A2 F - Il Geas perde l'ultima di campionato in casa contro Castelnuovo

14.04.2017 00:12 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 110 volte
A2 F - Il Geas perde l'ultima di campionato in casa contro Castelnuovo

Nell’infrasettimanale che chiude la “regular season”, il Geas già sicuro della vetta perde l’imbattibilità in casa, cedendo 73-84 con Castelnuovo Scrivia. Pagate le concessioni difensive dei primi due tempi (40-54 il punteggio all’intervallo); nella ripresa le rossonere si riavvicinano ma non abbastanza. Nessuna conseguenza in classifica, tranne il fatto che nell’eventuale spareggio-promozione contro Bologna (capolista dell’altro girone), toccherebbe al Geas il ritorno in trasferta. Ma conta poco, almeno per ora: si guarda alla prima sfida-playoff contro Albino, a partire da sabato 22 aprile. Barberis con 26 punti la miglior marcatrice sestese.


COACH ZANOTTI – “Certo non sono contenta di aver perso, tanto più in casa. La partita contava poco o nulla per la classifica (la questione del ritorno dello spareggio da noi o fuori? Francamente non guardiamo così avanti…) e c’è stato poco tempo per prepararla, essendo un infrasettimanale. Ma immagino valesse lo stesso per Castelnuovo, che invece ha disputato una buonissima prestazione, facendo sempre canestro. Non è un caso se con loro avevamo faticato anche all’andata, dunque diamo merito alle avversarie. Non credo però che noi abbiamo disimparato improvvisamente a difendere, quindi se abbiamo incassato 35 punti più della nostra media stagionale in casa posso solo interpretarlo come un nostro calo di tensione dopo aver raggiunto l’obiettivo del primo posto. Tante disattenzioni in difesa nel primo tempo, poi abbiamo cercato di riprenderla in mano, ci siamo riavvicinate ma non abbastanza. Servirà a qualcosa se ci lascia un po’ di sana ‘incazzatura’ in vista dei playoff”.
CRONACA – Ad interrompere l’imbattibilità casalinga delle rossonere è stata la precisione al tiro della scatenata EcoProgram, che in una serata “benedetta” ha chiuso con percentuali elevatissime (63% da due e 54% da tre) dopo aver tenuti ritmi folli, soprattutto nel primo tempo.
Proprio i primi 10 minuti hanno dato un assaggio della serata di grazia delle ospiti, che hanno subito allungato in avvio sfruttando i 9 punti di una solida Salvini (22 alla fine) e la pericolosità dall’arco di Rosso. Il Geas però non è stato da meno e ha risposto finché è stato in grado (6/7 da tre nel primo quarto con tre bombe di Arturi), regalando anche spettacolo al pubblico del PalaNat per un frizzante 24-26 del 10’.
Ma nel secondo periodo le percentuali di Castelnuovo si sono impennate ulteriormente e hanno permesso alle piemontesi di fuggire. Il 6/8 da tre della EcoProgram nei secondi dieci minuti (10/18 complessivo nel primo tempo) ha dato la spinta alle biancorosse per segnare altri 28 punti, raggiungendo anche il +17 e chiudendo avanti all’intervallo sul 40-54 grazie alle buone giocate di Porro.
Dopo la pausa lunga è toccato a Gabba salire in cattedra e infilare una serie di canestri (16 punti alla fine), portando Castelnuovo fino al massimo vantaggio sul +19 (45-64 al 24’). Un sussulto difensivo del Geas, guidato da Barberis anche nell’altra metà campo (9 punti nel terzo quarto, ben 26 alla sirena finale per lei) ha permesso alle rossonere di piazzare un 10-0 che ha riportato Sesto in singola cifra di svantaggio.
L’avvio dell’ultimo periodo però è stato ancora traumatico per la squadra di Zanotti, questa volta martellata dalla statunitense di passaporto finlandese Gross (9 punti nel quarto finale, 17 con 12 rimbalzi complessivamente), risprofondando rapidamente sul -16 del 59-75. A quel punto le rossonere, nonostante qualche ultimo tentativo ancora della caparbia Barberis, migliore in campo delle sue con 30 di valutazione, hanno iniziato a cedere al nervosismo, perdendo ancora più palloni (ben 24 alla fine) e lasciandosi andare a qualche fallo di frustrazione.
Il finale parla di un successo in doppia cifra per Castelnuovo nonostante le buonissime percentuali del Geas (61% da due e 47% da tre), travolto dalla raffica inarrestabile di triple delle incontenibili avversarie: fortunatamente questa sconfitta non intacca in alcun modo il primato in classifica, già aritmeticamente sicuro da sabato scorso, ma può tornare utile come “sveglia” in vista dei playoff che inizieranno sabato 22 in casa contro Albino. Da quel momento in avanti non saranno più concesse distrazioni, ma del resto le rossonere lo sanno benissimo, come hanno dimostrato per tutta la stagione.