A2 F - Castelnuovo contro la Fassi Albino per ritrovare la concentrazione

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 78 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Silvia Gabba
Silvia Gabba

 

Nonostante la sconfitta interna contro Orvieto, l'Eco Program Castelnuovo Scrivia rimane settima, con quattro punti di vantaggio sulla Fassi Albino, cui farà visita domani. 

«Da qualche partita - spiega coach Fabio Pozzi - facciamo della difesa la nostra forza, ma poi facciamo fatica in attacco. Contro Carugate ci eravamo sbloccate nel terzo quarto, facendo un break importante che ci ha permesso di vincere, mentre contro Orvieto non ci siamo riuscite. Nel primo tempo abbiamo difeso bene, pressando. Purtroppo nella ripresa abbiamo concesso troppi tiri alle loro giocatrici più forti, ci è mancata un po' di concentrazione, che in queste situazioni è fondamentale».
Castelnuovo sta disputando comunque un buon campionato, ma rimane l'amaro in bocca per questa sconfitta.
«Quando si perde c'è sempre delusione - ammette Pozzi - Oltretutto loro erano senza Bonasia, uno dei playmaker migliori del campionato. Abbiamo cercato di alzare i ritmi per cercare di farle stancare, ma alla fine loro erano ancora lucide e hanno fatto le scelte giuste nei momenti decisivi».
«In settimana abbiamo fatto le nostre cose - prosegue - e diremo alle ragazze che per fare un ulteriore passo avanti e potercela giocare contro avversarie come Orvieto dobbiamo cercare i nostri punti di riferimento in attacco, senza farci portare invece dove vogliono le difese avversarie».
La prossima potrebbe essere una sfida chiave per l'ingresso nella zona playoff: «Orvieto, seppur di fronte al nostro pubblico, non era una delle avversarie più semplici, sicuramente è una delle squadre top del campionato - continua Pozzi - Quella a Torre Boldone, invece se dovessimo portarla a casa, ci permetterebbe di fare un passo avanti importante verso i playoff». «Siamo settime - conclude la capitana Silvia Gabba - con l'obiettivo che ci eravamo posti ad inizio anno, la salvezza, già raggiunto. Ma già che ci siamo e siamo ben lanciate, perché non provarci». (f.scab.)