FIBA reclama il successo delle finestre World Cup e stigmatizza l'EuroLeague

11.12.2017 19:30 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 316 volte
FIBA reclama il successo delle finestre World Cup e stigmatizza l'EuroLeague

Un comunicato diffuso dalla FIBA fa il punto sui risultati ottenuti dalla disputa, per la prima volta, delle gare di qualificazione nella finestra di novembre valide per la World Cup 2019 in Cina. Secondo i dati diffusi dalla massima autorità mondiale della pallacanestro, 72 squadre nazionali hanno giocato un totale di 76 partite. Grazie alle quali è stato superato il tetto di 300.000 spettatori con più della metà delle arene che hanno raggiunto la capacità dell'80% o più e sono stati raggiunti 312 milioni di persone tramite canali digitali.

Per il successo della nuova formula introdotta nel 2014 sono stati investiti oltre 30 milioni di dollari, e nell'ultimo consiglio centrale sono stati discussi miglioramenti per la prossima finestra in programma a febbraio. A proposito della quale FIBA chiude le porte a discussioni future con ECA ed EuroLeague colpevoli di aver creato ostacoli contrattuali o di altro genere per impedire ai loro atleti di poter rispondere alla chiamata della Nazionale. Infatti, nonostante la conferma scritta di Euroleague Commercial Assets (ECA) alla Commissione Europea di non impedire o limitare in alcun modo il rilascio dei giocatori alle squadre nazionali, numerosi giocatori sono stati messi nella posizione impossibile di scegliere tra club o paese a causa del calendario di EuroLeague, una situazione che le principali Federazioni nazionali europee hanno già condannato. La FIBA ha ricevuto l'informazione che alcuni club hanno fatto pressione sui loro giocatori per non farli rispondere alla convocazione della loro squadra Nazionale a novembre.