A2 F - Selargius a Carugate per cercare continuità

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 108 volte
A2 F - Selargius a Carugate per cercare continuità

Ritrovato il successo nel match dello scorso sabato contro Bolzano, il San Salvatore Selargius non vuole fermarsi, e si proietta alla trasferta in casa del Carosello Carugate con un obiettivo su tutti: quello di ottenere, finalmente, continuità di risultati.

 

La compagine lombarda, esattamente come il San Salvatore, ha conquistato fino a ora due successi (contro CUS Cagliari e Fila San Martino) nei sei incontri disputati, e nell’ultimo turno ha accusato una battuta d’arresto in casa dell’Ecodent Alpo (61-53 il finale). Sul parquet del Palasport di Carugate si affronteranno dunque due formazioni fortemente determinate a raccogliere i due punti.

 

La presentazione della sfida, in casa giallonera, è affidata a Ilenia Cordola, che contro l’Alperia Itas si è segnalata tra le migliori in campo con un bottino personale di 11 punti e 8 rimbalzi.

 

A Costa Masnaga e Vicenza sono arrivate due belle prestazioni, culminate però con altrettante sconfitte. Contro Bolzano invece avete reagito, vincendo ampiamente una partita equilibrata per tre quarti. Qual è la tua analisi generale sull'ultima prestazione?

“Abbiamo iniziato bene, avevamo come obbiettivo quello di vincere una partita che sulla carta era alla nostra portata. Nel terzo quarto ci siamo un po’ sfaldate ma siamo riuscite a rimanere unite cercando di prevalere sulle debolezze delle avversarie. E abbiamo portato a casa il risultato. Cosa che nelle altre due partite è mancata”.


Contro Bolzano sei stata coinvolta molto bene in attacco, spesso lavorando vicino a canestro assieme a Fabbri. La sensazione è che abbia beneficiato in più di un caso degli spazi che lei ti apriva nel pitturato.

Valentina è sicuramente un pivot di area e nelle mie esperienze passate avevo già giocato con giocatrici del genere. Penso che con lei sia importante aprire gli spazi e cercarla molto in questo modo la difesa si chiude su di lei e c’è più possibilità per noi di trovare dei vantaggi. Nell’ultima partita infatti ho sfruttato lo spazio che mi apriva lei per bucare la difesa. Abbiamo della sintonia e so sempre dopo trovarla quando giochiamo insieme”.


Con Masic e Fabbri avete cambiato molto. Quali sono le principali differenze tra il San Salvatore di quest'anno e quello della scorsa stagione?

“Quest’anno abbiamo sicuramente giocatrici che sulla carta hanno molta esperienza. Inoltre, abbiamo una lunga come Valentina che l’anno passato ci mancava. Io sono giovane, e per quanto io abbia dell’esperienza, ho ancora tanto da imparare e voglio sfruttare questo anno per divertirmi in campo e imparare molto dalle giocatrici più esperte”.

 

Cosa vi è mancato secondo te per riuscire a ottenere vittorie importanti come Costa Masnaga e Vicenza?

“Sicuramente Costa Masnaga e Vicenza sono delle squadre che puntano all’alta classifica e non erano partite facili. Ma secondo me, noi potevamo fare di più. Come ho detto prima, ci è mancata la concentrazione a fine partita. Ci siamo sfaldate nel terzo quarto e non siamo più riuscite a trovare canestri facili”.

 

Carugate ha 2 vittorie e 4 sconfitte come voi. L'occasione sembra buona per lasciarsi alle spalle il fondo classifica e attaccare le posizioni più consone al vostro valore. Come vedi questa partita e cosa sarà necessario per riuscire a portare a casa il risultato?

“È una partita molto importante e dobbiamo rimanere concentrate fino all’ultimo minuto per riuscire a portarci a casa questi due punti perché sono fondamentali per noi. Dobbiamo approfittare di queste partite che sono sicuramente alla nostra portata ed è proprio adesso che dobbiamo lavorare sodo e rimanere unite per tornare a casa vittoriose. Durante la settimana ci siamo allenate bene, e speriamo di riuscire a portare in campo il lavoro che abbiamo fatto”.