EuroLeague - Il Real Madrid fugge nel terzo quarto e conquista agevolmente il Clasico

I padroni di casa interrompono la loro serie di tre sconfitte consecutive in EuroLeague
14.12.2017 23:03 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 399 volte
EuroLeague - Il Real Madrid fugge nel terzo quarto e conquista agevolmente il Clasico

Dopo un primo tempo equilibrato, il Real Madrid (6-6) mette le marce alte nella ripresa e fa a pezzi un Barcellona (4-8) offensivamente limitato. Il primo Clasico della stagione di EuroLeague, quindi, è dei madrileni, che chiudono la loro striscia negativa di tre sconfitte consecutive (sei nelle ultime sette, esclusa la sfida di questa sera). Il protagonista dell’incontro è il solito Luka Doncic, autore di 16 punti conditi da 6 rimbalzi, 7 assist e un canestro sulla sirena del terzo periodo che rimarrà a lungo nella memoria di ogni appassionato di basket europeo. Gara solida anche per il veterano Reyes (14 punti e 8 rimbalzi).

 

Nel primo tempo regna l’equilibrio. Il primo quarto termina 15-15 e il Real, grazie ai colpi di Luka Doncic, alza il ritmo offensivo e tocca il +9 a poco meno di 3 minuti dalla fine della seconda frazione. Madrid, però, esagera con tre palle perse evitabili, Navarro non sbaglia un colpo dalla lunetta e il Barcellona rientra a -2 (40-38) all’intervallo in seguito a un break di 7-0.

Il Real, nella ripresa, torna a essere una schiacciasassi e inizia il terzo quarto con un parziale di 8-0. Il Barcellona ha pochissime risorse offensive, Fernandez e Taylor mettono due triple pesanti e i padroni di casa superano la doppia cifra di vantaggio. L’emblema del dominio madrileno è il canestro “dal parcheggio del palazzetto” di Doncic sulla sirena della penultima frazione (68-52). A 4 minuti dalla fine del match, i catalani spaventano i Blancos tornando a -9 grazie alla tripla di Oriola. Doncic, però, fa ritornare i suoi in carreggiata con un assist al bacio per Reyes e la partita finisce 87-75.

😍 Luka Doncic, almost from Ljubljana.

The wonder boy hits the wonder shot!!

— EuroLeague (@EuroLeague)