Il match in programma nella sesta giornata tra i Campioni in carica di Venezia e la Fiat Torino, rivelazione annunciata di questa stagione, assume ancor piu' importanza in seguito alla vittoria di Brescia contro Reggio Emilia nel match di mezzogiorno, cosa che lancia i lombardi in vetta alla classifica in solitaria.
La Reyer, dopo l'ottima prestazione in Champions contro lo Strasbourg, e' chiamata quindi ad un'altra prova di carattere contro un'avversario tutt'altro che morbido.
Torino invece continua la corsa verso un'ambiziosa piazza d'onore e mira a conquistare punti d'oro per restare nella zona alta della classifica. E ci riesce grazie alle sontuose prestazioni di Lamar Patterson (23p, 6r, 3a, 1s, val 32 MVP) e Trevor Mbakwe (17p, 8r, 1a, 1s e decisivo in difesa nei minuti finali per contrastare il tentativo di rientro di Peric), magicamente orchestrati da un Peppe Poeta capace di mettere a referto 10 punti. La Reyer non riesce a reggere il ritmo ospite e si affida a tentativi dalla distanza sempre meno precisi (dal 65% del primo quarto al 47% dell'ultimo), anche perche' a rimbalzo i gialloblu performano meglio.
E ad aggiungere amarezza e' la perdita del primo posto in classifica. Ma non c'e' tempo per i rimpianti, dato che tra qualche giorno gli orogranata sono attesi dalla trasferta di Champions contro l'Olimpija Ljubljana.

Il match
Torino parte bene con Garrett dall'arco. La Reyer accorcia con Watt imbeccato meravigliosamente da Peric in no look. Il match e' avvincente e le squadre si fronteggiano a viso aperto. Dopo i punti di Watt e Patterson il punteggio e' di 5 pari. Peric prosegue nella serie positiva e piazza un break personale di 4 punti, spendendosi positivamente anche in difesa. Watt lo segue a ruota mentre fra i gialloblu e' Garrett a sembrare piu' in forma, mentre la difesa sembra piuttosto larga e permette a Johnson di mettere a segno il 13:7 che induce Banchi, dopo 4' di gioco, a chiamare il primo time-out. Torino ci mette poco a rientrare grazie a Mbakwe, Patterson e Jones. Per la Reyer e' sempre Peric a tener duro e grazie al croato, a 3' dal termine del parziale, i Campioni d'Italia mantengono un margine di 4 punti. Col terzo fallo all'attivo il numero 2 della Reyer si risiede in panchina e lascia il posto a Orelik, non brillantissimo in Champions. Torino attacca forte e trova il vantaggio con Mbakwe in schiacciata. 17:19.  L'ex Roma allunga dalla lunetta mentre per Venezia si "svegliano" Jenkins (che finalizza bene un contropiede) e Orelik (che insacca la sua prima tripla). A 18'' dal termine Patterson realizza un gioco da 2+1 per il nuovo vantaggio ospite, ma Jenkins ha in serbo un buzzer beater che vale 3 punti ed il 25:23 con il quale si chiude il parziale.
Il secondo parziale si apre con Orelik che segna dal pitturato per un break personale di 4 punti. Dopo 2' di "secca" e' Garrett a riaprire le marcature per Torino, a cui risponde Orelik a modo suo. Dopo 3:30 di gioco la Reyer e' avanti 32:25. Il lituano orogranata allunga il suo personale, mentre Torino si affida all'otimo Mbakwe per cercare di rimanere in scia. Torino trova la tripla con il giovanissimo Okeke e incremente con l'evergreen Peppe Poeta. Per la Reyer ci sono De Nicolao e Watt a mettere punti nel paniere, il primo dall'arco ed il secondo sotto canestro. Poeta trova altri 2 punti al limite dei 24'' e nel contrattacco successivo ne piazza altri 2 incuneandosi splendidamente in area. Tocca ad Haynes per i padroni di casa contenere il rientro dei gialloblu, che sempre con Poeta (che infila la tripla) tornano a -2. 40:38 a 2' dal termine del secondo parziale. Dopo i liberi di Orelik e' l'ex Vujacic a piazzare una splendida tripla, per il -1 piemontese, che diventa +1 grazie alla schiacciata di Mbakwe. A 1' dal termine la bomba di Watt riponde alla schiacciata di Washington, ma Mbakwe e' un'ira di Dio e, insieme a Vujacic, accompagna i suoi sul +5. La sirena salva (relativamente) la Reyer perche' nega a Poeta, che aveva ubato splendidamente la palla in area, altri 2 punti. Le squadre prendono il tunnel con gli ospiti in vantaggio 45:50. Torino, trascinata da Mbakwe (11p) e Poeta (8p), ha il merito di aver tenuto alto il ritmo in attacco quanto in difesa, trovando al contempo mira e varchi giusti per concretizzare il piu' possibile (80% per i gialloblu contro il 53% dei veneti nel secondo parziale). La Reyer, a parte qualche sussulto di Orelik, subisce il gioco piemontese e nel finale vede vanificato il vantaggio capitalizzato nel primo parziale.

La seconda parte di gara vede di nuovo in campo Peric, subito a segno dopo i primi punti torinesi targati ancora Mbakwe. Torino continua a trovare la via del canestro con Patterson, mentre per la Reyer e' ancora Peric a procurarsi 2 punti, questa volta dalla lunetta. Il ritorno in campo della coppia Peric-Watt si fa sentire, con l'americano che piazza una tripla che dona fiducia alla squadra. E grazie al canestro in appoggio di Haynes la Reyer riaggancia gli ospiti sul 54 pari. Gli orogranata tornano a girare e, anche se Mbakwe e' incontenibile, riescono a portarsi avanti grazie alla tripla chirurgica di Jonhson e ai punti del solito Peric. La reazione di Torino si concretizza con Garrett, che insacca dopo azione insistita in area, e Patterson che sfrutta un contropiede. Il botta e risposta passa poi per le mani di De Nicolao e Garrett, che si sfidano a suon di triple per la gioia degli occhi dei tifosi. Torino conserva il vantaggio di 1 punto a 3:30 dalla fine del parziale. In un minuto di ordinaria follia Torino piazza un break di 6:0 grazie a Patterson e Vujacic e De Raffaele prova a riordinare le idee dei suoi con un time-out. 62:69 il punteggio a 2:39 dalla fine del terzo parziale. Salvifica la bomba che Orelik piazza al rientro sul parquet, ma Vujacic ricaccia indietro i padroni di casa con 2 punti dal pitturato. Gli ultimi punti del terzo parziale li mette a segno Torino con Patterson dalla lunetta, che fissa il punteggio sul 65:74.
L'ultimo parziale si apre con Mbakwe che fa +11 per il massimo vantaggio ospite, subito contenuto dalla tripla dalla sinistra di Bramos. Jones gli risponde con la stessa moneta, mentre la "fiera dei 3 punti" continua con Orelik che porta il punteggio sul 70:79. Una delle chiavi del vantaggio ospite, l'efficacia a rimbalzo, premia Jones che riporta i suoi sul +11. La Reyer c'e' ma non si vede finche' Orelik non inizia a mettere i punti che gli si richiedono con tutta l'anima. Parziale di 5 per il lituano che accorcia a -6. Con 5' ancora da giocare Poeta s'inventa altri 2 punti d'oro, ai quali risponde Bolpin. Garrett per gli ospiti non si ferma, ma la risposta di Haynes arriva puntuale per mantenere invariato il distacco a 6 punti. Il Taliercio riprende fiducia grazie a Johnson e il giovanissimo Bolpin che dal vertice destro piazzano 2 triple fotocopia per l'85 pari. Con 2' sul tabellone e' Patterson a concretizzare il gioco da 2+1 per il nuovo vantaggio ospite, che cresce a +5 con Garrett che finta e realizza. 85:90 il punteggio con 90'' ancora da giocare. Vietato sbagliare da ambo le parti, e Johnson lo sa mentre fa 2/2 dalla lunetta per il -3 Reyer. La tripla di Patterson arriva come una pugnalata per Venezia, e i 2 punti messi a segno da Peric danno la sensazione di essere poco utili a 26'' dal termine con Torino avanti di 4. Infatti il tentativo di realizzare il -2 sempre da parte del croato s'infrange contro la difesa di Mbakwe e le speranze veneziane sfumano con Vujacic che dalla lunetta realizza i punti del 89:95 a 7'' dal termine. Peric e Patterson vanno a segno ma serve solo per le statistiche e Torino espugna meritatamente il terreno dei Campioni d'Italia.

Umana Reyer Venezia - Fiat Torino 91:96 (25:23) (20:27) (20:24) (26:22).

Le squadre
Venezia
Haynes 6, Peric 17, Johnson 10, Bramos 5, De Nicolao 5, Jenkins 5, Orelik 24, Bolpin 5, Ress 0, Biligha 0, Cerella 0, Watt 14

Torino
Garrett 21, Parente 0, Vujacic 13, Poeta 10, Stephens 0, Patterson 23, Washington 2, Okeke 3, Jones 7, Mazzola 0, Mbakwe 17, Iannuzzi 0

Arbitri
Begnis, Sardella, Morelli