A2 F - Playoff: Costa vince e torna a Vicenza per la "bella"

11.05.2017 18:08 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 104 volte
Fonte: Ufficio Stampa Costa
A2 F - Playoff: Costa vince e torna a Vicenza per la "bella"

Nella gara con le spalle al muro, le biancorosse partono con il massimo della determinazione e la tripla di Del Pero sul primo possesso è un buon viatico. Vicenza si sblocca dalla lunetta con Pegoraro e prova a dare fastidio con la pressione a tutto campo. Sesnic sigla il 5-2 ,ma Stoppa pareggia con la tripla. Il secondo di Baldelli dopo 3´30´´ non è una buona notizia e con i canestri di Sesnic e Jakovina si viaggia in parità nonostante un buon Costa. Dopo il timeout di Corno Jakovina trova il primo vantaggio per la Velco e così ci pensa Del Pero con la sua seconda tripla a rispondere. Stoppa infila piazzato e contropiede per il più 3, ma chiudiamo l´ultimo minuto con penetrazione di Mistò e triplona di Visconti per il 15-13.

Le ostilità riprendono sotto il segno di Longoni in versione "on-fire" che dopo due minuti costringe Vicenza al timeout con il punteggio sul 19-13. Dopo la pausa vanno a segno Nicolodi e Pieropan ma poi è Stoppa a mettere due volta la zampata del sorpasso nonostante Sesnic e Baldelli. Soffriamo in attacco dove non riusciamo a punire più i cambi difensivi. Fischi e contatti aumentano e lo spettacolo ne risente, ma ora è Vicenza la più in palla anche se Rulli si sblocca con il pareggio a 27. Finiamo in crescita con il canestro di Tibè che batte le alchimie tattiche di Corno e andiamo al riposo con il giusto mix di concentrazione ed entusiasmo.

Il primo canestro della ripresa è di Baldelli con immediata risposta di Stoppa. Baldelli ci riprova e stavolta è il primo canestro di Madonna a rispondere. Nicoldi e Jakovina sorpassano, ma non ci scomponiamo e con Rulli e Visconti troviamo subito un nuovo più 5 a 4´e 30´´. Jakovina trova ossigeno dalla lunetta e contro la zona dispari pasticciamo un pochino regalando 2 in contropiede. Baldelli in transizione ci toglie dall´impasse e con i liberi del capitano siamo nuovamente a più 5. Madonna e Pieropan non mollano e così ci vuole una tripla di Maiorano e un incursione ancora di Baldelli per l´ennesimo +6.

La tensione è altissima e gli errori sembrano macigni con il cronometro sempre più vicino a dare un verdetto. Il primo canestro arriva dopo 2´30´´ con Stoppa e la risposta immediata è di Mistò sul 53-46. Jakovina va per il 2+1, ma Mistò è posseduta e con 2 invenzioni trova il massimo vantaggio 57-49 a 5´35´´. Dopo il timeout di Corno la firma del più 10 arriva con il piazzato di Visconti. Il canestro immediato di Pegoraro ci fa capire quanta attenzione dobbiamo mettere nella difesa. Gli errori fatti in attacco vengono infatti recuperati con una difesa "in missione" e così il canestro di Visconti del nuovo più 10 ha il sapore di gara 3. Con 100´´ da giocare Sesnic infilo un´altro libero pesante e così è fatta.

A Vicenza sarà sicuramente un´altra gara però quello che ci ha insegnato gara 1 l´abbiamo messo in pratica in gara 2 conducendo praticamente dall´inizio alla fine. Nella prima fase abbiamo punito con continuità il cambio difensivo grazie al nostro gioco interno e nel secondo tempo abbiamo fatto la differenza con la fantasia e la faccia tosta delle nostre esterne. Abbiamo tenuto ancora la partita a rimbalzo, ma tutto questo domenica potrebbe non contare.

B&P COSTA - VELCO VICENZA 65-54 (15-13; 29-27; 50-44)

B&P COSTA: Longoni 4, Meroni, Rulli 4, Del Pero 8, Baldelli 18, Mistò 11, Visconti 8, Frigerio NE, Sesnic 7, Tibè 2, Maiorano 3. All. Pirola
VELCO VICENZA: Diodati, Pegoraro 7, Madonna 5, Caldaro 3, Stoppa 16, Jakovina 11, Nicolodi 6, Ferri, Zanetti NE, Pieropan 6. All. Corno