La nuova serie A, 13 – CANTU’: “Terremoto” Gerasimenko ma la qualità non manca

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1551 volte
Fonte: Il Mattino
La nuova serie A, 13 – CANTU’: “Terremoto” Gerasimenko ma la qualità non manca

di Massimo Roca.

Estate turbolenta in casa canturina. Le divergenze di vedute del confermato Recalcati sulla campagna acquisti condotta in avvio direttamente da patron Gerasimenko (poi l’arrivo del g.m. Betti) ha incrinato i rapporti tra i due che sono poi sfociati nella separazione. L’incarico è stato affidato all’uomo di fiducia della proprietà, Kiril Bolshakov, che già nella scorsa stagione aveva guidato i brianzoli nell’interregno di 11 gare tra Kurtinaitis e lo stesso Recalcati. I gossip si sono poi spostati all’interno del nuovo roster. Due dei nuovi arrivi, Thomas e Culpepper, hanno evidenziato sui social i ritardi nei primi pagamenti. I controlli Comtec sui conti della società hanno fatto il resto mettendo in apprensione un ambiente sebbene la recente campagna acquisti abbia portato in dote quattro americani di qualità e ben due centri italiani. Solo due le conferme: gli italiani Cournooh e Parrillo. Cantù ha optato per il 5+5 (cinque stranieri e cinque italiani) pescando il jolly Cristian Burns. Il centro americano, che aveva già acquisito per matrimonio il passaporto italiano, grazie alla partecipazione alla fase finale degli Europei nelle fila della nazionale italiana, ha ottenuto lo status di italiano di formazione. In realtà l’arrivo di Burns si era concretizzato ben prima della convocazione di Ettore Messina, in seguito al divorzio forzato con Eric Griffin. L’ala americana, grazie alle buone prestazioni nella Summer League, è uscito dal contratto firmato a luglio in Italia per volare agli Utah Jazz in Nba.

QUINTETTO - Il primo colpo di mercato è stato il playmaker statunitense Jaime Smith, reduce da una grande stagione in Ucraina, con il Bc Khimik Yuhzny, con cui ha disputato anche la Champions League di cui è stato secondo marcatore con 17,6 punti di media. E’ fratello minore di Joe Troy, play visto in serie A per tre campionati con la maglia dell’Angelico Biella. Il terzetto dei piccoli in quintetto è completato da Randy Culpepper e Jeremy Chappell. La loro piccola taglia (183 centimetri il primo e 190 il secondo) è stato uno dei motivi di contrasto con Recalcati. Se i centimetri sono pochi, i punti nelle mani sono tanti per uno dei protagonisti più attesi del prossimo campionato: Culpepper è un pallino di Gerasimenko che lo ha avuto a Volgograd per due stagioni (dal 2013 al 2015 chiusi rispettivamente a 26 e 21 punti di media nella superlega russa). Dopo Limoges e Besiktas, l’esperienza al Best Balikesir sempre in Turchia. Cifre inferiori per Jeremy Chappel, ma la qualità resta di primo livello. La guardia americana è reduce da una stagione in una big del campionato turco, il Banvit, con cui è arrivato alla Final Four di Champions League ed ha vinto la coppa di Turchia. A fare coppia con Burns sotto canestro ci sarà un altro lungo con spiccate doti fisiche. Si tratta dell’americano Charles Thomas nelle ultime due stagioni in Israele. Lo scorso campionato lo ha vissuto al Maccabi Rishon con cui ha disputato anche la Champions League. Ultimo arrivato, a pochi giorni dal via, Michael Qualls, tutto da scoprire.

PANCHINA - Per la panchina l’Andrea Crosariol visto a Pistoia nell’ultima stagione è un lusso. Si cerca un’ala sul mercato americano dopo il “no” di Cleanthony Early (56 presenze in Nba con New York tra il 2015 ed il 2017) con cui sembrava esserci un accordo  dopo il suo taglio all’Aek Atene per problemi disciplinari. Il resto della panchina sarà tutta tricolore. Al play-guardia Cournooh ed alla guardia-ala casertana Parrillo, si sono aggiunti l’ala piccola Davide Raucci arrivato dalla Fortitudo Bologna e la vecchia conoscenza Giacomo Maspero, cresciuto nel vivaio canturino e ritornato alla base dopo un biennio a Recanati.

MIA RED OCTOBER CANTÙ 2017-18 (in maiuscolo i nuovi acquisti): format 5+5, cinque visti su 6 disponibili per atleti extra UE, 11 su 16 tesseramenti. Quintetto: J. SMITH (Usa), CULPEPPER (Usa), CHAPPEL (Usa), C. THOMAS (Usa), BURNS. Panchina: Cournooh, Parrillo, RAUCCI, QUALLS (Usa), CROSARIOL, MASPERO. Coach: BOLSHAKOV.